Nissan Patrol….. come eravamo!

da , il

    Nissan Patrol

    Il fascino del retrò, di una linea sobria e di un concetto di fuoristrada vecchia maniera, è riassunto tutto in Nissan Patrol 5 porte.

    Gli interni sono piacevoli, ma non si può non notare uno stile un po’ demodé, anche se bisogna ammettere che la strumentazione è ancora valida, come ottimo è lo spazio per tutti i passeggeri che trovano posto in vettura, 5 persone massimo.

    Ottima è anche l’affidabilità, di fatto la Patrol può andare ovunque vi sia spazio per accoglierla, sterrato o non sterrato, terreni impervi e accidentati che siano e questo grazie al suo motore sicuramente poderoso di 3,0 litri turbodiesel con 160 cavalli di potenza per una guida tranquilla ma progressiva, pur senza particolari spunti prestazionali, ma con consumi sicuramente elevati.

    Ma la Patrol si adatta bene anche ai percorsi autostradali dove la stazza e l’altezza dal suolo rassicurano chi viaggia, facendoli anche sentire protetti dalla sontuosità di quest’auto. Buona la dotazione di serie, ABS, airbag frontali e laterali, cerchi in lega leggera, chiusura centralizzata, climatizzatore automatico, impianto radio/CD di buona qualità, retrovisori elettrici, volante e sedile conducente regolabile in altezza, la collocano fra le vetture mediamente accessoriate, se consideriamo che la Patrol ha una certa “età” sul groppone.

    Quattro sono gli allestimenti, pur con un propulsore comune che garantisce una buona velocità massima nell’ordine dei 160 orari, con accelerazioni entro i 15 secondi per passare da 0 a 100 orari e con consumi che non consentono di andare oltre i 10 chilometri con 1 litro di carburante, tanto, anche per una vettura che pesa 2.400 chilogrammi, a seconda degli allestimenti.

    Per quanto riguarda i prezzi,di quest’auto giapponese, si parte da 36.000 euro fino a 43.500, passando da versioni più economiche.