NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nuova Audi A4 2.0 TD: come va la bella e molto cara berlina-sportiva tedesca

Nuova Audi A4 2.0 TD: come va la bella e molto cara berlina-sportiva tedesca
da in Audi, Audi A4, Auto sportive, Berline, Jaguar X-Type
Ultimo aggiornamento:

    La nuova Audi A4 2.0 TD

    Non si può certo dire che nella nuova berlina sportiva Audi A4 2.0 TD non siano state apportate delle modifiche importanti, le prime che poi sono quelle che si percepiscono subito, sono di natura estetica, non troppe ma significative, a riprova che la Casa di Ingolstadt, pur rinnovando le proprie vetture non le stacca mai da quella stessa impronta personale che pervade tutte le vetture targate Audi.

    La nuova A4, è leggermente più lunga e larga della precedente, parliamo di una decina di centimetri, nel primo caso e di una manciata, per quanto riguarda la seconda misura, eppure, qualche centimetro di qua, qualche altro di là, e la differenza col passato si fa netta, a sottolinearne anche la maggiore sportività, grazie ad un assetto che l’ha abbassata ulteriormente ed a particolari estetici importanti, come il nuovo disegno dei gruppi ottici e la mascherina più grande.

    Importante notare anche la cura degli interni, più lussuosi, più importanti, sottolineati, anche, da un maggiore confort, insomma, un’auto sportiva che strizza l’occhio alla famiglia, la nuova A4 2.0 TD .

    Grande attenzione è stata prestata al propulsore, un 2,0 litri turbodiesel da 143 cavalli di potenza, oggi, commonrail, preciso, puntuale e potente che, grazie anche all’ottima tenuta di strada della vettura, consente di godere di ottime prestazioni, nella sicurezza assoluta, con una tenuta di strada a livelli eccellenti. Del resto, sono le prestazioni a confermarlo, se si pensa che la sportiva accelera in poco più di 9 secondi e una velocità massima persino esagerata, quasi 215 km/h , così come validissimo è il cambio manuale a 6 marce.

    Discreta la dotazione di serie, ABS, airbag frontali, laterali e sommitali, clima automatico, cerchi in lega leggera da 16 pollici di diametro, ESP e controllo di trazione, ASR, freno di stazionamento elettromeccanico, poggiatesta anteriori attivi, sofisticato impianto radio/CD/MP3, retrovisori esterni riscaldabili elettricamente, volante e cuffia cambio in pelle.

    Tuttavia, non mancano i troppi optional a pagamento, quasi 1.400 euro, per l’utile sistema che avvisa quando l’auto esce dalla carreggiata, persino miseri 30 euro, per pagare l’antifurto delle ruote, neanche concesso nella dotazione di serie e gli attacchi dei seggiolini si pagano a parte e sono altri 100 euro.

    E, poiché parliamo di una vettura cara, quasi 33.000 euro, dove persino una Jaguar come la X-Type che potrebbe essere una buona concorrente dell’Audi costa più di mille euro in meno, considerare anche i troppi optional da pagare a parte, finisce col penalizzare in toto le vendite della bella sportiva tedesca.

    453

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AudiAudi A4Auto sportiveBerlineJaguar X-Type
    PIÙ POPOLARI