Salone di Ginevra 2017

Tutte le migliori novità auto presentate al Salone di Ginevra 2017. Su AllaGuida tutte le auto esposte alla kermesse, insieme a consigli, date, mappa, indirizzo, come arrivare e prezzo dei biglietti.

Nuova Jeep Compass 2017: debutta al Salone di Ginevra [FOTO]

Nuova Jeep Compass 2017: debutta al Salone di Ginevra [FOTO]
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2017, Auto nuove, Fuoristrada e SUV, Jeep, Jeep Compass, Salone auto, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento: Venerdì 17/03/2017 11:48

    La sua prima mondiale è stata in Brasile. La nuova Jeep Compass 2017 adesso si mostra in veste europea al Salone di Ginevra 2017, pronta ad aggredire un mercato molto importante nella regione EMEA. Il mercato dei SUV di segmento C è arrivato a fare numeri similari a quelli delle classiche berline e, secondo gli analisti, potrebbe crescere di un ulteriore 20% entro il 2020. Un’occasione ghiotta da non farsi assolutamente sfuggire, insomma. Dall’8 di marzo la nuova generazione della Compass è ordinabile presso i concessionari italiani nell’allestimento Opening Edition, con un’offerta di lancio dedicata che prevede un finanziamento da 229 € al mese per 48 mesi con la garanzia Maximum Care di 5 anni in omaggio. Dal secondo semestre 2017, invece, la commercializzazione di tutta la gamma al completo in tutta Europa. Design molto interessante, quello scelto. C’è una rivisitazione della calandra, sempre con i tradizionali 7 elementi, ma ridotti in altezza, per dare l’idea di un muso avvolgente, che pone i gruppi ottici sulla stessa fascia.

    Integrazione piacevole. La nuova Jeep Compass è prodotto globale, destinato a essere venduto su oltre 100 mercati e, per soddisfare le richieste diversificate di un pubblico eterogeneo, ricorrerà a 17 motorizzazioni, ovviamente specifiche per ciascuna area. Trattamento a contrasto dei montanti, insieme al tetto, che offrirà un grande tetto apribile, questa una delle anticipazioni. Interessante notare anche l’occhio della telecamera frontale, inserito sul paraurti anteriore, vicino all’occhiello di traino di sinistra. L’abitacolo integra bene l’infotainment sulla plancia, con una maschera sulla quale trovano spazio anche le bocchette del clima. La plancia ha una forma trapezoidale ed è un elemento di design caratteristico del marchio Jeep. A seconda degli allestimenti, ci sono display touchscreen da 5,0″, 7,0″ o 8,4″ del sistema Uconnect. Nella consolle centrale sono integrati gli elementi funzionali della Jeep Compass, tra cui il cambio, i comandi del sistema Selec-Terrain, il freno di stazionamento elettronico, i comandi del sistema Stop&Start (ESS), le manopole del volume e del climatizzatore e le prese di ricarica e connettività multimediale. Il quadro strumenti è dotato di display a LED da 3,5″ o 7″. Il display da 7″ a colori, di serie sulle versioni Limited, Trailhawk e Opening Edition, visualizza informazioni che il guidatore può configurare facilmente mentre è alla guida.

    Le capacità off-road vogliono diventare il punto di riferimento nella categoria. Sono garantite da due avanzati sistemi 4×4 full-time: Jeep Active Drive e Jeep Active Drive Low, quest’ultimo con un rapporto di riduzione di 20:1. Ciascun sistema è in grado di inviare il 100% della coppia disponibile a qualsiasi ruota se necessario. Entrambi sono dotati del dispositivo Jeep Selec-Terrain che offre diverse modalità (Auto, Snow, Sand e Mud, oltre alla modalità Rock specifica della versione Trailhawk) per garantire le massime prestazioni 4×4 su qualunque superficie, in strada o in fuoristrada, e in qualsiasi condizione climatica. La Jeep Compass è inoltre dotata di un dispositivo di disconnessione dell’assale posteriore e di un’unità di trasmissione della potenza (PTU) per ridurre ulteriormente i consumi sui modelli con configurazione 4×4. Entrambi i sistemi Jeep Active Drive e Active Drive Low entrano automaticamente in funzione quando si rende necessaria la trazione integrale. La versione Trailhawk presenta inoltre un’altezza da terra aumentata di circa 2,5 cm, piastre di protezione sottoscocca, gancio di traino posteriore di colore rosso, esclusivi fascioni anteriori e posteriori che garantiscono un angolo di attacco di 29,1 gradi, un angolo di dosso di 23,7 gradi e di uscita di 33,1 gradi, pneumatici off-road da 17 pollici e un’altezza libera da terra pari a 22,9 cm. Per prestazioni in fuoristrada “Trail Rated” ancora più estreme, il Selec-Terrain include sull’allestimento Trailhawk anche il sistema Selec-Speed Control con Hill-descent Control. Sarà una sport utility che andrà a prendere il posto, in una volta sola, delle vecchie Jeep Patriot e Jeep Compass, per occupare il segmento dei SUV di segmento C. Una via di mezzo come dimensioni tra la Jeep Renegade (SUV di segmento B) e la Jeep Cherokee (SUV di segmento D): la lunghezza è nell’ordine dei 4 metri e 45 centimetri circa. La piattaforma è la Small Wide (quella della Renegade, insomma), opportunamente allungata, mentre le motorizzazioni saranno prese in prestito dalle solite del gruppo FCA. Per soddisfare tutte le esigenze e le preferenze dei clienti, la nuova Jeep Compassa è offerta in sei diverse combinazioni, tra cui una motorizzazione a benzina con due livelli potenze e due diesel con tre livelli di potenze oltre a due trasmissioni, un’automatica a nove rapporti e una manuale a sei rapporti. La motorizzazione a benzina comprende un MultiAir2 Turbo da 1.4 litri con Stop&Start, 140 CV di potenza a 5.000 giri/min e 230 Nm di coppia a 1.750 giri/min, abbinato al cambio manuale a sei marce e alla configurazione 4×2, oppure un MultiAir2 Turbo da 1,. litri da 170 CV a 5.500 giri/min e 250 Nm di coppia a 2.500 giri/min, abbinato al cambio automatico a nove marce e alla configurazione 4×4. La motorizzazione diesel comprende l’efficiente MultiJet II da 1.6 litri con Stop&Start, 120 CV di potenza a 3.750 giri/min e 320 Nm di coppia a 1.750 giri/min, abbinato al cambio manuale a sei marce e alla configurazione 4×2, oppure un MultiJet II da 2,0 litri da 140 CV a 4.000 giri/min e 350 Nm di coppia a 1.750 giri/min, abbinato al cambio automatico a nove marce o manuale a sei marce e alla configurazione 4×4. Una versione più potente del MultiJet II da 2,0 litri con Stop&Start, in grado di erogare 170 CV in combinazione con il cambio automatico a nove marce e la configurazione 4×4 (inclusa la modalità a marce ridotte specifica della Trailhawk) completerà l’offerta di motorizzazioni diesel disponibili sulla nuova Compass. E c’è già qualcuno che si immagina la possibile variante a marchio Fiat, il famoso SUV di segmento C più grande della 500X. Però è presto per esprimersi a riguardo.

    1019

    ARTICOLI CORRELATI