Nuova Mazda 3: foto e caratteristiche tecniche

La Mazda 3 non è solo un’auto nuova capace di soddisfare organi di senso quale vista e tatto, prestando attenzione ai motori ci accorgiamo che anche l’organo sensoriale dell’udito, quello che generalmente poca importanza riveste nella scelta dell’auto, è perfettamente soddisfatto anch’esso

da , il

    Nuova Mazda 3: foto e caratteristiche tecniche

    Quanto mai attenta alle nuove esigenze del mercato dell’auto, nonostante una crisi che attanaglia l’intero settore automotive che sembra non voler mollare la sua presa, si proietta al futuro, rimanendo perfettamente nella realtà, la Mazda con la sua nuova Mazda 3 adesso proposta in due interessanti allestimenti.

    Si presenta infatti in versione hatchback a cinque porte la nuova Mazda 3 che, senza rinunciare al bagaglio cospicuo di esperienze che s’è fatta in questi ultimi decenni, recupera dal passato quanto di meglio ha rappresentato la propria produttività apportando però nella nuova versione gli elementi tutti che fanno della nuova Mazda 3 un’auto davvero moderna e quanto mai aggiornata.

    Di scena la sorpresa in nuova Mazda 3

    Il primo approccio è quello giusto davanti alla nuova Mazda 3, un attimo di sorpresa di fronte ad un design che in parte ha rivoluzionato un modello di successo ma poco coccolato dal mercato nella precedente versione, oggi invece si presenta, grazie a tutti gli aggiornamenti cui è stata fatta oggetto la vettura, con un design molto convincente, per via delle numerose modifiche estetiche che sono state approntate alla calandra, con un nuovo disegno e altrettanto inedita aerodinamica che ne fanno un’auto dalle linee più filanti e moderne.

    Partecipano attivamente al nuovo look vincente della nuova Mazda 3, anche i gruppi ottici di nuovo profilo e le maggiori dimensioni che aggancia in parte il modello a quello precedente ereditando da quest’ultimo gli elementi di successo e trasferendoli sulla nuova vettura in chiave sicuramente più moderna che mai.

    Sportiva dentro, sportiva fuori

    L’impressione di trovarci di fronte ad un’auto che della sportività ha fatto il suo cavallo di battaglia, in nuova Mazda 3 è sicuramente confermata dall’impressione che la vettura trasmette ad uno sguardo anche distratto che guardasse la vettura all’esterno come all’interno. Proprio all’interno, infatti, è impossibile non cogliere lo sforzo del costruttore per trasferire la sportività a bordo dove i maggiori spazi non vanno soltanto in direzione del migliorato benessere di viaggio, dove la tecnologia, anche quella che generalmente “ non si vede “, ha compiuto il miracolo trasferendo nella nuova Mazda 3 gli elementi che partecipano attivamente ad una migliore guida ispirata alla massima sicurezza, al massimo confort in assenza totale di vibrazione e rumorosità, ma che ha anche esportato quel look sportivo e aggressivo che è impossibile non percepire immediatamente.

    Basti osservare l’attenzione riposta dalla Casa nel rimodernare tutti i sistemi di illuminazione interna, così come fatto anche con il rimodellamento totale dei sedili, sportivi anch’essi,senza mai dimenticare che benessere a bordo di un’auto non è solo inteso in vista del confort di marcia, ma anche della cura che si è voluta prestare all’intrattenimento e quale migliore opportunità può essere data ad un passeggero o allo stesso conducente se non poter contare sull’impianto radio/CD/MP3 con 10 altoparlanti ad effetto surround della Bose con speciale accorgimento di compensazione del rumore Audiopilot 2; se a questo aggiungiamo la connettività Bluetooth, l’impianto vivavoce a bordo, solo per citare i più importanti, si intende bene come il passaggio della Mazda con la 3 da una generazione all’altra è stato puntuale, quanto mai atteso, ma realizzato coi tempi giusti al fine di portare sul mercato un prodotto finito che non temesse confronti; e così è stato!

    Non c’è miglior design che non sia quello accostato ad un bel colore

    Non poteva mancare, da parte di Mazda per la nuova 3, un’attenzione particolare rivolta ai colori della carrozzeria, nuovi anch’essi che completano la gamma di tonalità fin’ora disponibili per questa vettura. Sono infatti cinque le nuove tinte cui poter contare, colori che sono in perfetta pendant sempre con gli interni; lo vediamo bene con i nuovi Blu Celestial Mica, Indigo Light Mica, Aluminium Metallic e Graphite Mica, dove le tenui nuance delle tinte metallizzate riverberano all’interno una sorta di chiaro-scuro rilassante che continua, senza mai esaurirsi, col colore dei tessuti e col gioco di luci artatamente determinato dalla confluenza dei tessuti con il metallo appositamente studiato per arricchire gli interni.

    I motori, nuovi e rispondenti alle aspettative

    Sembra a questo punto un dettaglio parlare di motori, se l’impressione che avevamo tratto della nuova Mazda 3 era quella di un’auto votata al successo già dal primo impatto, parlare dell’anima di un’auto rappresentata dai motori sembrava quasi aggiungere un di più alla Mazda 3, eppure, impressione visiva, piacere tattile di fronte alla nuova Mazda 3, sarebbero nulla se non ci trovassimo anche stavolta di fronte a moderni propulsori che contribuiscono, anche da soli, al vanto di questa nuova auto giapponese.

    Nuovi motori benzina e turbodiesel

    Infatti, in aggiunta al 1.600 cc. di cilindrata turbodiesel capace di erogare 109 cavalli di potenza, con filtro antiparticolato in grado di percorrenze ben oltre i 22 chilometri con un litro di gasolio, decisamente più risparmioso del precedente propulsore che va a sostituire e sicuramente a più basso impatto ambientale, 119 gr/km di Co2, si aggiunge il 2,0 litri da 150 cavalli, benzina, Euro 5, offerto con cambio automatico a cinque marce, un propulsore elastico, brioso e potente che si offre in tutta la sua potenzialità senza far rinunciare mai a consumi perfettamente in linea col mercato, quasi 13 chilometri e mezzo con un litro di benzina e 175 gr/km di Co2 (i valori si riferiscono al motore con cambio automatico) , senza mai dimenticare il più tranquillo 1.600 cc. di cilindrata, sempre benzina, da 105 cavalli, ancora più risparmioso, quasi 16 chilometri con un litro di benzina, a basso impatto ambientale, viste le emissioni di 149 gr/km di Co2.

    Ma rischieremmo di fare un grande torto alla nuova Mazda 3 se non citassimo l’inedito ed atteso nuovo motore turbo diesel 2.2 MZR-CD offerto in due varianti, entrambe Euro 5, sia che lo si scelga in versione Standard che High Power, il primo da 150 cavalli di potenza ed il secondo da 185 cavalli. Parliamo di un propulsore che comunque lo si scelga si contraddistingue per i bassi consumi che assicurano percorrenze che vanno da 17 ai 18 chilometri con un litro di gasolio, a seconda delle potenze, basse emissioni inquinanti, da 144 fino massimo 149 gr/km di Co2 e grande spunto nel passare dai bassi regimi a quelli alti anche in presenza di una guida particolarmente impegnativa prevista dal pilota.

    Insomma, la Mazda 3 non è solo un’auto nuova capace di soddisfare organi di senso quale vista e tatto, prestando attenzione ai motori ed al classico giro di chiavetta del quadro comandi, riconosciamo immediatamente, dal sound dei propulsori, la nuova Mazda 3 e, di fronte a tale constatazione, ci accorgiamo che anche l’organo sensoriale dell’udito, quello che generalmente poca importanza riveste nella scelta dell’auto, è perfettamente soddisfatto anch’esso.