Nuova Audi R8 Spyder V10: prezzo, prestazioni e caratteristiche [FOTO]

Nuova Audi R8 Spyder V10: prezzo, prestazioni e caratteristiche [FOTO]

Medesimo motore della R8 chiusa, modifica lo stile con la capote in tessuto

da in Audi, Auto 2016, Auto nuove, Auto sportive, Cabrio e spider, Supercar
Ultimo aggiornamento:

    Perde il tetto, ma davvero poco in termini di prestazioni. Audi R8 Spyder ha esordito al Salone di New York 2016 con la carrozzeria più “esotica”, supercar dal tetto in tessuto, ad azionamento elettrico, per godersi ancora meglio il suono del motore V10 da 5.2 litri, con iniezione diretta di carburante e in grado di sviluppare 540 cavalli e 540 Nm di coppia massima. Una capote che si ripiega dietro i sedili in appena 20 secondi, al di sotto di un guscio che va a ridisegnare l’area della coda, unica, sostanziale, variazione al design se si esclude il tetto.
    Un “coperchio” caratterizzato da due gobbe cromate e da prese d’aria per il motore che sta poco più giù, così nella vista dall’alto si apprezza il posteriore di R8 Spyder, oltre a guadagnare una griglia aggiuntiva tra i fari posteriori.

    Dicevamo di prestazioni assolutamente comparabili a quelle della Coupé, considerata l’accelerazione da zero a cento in 3″6 contro i 3″5 della R8 “chiusa”, così come la velocità massima, a 318 km/h per la Spyder rispetto i 320 della Coupé. Cambia davvero poco. Importanti progressi i tecnici Audi li hanno compiuti nello sviluppo del telaio Audi Space Frame, più rigido del 50% se messo a confronto con la generazione precedente, parte importante nel contenimento del pesoa 1.612 kg. Si fa ampio uso di alluminio, quasi la totalità del telaio, per l’esattezza il 79,6%, al quale si abbinano elementi in fibra di carbonio.

    Tornando un istante alla capote, l’insieme del meccanismo di apertura/chiusura e gli attuatori idraulici, i roll-bar nascosti, pesano in tutto appena 44 kg. Importerà poco dei consumi a chi potrà permettersi un esemplare di R8 Spyder, comunque la riduzione del 10% è un risultato importante, ottenuto anche attraverso l’introduzione della funzione coasting in rilascio (dichiarati 8,5 chilometri con un litro).
    Dal motore V10 a doppia iniezione – diretta e indiretta – la coppia si trasferisce alle quattro ruote grazie a una frizione a lamelle, che ripartisce all’anteriore una quota di potenza quando necessario; cavalli da gestire dal cambio doppia frizione S-Tronic 7 marce, con palette al volante.

    Quest’ultimo può scegliersi anche in versione Performance R8, introducendo tre ulteriori parametri di guida (Dry, Wet e Snow) a quelli già offerti dall’Audi Drive Select.

    Le differenziazioni tecniche tra coupé e Spyder si sintetizzano specialmente nell’irrigidimento dei longheroni sottoporta, dei montanti anteriori e della cornice del parabrezza, per sopperire alla mancanza del tetto e assicurare ugualmente un’elevata reattività alla guida.
    Arriverà in futuro su R8 coupé, invece, una novità proposta su R8 Spyder, ovvero, l’integrazione di alcune app dello smartphone sullo schermo dell’Audi Virtual Cockpit da 12,3 pollici, completato dal navigatore MMI Plus di serie e l’Audi Connect (optional). A richiesta è anche l’impianto frenante carboceramico, non le pinze a 8 pompanti all’anteriore, di serie già con l’impianto di base.

    Benzina:

    Audi R8 Spyder 5.2 V10 540 cavalli quattro S tronic 184.400 Euro

    496

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AudiAuto 2016Auto nuoveAuto sportiveCabrio e spiderSupercar
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI