Nuova Audi RS3 Sportback 2017: scheda tecnica, uscita e prestazioni [FOTO]

Sostanziale sviluppo delle caratteristiche del motore TFSI, adesso offre 400 cavalli. Tutto sulla Nuova Audi RS3 Sportback 2017.

da , il

    La Nuova Audi RS3 Sportback 2017 si aggiorna e introduce un deciso step evolutivo nelle prestazioni del motore 5 cilindri TFSI 2.5 litri. Il look esterno, ovviamente, resta come sempre molto aggressivo e particolare, riconoscibile a prima vista. La sfida con Mercedes AMG A45 la vede primeggiare, sebbene abbia un propulsore di cubatura e frazionamento maggiore, che rende impossibile un reale confronto diretto. Prevendita aperta dal mese di aprile, la commercializzazione inizierà da fine state. Il motore è un cinque cilindri turbo benzina da 2.5 litri capace di 400 cavalli e 480 Nm di coppia, incremento di potenza che raggiunge i 33 cavalli e 15 Nm, accompagnato da una riduzione di peso di ben 26 kg. E’ un’unità che si inserisce pienamente nella tradizione Audi, il cinque in linea. Cambio S Tronic 7 marce, che trasmette la coppia sulle quattro ruote, grazie alla trazione quattro gestita da una frizione multidisco elettroidraulica .

    Attraverso l’Audi Drive Select System si può intervenire per ritagliare diverse modalità di funzionamento, tra Comfort, Auto, Dynamic e Individual, ciascuna a incidere sulla taratura dello sterzo progressivo, la velocità di cambiata, la risposta del motore e l’assetto. A richiesta si potranno avere gli ammortizzatori adattivi.

    Prestazioni della vettura

    Le prestazioni assicurate sono di prim’ordine, sintetizzabili in un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 4.1 secondi (2 decimi di miglioramento sulla precedente RS3 Sportback) e una velocità massima autolimitata a 250 km/h, con facoltà di innalzare il limitatore a 280 su richieta del cliente. Sorprende anche la disponibilità di coppia già a 1.700 giri, per una curva piatta fino a 5850 giri/min.

    Il 2.5 litri si caratterizza sia per l’adozione dell’iniezione diretta e indiretta, sia per la presenza dell’Audi Valvelift System, che controlla la durata dell’apertura delle valvole di scarico, modulandola ora per ottenere la migliore efficienza e consumi, ora la migliore reattività e prestazioni. I consumi dichiarati nel ciclo misto sono di 8.3 litri/100 km.

    Tecnica all’avanguardia

    Prima di raccontare il design, evidente di per sé nelle differenze rispetto a una comune Audi A3 Sportback, va approfondita la tecnica. Le sospensioni mantengono lo schema McPherson anteriore e multilink a 4 bracci al posteriore, mentre le carreggiate sono state ampliate di 20 millimetri al posteriore e il corpo vettura ribassato di 25 millimetri. In tema di sospensioni e di assetto, vanno aggiunti due dati: la possibilità di optare per gli ammortizzatori a controllo elettronico, del tipo magnetoreologico (un liquido che varia di consistenza in presenza di un’induzione elettrica, generando una rigidità superiore dell’ammortizzatore), con quattro setup selezionabili, già anticipato, oppure un sistema adattivo a richiesta.

    La compatta supersportiva di Ingolstadt poggia su cerchi da 19 pollici e gommatura 235/35, mentre a frenare i 1.500 kg di massa ci pensa un impianto frenante con pinze anteriori a 8 pistoncini e dischi da 370 mm di diametro, sempre che non si voglia optare per l’impianto carboceramico, disponibile a richiesta.

    Il design moderno

    Il frontale sfoggia un paraurti superbo per sportività, con i profili verticali grigi che quasi ricordano un’ala da monoposto. I fari full led sono proposti di serie, a richiesta di potranno avere quelli Matrix led. Ampie aperture contribuiscono al raffreddamento degli organi ausiliari al motore, mentre uguale bordatura in grigio satinato si ritrova sulla calandra single-frame, impreziosita dalla scritta Quattro sulla griglia. A contrasto anche le barre sul tetto e le calotte degli specchietti, elementi tipici di una fiancata che gioca tutto sull’altezza da terra ridotta e i cerchi maggiorati.

    Al posteriore si segnala lo spoiler pronunciato ma non eccessivo e i due terminali di scarico inseriti in un diffusore con i canali esterni bordati in silver. Una delle vere carte extra che la Sportback può giocare nel confronto con la Mercedes A45 AMG risiede nella capacità e facilità d’accesso al bagagliaio: 380 litri contro 341.

    Interni della nuova RS3 Sportback

    Gli interni di nuova Audi RS3 Sportback ricalcano il disegno delle versioni normali, segnalandosi unicamente per il volante in pelle tagliato in basso, con targhetta RS3 sulla razza centrale, cuciture a contrasto e la pedaliera in acciaio. L’ambiente resta nel solco di una sportività sempre sposata con la giusta eleganza, così anche i sedili sportivi in pelle Nappa di serie appaiono conformati correttamente, senza scadere nell’esagerazione di un prodotto estremo. Volendo, sono disponibili le sedute RS, ancor più sagomate e contenitive.

    L’offerta di sistemi di assistenza alla guida e la multimedialità riprendono quanto già visto su Audi A3 Sportback restyling. Spazio all’Audi Connect con modulo LTE, all’hotspot wifi, il navigatore satellitare con Google Earth integrato, la compatibilità con Android AUto e Apple Carplay, proseguendo con l’audio premium e il sistema traffic jam assist per automatizzare in parte la marcia in colonna, fino a 65 km/h.