Nuova Alfa Romeo Giulietta: motori e caratteristiche

La nuova Alfa Romeo Giulietta è la compatta fu Milano, il cavallo di battaglia che Alfa porterà al Salone di Ginevra 2010

da , il

    Nuova Alfa Romeo Giulietta: motori e caratteristiche

    E dopo la trama più fitta, finalmente il lieto fine: sarà la nuova Alfa Romeo Giulietta l’ultima media compatta del biscione, l’erede attesissima della Alfa 147. Il nome era l’aspetto più problematico, ma qualcuno aveva già intuito l’idea dei vertici torinesi di riesumare un vecchio mito. Altro che Alfa Milano, i milanesi non l’avrebbero sopportato dopo la chiusura dello stabilimento di Arese. Così va meglio, adesso si celebra un mito, un ricordo ancora fresco per l’Italia. La vecchia Giulietta fu prodotta dal 1955, anno in cui venne presentata al Salone di Torino, fino al 1963.

    Gli italiani la amarono tanto. La nuova Alfa Romeo Giulietta saprà portare con onore il suo nome e la sua storia? Vediamo i motori le caratteristiche principali di questo nuovo modello.

    Linea e portamento

    La nuova Giulietta sarà presentata ufficialmente al Salone di Ginevra 2010; non sarà facile essere l’erede della Alfa 147, ma i presupposti ci sono tutti. Il progetto si basa sulla piattaforma C-Evo, una delle più avanzate in termini di flessibilità, leggerezza e dinamicità. Esteriormente si presenta filante e giovane, con un cipiglio da hatchback di classe. Le venature, sulla fiancata e sul cofano anteriore, le danno quel pizzico in più di aggressività, mentre le griglie frontali cromate, i cerchi e i gruppi ottici a tecnologia LED ne impreziosiscono il portamento. La nuova Alfa Giulietta è lunga 4,35 metri, larga 1,80 e alta 1,46. Tra le sue concorrenti più temute abbiamo sicuramente la Volkswagen Golf, la Opel Astra e la Bmw Serie 1, tre compatte che le daranno presto filo da torcere.

    Motorizzazioni

    I motori della nuova Giulietta presentano spiccate doti ecologiche. Sono tutti omologati secondo la normativa Euro 5, tutti turbocompressi e dotati senza eccezioni di sistema Start&Stop per l’aumento dell’efficienza complessiva. Si parte dal 1.4 TB da 120 cavalli, disponibile anche nella versione Multiair da 170 cavalli. La più potente è la 1.750 Tbi, capace di sviluppare 235 cavalli, con allestimento Quadrifoglio Verde (già presente sulla Alfa Mito). Per quanto riguarda l’alimentazione a gasolio, le proposte sono due: il 1,6 litri JTDM da 105 cavalli e il 2,0 litri JTDM da 170 cavalli.

    Tanta tecnologia

    L’apporto tecnologico è mirato soprattutto ad un aumento dell’efficienza: consumi inferiori a fronte di performance da spotiva. L’attenzione tuttavia è stata riservata anche al comfort di guida e alla maneggevolezza della vettura. In primis, vi troviamo nuove sospensioni e un sistema sterzante altamente sofisticato. Anche la nuova Alfa Romeo Giulietta, inoltre, è equipaggiata con Alfa DNA, il dispositivo che calibra la risposta della vettura alle condizioni di guida esterne indicate dal pilota. Alfa DNA è di serie su tutta la gamma e, ricordiamo, comprende tre diversi stili di guida: Dynamic, Normal e All Weather.