Motor Show Bologna 2016

Nuova Alfa Romeo Giulia 2015: i rendering Sprint e DTM [FOTO]

Nuova Alfa Romeo Giulia 2015: i rendering Sprint e DTM [FOTO]
da in Alfa Romeo, Alfa Romeo Giulia, Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2015, Auto nuove, Rendering Auto
Ultimo aggiornamento: Martedì 30/06/2015 15:50

    Alfa Romeo Giulia Sprint 2015 rendering

    E’ un’invasione di rendering: la nuova Alfa Romeo Giulia stimola la fantasia di chiunque. In un paio di giorni sono fioccate le interpretazioni grafiche di varie versioni di carrozzeria applicate alla berlina del biscione, presentata in allestimento Quadrifoglio il 24 giugno ad Arese. Manca solo la spider, per ora. Dopo la station wagon, sono arrivate la coupé e anche il modello da corsa. Tutte queste elaborazioni sono opera del disegnatore ungherese noto con il nome del suo studio, X-Tomi Design. CLICCA QUI PER IL RENDER DELLA GIULIA STATION WAGON

    Cominciando dalla coupé, è stata chiamata Giulia Sprint. Il nome ci riporta indietro fino al 1963, anno in cui esordì la Giulia Sprint GT, sportiva coupé ricavata dalla meccanica della berlina Giulia TI. Fu la progenitrice di quell’infinita serie di piccole sportive a prezzo ragionevole che hanno entusiasmato gli appassionati di mezzo mondo, e ancora li entusiasmano. Dalla Sprint GT derivò anche quella fantastica auto da corsa, la Giulia GTA, che dominò ovunque nelle competizioni fino al sorgere degli anni ’80. Tornando alla Giulia Sprint di fantasia del designer ungherese, modellata sull’unica Giulia 2015 finora svelata, cioè la Quadrifoglio, è essenzialmente uguale alla berlina, salvo l’aver tolto le porte posteriori. Né più, né meno. Fa sempre la sua figura, ovviamente. CLICCA QUI PER LE FOTO DELLA NUOVA GIULIA

    Alfa Romeo Giulia 2015 DTM rendering

    Ancora più suggestiva è la versione da corsa. Tutti danno per scontato che la nuova Giulia sia anche il modello che segnerà il ritorno alle competizioni dell’Alfa Romeo. Il cuore e la logica suggeriscono che ciò dovrebbe accadere quanto prima. Tuttavia la casa non ha ancora detto in modo ufficiale se ciò avverrà realmente; di conseguenza non si sa nulla nemmeno sui tempi e, soprattutto, sulle categorie. Appare logico attendersi una partecipazione al campionato FIA WTCC. E’ infatti la categoria Turismo quella d’elezione per le berline Alfa Romeo. La casa italiana manca dai tempi della 156. Il limite di 2.500 vetture omologate e la cilindrata 2.000 rendono questo campionato ideale per un ritorno del biscione. Tuttavia, visto che il vero e proprio guanto di sfida commerciale viene lanciato soprattutto alle marche tedesche, allora si potrebbe immaginare la ripetizione della sfida al DTM, il campionato turismo tedesco. E’ lì infatti che BMW, Mercedes e Audi competono in modo serrato tra di loro. Sebbene qui siamo quasi al livello di prototipi (motori V8 da circa 500 cavalli e telai costruiti ad hoc, senza corrispondenze con la produzione di serie), è indubbiamente suggestiva l’idea di ripetere l’impresa degli anni ’90, quando la 155 V6 TI pilotata da Nicola Larini e Alessandro Nannini andò a vincere il campionato del 1993 e ottenne complessivamente 38 vittorie in 89 gare, distribuite su quattro stagioni. E’ proprio una Giulia DTM quella immaginata dal designer ungherese. Praticamente è la “sua” Giulia Sprint con assetto ribassato, appendici aerodinamiche e livrea Martini. Nel suo rendering, X-Tomi Design ha anche già “ingaggiato” il pilota. Si tratta nientemeno che dell’inglese Andy Priaulx, specialista del turismo e vincitore di quattro campionati consecutivi nel WTCC, dal 2005 al 2007. Da sempre pilota BMW, negli ultimi anni si è dato all’endurance. Nel 2011 si è classificato terzo nella classe GTE Pro alla 24 ore di Le Mans, al volante di una BMW M3 GT2. CLICCA QUI PER LE FOTO DELLA NUOVA GIULIA

    716

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI