Fiat, la Panda rinviata al 2012

La Fiat annuncia che il nuovo modello della Panda sarà rinviato nella sua commercializzazione

da , il

    FIAT Panda

    Fiat rimanderà il lancio della nuova Panda fino al 2012. È quanto emerge da un’intervista rilasciata dallo stesso amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, che prevede una crisi per il mercato auto attuale, con la conseguenza di rimandare la commercializzazione di nuovi modelli. La notizia è rimbalzata anche dalla rivista Automotive News Europe, che l’ha fatta conoscere a tutto il vecchio continente. Il Lingotto aveva pronta la vettura, già da qualche mese, ma ha preferito ritardare il suo lancio, basandosi sulla crisi del mercato e sulla opportunità di rimandare il lancio commerciale.

    Lo stesso ad di Fiat, Marchionne, ha deciso di congelare il progetto Panda e di rinviarlo fino all’anno 2012, fermando anche la spesa prevista per un simile evento. Non è la prima volta che la messa in commercio della Fiat Panda è rinviata.

    Così come non è la prima volta che il gruppo industriale torinese blocca la commercializzazione di alcune delle sue vetture, specie nel periodo di tempo intercorso tra la fine del 2008 e la fine del 2009. La ragioni di Marchionne, in merito al fatto di avere procrastinato il nuovo modello della Panda, sono state giustificate dalla crisi del mercato dell’auto che avrebbe, di sicuro, condizionato negativamente l’apprezzamento per una simile vettura.

    Il motivo, dunque, del rinvio del lancio della Panda è stato di carattere contingente, così come la ripresa del progetto dipenderà anche dalla ripresa del mercato dell’auto, verosimilmente nel 2011 e negli anni a seguire. Allo stesso modo, anche la commercializzazione della nuova Lancia Ypsilon sarà rinviata al 2012.