Hyundai i10: prova della piccola grande citycar

Hyundai i10: prova della piccola grande citycar
da in Auto 2013, City car, Hyundai, Hyundai i10, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento:

    A cinque anni di distanza dall’uscita della precedente versione e dopo aver venduto oltre 68mila esemplari in Italia la Hyundai i10 debutta tra i paesaggi mozzafiato e sulle strade sinuose della Sardegna dopo essersi presentata al Salone di Francoforte 2013. La Hyundai i10, che verrà costruita in Turchia (la prima “segmento A” Hyundai ad essere progettata, sviluppata e costruita in Europa) aggredisce il segmento A (segmento dove Allan RUSHFORTH, Senior Vice President e COO, Hyundai Motor Europe prevede una crescita in proiezione nei prossimi anni) con caratteristiche generalmente associate a segmenti più alti ma con un prezzo non da premium. Auto di sostanza che non rinuncia ad essere attraente grazie al concetto della “scultura fluida” di Hyundai. La i10 è Sostanza, Stile e Sicurezza.

    MODELLO NON PIU’ IN LISTINO DA FEBBRAIO 2017

    MODELLO NON PIU’ IN LISTINO DA FEBBRAIO 2017

    La Hyundai i10 dovrebbe (secondo le previsioni aziendali) raggiungere le 74.000 unità in Europa nel 2014 (pari a una quota di mercato del 6,3%) in un segmento A che è destinato a crescere fino a 1,4 milioni di unità entro il 2016. Secondo la casa coreana spera che la nuova “maturità” della i10 possa anche allargare il target dei clienti e raggiungere una fascia più ampia rispetto alla precedente generazione.

    DSC1394

    Hyundai i10 esterni: forme europee per clienti europei

    La Hyundai i10 misura 3.66 metri in lunghezza, 1.66 metri in larghezza ed 1.49 metri in altezza, è di 8 cm più lunga della versione precedente diventando così l’auto più lunga del segmento oltre al modello più largo (1660mm, + 65 mm).
    Il parabrezza meno curvo e i nuovi montanti anteriori garantiscono al conducente una visuale ampia, rendendo più sicura la guida nelle curve cieche e nelle manovre in città.

    La i10 si compone di una gamma di 3 allestimenti (Classic, Comfort e Style), due motori (1.0 e 1.2), due trasmissioni e 2 alimentazioni. I motori benzina 1.2 (87 CV) e 1.0, quest’ultimo con frazionamento tre cilindri ed accreditato di 65 CV.
    Hyundai i10 presenta anche una nuova motorizzazione 1.0 Blue Drive che vanta performance interessanti: 930km di autonomia, 40l di serbatorio, 98 g/km di emissioni di CO2 e 4,3 km/l nel ciclo medio combinato.
    Una gamma di numerosi colori esterni, disponibili con finiture in tinta unita, metallizzate e perlate e secondo i 3 allestimenti tradizionali Classic, Comfort e Style. Le colorazioni in tinta unita comprendono il Baby Elephant (grigio), Morning Glory (blu) e Pure White (bianco), mentre la gamma metallizzata è composta da Sleek Silver, Star Dust (grigio), Sweet Orange e Montano Sky (blu). Quattro i colori perlati: Phantom Black, Red Passion, Wine Red and Silky Beige.

    New Generation i10 (8)

    Di notevole impatto anche il comparto comfort e sicurezza. L’equipaggiamento comfort, a seconda della versione scelta, può comprendere il climatizzatore automatico,volante in pelle e cruise control (con limitatore di velocità) HAC (assistenza alla partenza in salita), “smart card” (chiave intelligente con tasto d’accensione), luci di posizione a LED . Per quanto riguarda la sicurezza interessante la presenza su ogni esemplare (con dotazione di serie) di 6 airbag, ESP (controllo elettronico della velocità), ESC (controllo elettronico di stabilità), VSM (gestione stabilità del veicolo), TPMS (Tyre Pressure Monitoring System) ed ESS (Emergency Stop Signal) solo sulle versioni top di gamma.
    Il modello e la versione che riceverà più attenzione dal pubblico sarà il 1.0 in allestimento comfort.

    New Generation i10 (2)

    Hyundai i10: interni da “grande”

    La citycar i10 coreana offre un abitacolo accogliente per tutti gli occupanti. Il passo allungato (5 mm, fino a 2385mm) ha permesso un abitacolo più largo, spazioso e maggior spazio interno ha permesso di spostare in avanti il cambio di 25 mm.
    Chi si siede davanti può beneficiare di 1070 mm disponibili per le gambe (un dato al vertice dell’intero segmento), ma anche di 1306 mm per le spalle e 1008 mm per la testa. Per essere un’utilitaria di segmento A si stà bene (sicuramente 4 adulti di almeno 180cm ci stanno comodamente).

    La capienza del bagagliaio aumentata del 12% a 252 litri con un aumento di 27 litri rispetto alla versione precedente (due trolley medi trovono vita facile). I sedili posteriori sono sdoppiati asimmetricamente (60:40), per una capienza pari a 1046 litri, a cui si può accedere da un ampio portellone. Nella tasca di ogni portiera è possibile ospitare una bottiglia da 1 litro, mentre due vani portabevande sono posizionati dietro la leva del cambio per migliorare la qualità della vita a bordo.
    La Hyundai si presenta con una scocca più robusta che oltre a migliorare la resistenza all’impatto permette anche di ottenere significativi miglioramenti a livello di NVH (rumorosità e vibrazioni) portando ad un -6 decibel rispetto alla concorrenza.
    Non solo una scocca più robusta ma anche nuovi cuscinetti idraulici di maggiori dimensioni, strutture con pannello fonoassorbente sul cruscotto, doppie guarnizioni sulle portiere. Tutti questi accorgimenti permettono di raggiungere un livello di rumorosità pari a soli 38 decibel (dB) al minimo e 65 dB sull’asfalto.

    DSC1433

    Salendo a bordo si percepisce la qualità dei materiali, un’attenta selezione dei colori e particolare cura per quei dettagli come la tastiera per gli alzacristalli elettrici (inserita sulla portiera) ed il poggiatesta anteriore in tessuto. L’abitacolo non presenta a vista elementi metallici, a favore dell’impressione di comfort e qualità.
    La versione base sfoggia una combinazione di stoffa e vinile di colore beige, ma anche tricot in tessuto blu e arancio, con pannelli laterali in tessuto nero.

    Nelle versioni alto di gamma sono stati inseriti anche tessuti con profili rossi, con pannelli laterali in similpelle nera. Un importante contributo alla sensazione di qualità offerta degli interni della i10 è dato dagli intarsi colorati che si estendono per tutta la larghezza del cruscotto e che accentuano lo spazio disponibile.
    La strumentazione ed i comandi sono facilmente raggiungibili e posizionati intuitivamente: non vi sono viti a vista coperte come sono con specifici rivestimenti (come intorno alle maniglie interne delle porte).

    DSC1473

    Hyundai i10 su strada: si guida in “sicurezza”

    Nel primo contatto con la Hyundai i10 ho provato in due riprese l’allestimento Style con colore di carrozzeria Sweet Orange e colori interni sempre Orange. Ho provato sia la motorizzazione 1.2 che 1.0 con trasmissione meccanica a 5 marce.

    Niente da dire sul comfort e la vivibilità interna; per essere un’auto del segmento A lo spazio è abbondante (4 persone di almeno 180cm stanno comode) e il bagagliaio è generoso. Le finiture interne e il gioco di colori mi è piaciuto (ho guidato il top di allestimento) e mi è piaciuto anche il pacchetto abbondante di sicurezza e connettività. Il cambio spostato più avanti rispetto alla vecchia generazione lo preferisco, per il mio tipo di guida.

    L’auto è facile da guidare, precisa nell’inserimento in curva. La i10 è ben riuscita anche se manca un po’ di brio sopratutto per la motorizzazione 1.0 anche se è corretto precisare che non l’ho provata in città (suo luogo ideale) ma su strade più impegnative con sali e scendi importanti.
    Il display della radio posizionato al cento della plancia sopra la strumentazione del climatizzatore è troppo piccolo anche se mi hanno detto che in futuro potrebbe arrivare qualche special edition con un display multimediale più generoso, aspettiamo.

    Nuova Hyundai i10: “quanto mi costi?”

    La i10 parte da un prezzo di 9.850 euro in allestimento classic con 6 airbag, ABS+ESP+VSM, TPMS, Freni a disco anteriori e posteriori, Computer di bordo, Chiusura centralizzata, Alzacristalli elettrici anteriori, Cerchi in acciaio da 14” con copricerchi e pneumatici 175/65 R14, Luci diurne, Regolazione intensità illuminazione quadro strumenti, Sedili rivestiti in tessuto e vinile.
    L’allestimento Comfort costa 11.350 euro ovvero Classic più Climatizzatore manuale Radio CD+MP3+USB+altoparlanti ant., Antifurto con radiocomando a distanza e chiave pieghevole, Alzacristalli elettrici posteriori, Maniglie esterne e specchietti retrovisori in tinta carrozzeria, Tergicristallo posteriore con intermittenza, Sedili rivestiti in tessuto (arancione/blu), Specchietti retrovisori riscaldabili e regolabili elettricamente.
    L’allestimento Style vale 12.850 euro, ovvero il Comfort più HAC+ESS, Cerchi in lega da 14’’, Indicatori di direzione integrati negli specchietti, Inserti nelle portiere in colore nero, Cinture di sicurezza anteriori regolabili in altezza, Illuminazione statica degli angoli, Portaoggetti lato passeggero e vano bagagli illuminati, Accendino e posacenere, Bluetooth, Comandi audio al volante+altoparlanti posteriori, Fendinebbia con luci diurne a LED.
    In conclusione la gamma parte da €9.850, il passaggio di allestimento costa €1.500, passaggio di motorizzazione (da 1.0 a 1.2 litri) costa €600 e la trasmissione automatica €1.000.

    Ecco un nostro video girato in Sardegna con una action cam Midland XTC 400 HD Action Video Camera

    Hyundai i10: piccola grande city car

    MODELLO NON PIU’ IN LISTINO DA FEBBRAIO 2017

    1625

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2013City carHyundaiHyundai i10Prove auto su strada

    Salone di Ginevra 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI