Motor Show Bologna 2016

Nuova Ford Fiesta 2017: prezzi, interni e anche 3 porte [FOTO]

Nuova Ford Fiesta 2017: prezzi, interni e anche 3 porte [FOTO]
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2017, Auto nuove, Ford, Ford Fiesta, Utilitarie
Ultimo aggiornamento: Giovedì 01/12/2016 10:57

    Sono passati ben 8 anni da quando l’attuale utilitaria Ford venne presentata. Un lasso di tempo decisamente lungo, che richiede il lancio della nuova Ford Fiesta 2017, presentata in anteprima mondiale al Go Further a Colonia. I muletti della nuova generazione della Fiesta giravano già da molto tempo su strada, prima sfruttando la base dell’attuale modello, e ultimamente con la carrozzeria definitiva. Cominciamo con il parlare della gamma: la nuova Fiesta è disponibile in 4 differenti versioni, che vogliono cercare di rispondere alle esigenze più diverse della clientela del segmento B.

    4 anime diverse

    Fiesta normale, Active, ST Line e Vignale. La prima, ovviamente, è la classica versione utilitaria, pensata per il grande pubblico. La Active, invece, è una variante rialzata e con protezioni per la carrozzeria simili a quelle dei SUV. Una sorta di rivale della Polo Cross, tanto per capirci. La ST Line, invece, è più dinamica e sportiva, pensata come trait d’union tra la Fiesta tradizionale e la futura sportiva ST. La Vignale, infine, innalza il livello di finiture e qualità percepita, andando ad indirizzarsi verso un mercato più premium. La versione ST, la sportiva dura e pura, sarà disponibile in un secondo momento e si vocifera che potrebbe adottare il motore 1.6 turbo da 220 cavalli. La Fiesta RS? Smentita più volte, difficile escludere a priori che possa arrivare con la nuova serie. LEGGI ANCHE: Nuova Ford Fiesta 2017 ST: foto spia per la versione sportiva [FOTO]

    Il design è una naturale evoluzione di quello del precedente modello. L’anteriore si riconosce a prima vista: è indiscutibilmente Ford, con i gruppi ottici appuntiti e sviluppati in orizzontale, che puntano proprio verso la calandra centrale trapezoidale. Si nota una certa influenza della Focus in queste forme dell’anteriore, più morbide rispetto a quelle del modello uscente. La vista laterale è quella che più resta simile a prima, con ricchi giochi di luce sulle lamiere, una linea di cintura che va a salire verso il posteriore ed un tetto spiovente il giusto. Al posteriore, per la prima volta, dobbiamo dire ai gruppi ottici dalle proporzioni equilibrate tra altezza e larghezza: adesso sono a sviluppo orizzontale, proprio come vuole il mercato ultimamente. Si notano anche elementi di design che denotano una certa cura per l’aerodinamica, frutto di anni di progresso. Buona notizia per gli amanti delle tre porte: la Fiesta sarà venduta con carrozzeria sia a cinque, che tre porte. Segno che la Ford crede ancora sulla variante di carrozzeria con due sportelli in meno, in un mercato che sembra preferire le cinque porte e, purtroppo, taglia le versioni dallo stile più accattivante e sportivo. Dentro, poi, un’altra vera e propria rivoluzione. Ve la ricordate la vecchia Fiesta, con quella consolle centrale con una miriade di pulsanti e bottoni? Bene, ditele addio. Il tutto è stato sostituito da un’ampio display touchscreen (che a detta di Ford ha permesso di eliminare oltre 20 bottoni), con il sistema Sync 3 che sarà come sempre il cuore della multimedialità. Un innalzamento anche per quanto riguarda la scelta dei materiali e la cura delle finiture, che comunque erano già di discreto livello anche prima. Le dimensioni della nuova Ford Fiesta 2017? La notizia importante è la conferma del passo a 2 metri e 49 centimetri, esattamente quello del modello in uscita. La larghezza resta anch’essa molto vicina ai 171 centimetri del modello attuale, sale a 1 metro e 73 centimetri. Altezza di 1 metro e 48, due centimetri inferiore a oggi, mentre la lunghezza fa registrare un sostanziale incremento di 7 centimetri, da 3 metri e 97 a 4 metri e 04. Un corpo vettura che calzerà differenti misure di cerchi in lega, a seconda dell’allestimento e della motorizzazione. L’accesso è su cerchi in acciaio da 15 pollici, quelli da 16 pollici prevedibilmente saranno appannaggio della Fiesta Active. Quattro proposte di misura per i set in lega: 15″, 16″, 17″ e 18″.

    Un netto salto in avanti viene compiuto sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida e la dotazione multimediale. Tre diverse versioni di schermo in plancia, dal piccolo 4,6 pollici allo step intermedio del SYNC3 con display 6,5 pollici, fino al top di gamma con display da 8 pollici. Offrirà tutte le carte già apprezzate tra connettività con smartphone, comandi vocali, navigazione e contenuti connessi. Altra tecnologia, quella applicata alla guida, sotto forma di sistemi attivi e passivi, la ritroviamo fortemente ampliata. Gli occhi virtuali dell’elettronica saranno composti da telecamere, sensori e radar, da combinare per il funzionamento, ad esempio, dell’Active Park Assist con parcheggio perpendicolare. Interessante è la capacità di fermare l’auto se il guidatore non si accorge dell’avviso di fermarsi per non tamponare l’auto dietro in fase di manovra. Indirettamente legato alla fase di parcheggio è anche il Cross Traffic Alert, che rileva il sopraggiungere di altri veicoli quando non si ha piena visuale di ciò che accade dietro. Ovviamente presente la frenata automatica d’emergenza, con rilevamento dei pedoni, il riconoscimento della segnaletica stradale, il Blind Spot Monitor e l’avviso del superamento involontario di corsia, nonché l’evoluzione che assiste a mantenere la corsia corretta. A vantaggio del comfort di marcia, oltre che della sicurezza, vanno gli abbaglianti automatici, il cruise control adattivo con limitatore di velocità, l’indicatore della distanza di sicurezza. Difficile trovare un dispositivo assente, in un segmento che, non dimentichiamo, è pur sempre quello delle utilitarie.

    Della nuova Ford Fiesta 2017 ST abbiamo già detto: probabilmente avrà qualcosa attorno ai 220 cavalli di potenza, per poter offrire qualcosa in più dell’attuale Fiesta ST200. Per quanto riguarda il resto della gamma non mancherà, ovviamente, il tre cilindri 1.0 EcoBoost in varie declinazioni di potenza: 100, 125 e 140 cavalli le proposte del turbo. Tra gli aspirati, buoni per tenere un prezzo d’attacco basso e per chi non ha troppe pretese prestazionali, ecco l’1.1 quattro cilindri da 70 e 85 cavalli, con cambio manuale 5 marce, diversamente dagli EcoBoost, tutti con il sei marce (anche automatico sul 100 cavalli). Due alternative tra i diesel, entrambe 1.5 TDCI: 85 e 120 cavalli. Al momento non abbiamo informazioni dettagliate sulle motorizzazioni e nemmeno sui prezzi. Data l’iniezione di contenuti e qualità, possiamo aspettarci un leggero rialzo del listino, ma poca roba. L’attuale Ford Fiesta parte da 12.750 euro. Ultima informazione importante: quando sarà in vendita? In Italia arriverà più o meno a luglio 2017.

    1113

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI