Nissan Micra by Elia e Cobra

da , il

    Elia, specializzato nell’elaborazione di vetture diffuse sul mercato, si è cimentato con successo nella realizzazione di Nizza, di fatto una Nissan Micra oggetto di vistosi ritocchi alla carrozzeria.

    Nessuna variazione dunque alla meccanica o nell’elaborazione dei motori, ma un nuovo look che è iniziato, per così dire, dal basso, ovvero dalle ruote, con l’adozione di nuovi cerchi in lega leggera da 18 pollici con pneumatici di 215/35R18 e poi, nuovo spoiler frontale, nuovi fari e minigonne laterali.

    Anche posteriormente si è operato al meglio, con l’adozione di due scarichi gemellati cromati in acciaio inox e nuovi gruppi ottici di nuovo profilo e, a chiudere, un generoso spoiler posto al di sopra del lunotto.

    E se il lavoro di Elia è stato efficace, altrettanto lo è stato quello della tedesca Cobra, sempre su Micra, con modifiche,stavolta limitate sola alla carrozzeria senza interessamento dei motori e della meccanica e riusciti ritocchi sul piano estetico.

    Preferibile, nel lavoro di Cobra, l’adozione del colore nero, piccoli rimaneggiamenti invece ai nuovi retrovisori esterni adottati, cromati, come a voler creare uno stacco netto con la carrozzeria, come è stato fatto anche per il nuovo spoiler ricavato sul lunotto posteriore.

    Belli e moderatamente appariscenti, i nuovi cerchi in lega da 16 pollici con pneumatici 195/45 così come curato ad arte è l’abitacolo dopo il leggero ma efficace maquillage operato da Cobra sulla piccola Nissan dove ad apparire sono i riflessi e i giochi di luci che derivano dall’adozione dell’alluminio in punti strategici dell’interno che, con la professionalità degli arredatori Cobra, conferiscono grande splendore alla vettura nel suo insieme.

    Provare per credere!