Nuova Lancia Fulvia: torna a Parigi il made in Italy

Parrebbe adesso più vicina la possibilità di un ritorno della Lancia Fulvia, appuntamento dopo l'estate al Salone di Parigi

da , il

    Nuova Lancia Fulvia: torna a Parigi il made in Italy

    Flussi e riflussi storici quelli che investono anche il mondo dell?auto ed un nome, agli amanti delle quattro ruote, frulla spesso nella mente degli italiani, Lancia Fulvia, a rievocare un tempo lontano, gli anni sessanta e settanta quando nelle strade il nome Fulvia non era sinonimo soltanto di un nome di donna, ma quello di un?auto che fece girare la testa a più di una generazione e che nell?allestimento sport e coupè era il punto di riferimento per la stragrande maggioranza degli abitanti del bel Paese, perché poter comprare una di queste auto nuove significava avercela fatta a diventare qualcuno nella vita, tant?è che possedere una Fulvia significava appartenere al ceto medio-medio alto.

    Non sappiamo se oggi, se mai riproponessero la stessa vettura in chiave moderna, la Fulvia potrebbe avere la stessa connotazione di un tempo, purtroppo il tempo passa e col passare degli anni, cambiano i tempi; quando agli inizi degli anni settanta furono prodotte le ultime Fulvia prima di lasciare il posto alla poco fortunata Beta, la realtà automobilistica italiana era ben diversa da oggi, meno concorrenza, più autarchia volontaria da parte dei nostri connazionali e minori provocazioni giungevano dai competitors esteri, convinti come eravamo e, forse a ragione, che un certo tipo di auto, soprattutto sportive, le sapevamo fare belle solo noi. Oggi è diverso, basta voltarsi in giro per scoprire che anche marchi meno blasonati quando ci si mettono d?impegno realizzano vetture piacevolissime e a noi molto vicine, non foss?altro perché spesso a disegnarle sono gli stessi italiani.

    Ma torniamo alla Fulvia, gli italiani hanno sempre riservato a questa vettura lo stesso posto nel cuore che avevano lasciato per la 500, ripagati solo dall?arrivo della nuova Fiat 500 e con la sportiva di Casa Lancia s?è verificata la stessa cosa, anche se ancora nulla è stato fatto per sanare la ferita lasciata aperta da oltre 30 anni. La testimonianza di quanto attesa sia la vettura ce la diede il Salone di Francoforte di cinque anni fa quando fu presentata una concept car molto somigliante alla sportiva anni settanta che riscosse un successo incredibile, alimentato dal fatto che la nuova Fulvia sembrava lì da venire, ma poi non successe nulla, le poche risorse da destinare al progetto, Fiat, sicuramente in maniera saggia, le riservò a sanare al meglio la propria realtà industriale e il progetto finì in un cassetto.

    Ma il ricordo di quella concept è rimasto vivo nella mente degli italiani e non è bastato assistere al ritorno della Delta, altro baluardo irrinunciabile per i nostri connazionali, perchè, far tornare la Delta che pure aveva sostituito in parte la Fulvia berlina, con l?intermezzo della poco riuscita Beta berlina, non è servito a contentare gli animi, un coro unanime grida il ritorno della Fulvia, anche se anche la Beta parrebbe prossima a tornare anch’essa.

    Ma oggi, potremmo essere accontentati quanto prima, se è vero che sta prendendo corpo la possibilità per Lancia di ricavare una Fulvia coupè dallo stesso pianale della Fiat Grande Punto, un po? come s?è fatto con l?Alfa Romeo Mito, utilizzando un motore di 1.400 cc. di cilindrata e la trazione anteriore con una potenza fino a 150 cavalli.

    Vedremo l?opera quasi completa, perché pur sempre di una concept car parliamo, al prossimo Salone dell?Auto di Parigi subito dopo questa calda estate, la vettura potrebbe lì presentarsi come una coupè-cabrio, ma questo è ancora da stabilirsi, pronta a contrastare la concorrenza che potrebbe giungerle da BMW con la Serie 1 e dalla stessa Audi, con la A3.

    Se la Fulvia dovesse risorgere sarà la terza più recente vettura ad essere realizzata dopo la Nuova Delta e la nuova Ypsilon per il marcio Lancia nell?ultimo peirodo, insomma, una sorta di resurrezione dopo anni di silenzi starebbe riguardando, finalmente, il marchio di lusso di Fiat.

    Le foto della vecchia Lancia Fulvia sono del sito: Viva-lancia