Motor Show Bologna 2016

Nuova Mercedes Classe E 2016: prezzi, dimensioni e scheda tecnica [FOTO]

Nuova Mercedes Classe E 2016: prezzi, dimensioni e scheda tecnica [FOTO]
da in Auto 2016, Auto nuove, Berline, Mercedes, Mercedes Classe E
Ultimo aggiornamento: Martedì 08/03/2016 16:03

    Nuova Mercedes Classe E 2016 al Salone di Ginevra

    Nuova Mercedes Classe E 2016 non ha più segreti e si è svelata al pubblico europeo al Salone di Ginevra. Dopo aver debuttato al Salone di Detroit, adesso anche nel Vecchio Continente la si può apprezzare da vicino e dal vivo. Il tutto corredato dai dettagli sulle sue caratteristiche: le dimensioni, i motori, la scheda tecnica della berlina che va a rappresentare un radicale passo in avanti nell’offerta Mercedes nel segmento in cui le rivali sono Bmw Serie 5, Audi A6, Jaguar XF, senza dimenticare Lexus per determinati mercati. E conosciamo anche quelli che sono i prezzi di listino per il mercato italiano. Ma iniziamo a scoprirla un pezzo alla volta.

    E’ una Classe E cresciuta in lunghezza, visti i 4 metri e 92 centimetri, che ne fanno un prodotto allungato di 43 millimetri rispetto al passato, ma sono centimetri extra superati dal guadagno realizzato internamente al passo, ora a 2 metri e 94 centimetri, 65 millimetri in più, che accorciano così gli sbalzi e offrono più spazio a bordo. Un bel design armonioso ed elegante caratterizza il nuovo modello, capace di distinguersi con le varianti più sportiveggianti, grazie alla calandra con doppi profili orizzontali e cornice cromata, il paraurti più elaborato, i cerchi in lega multirazze. Chi, invece, intende la berlina di rappresentanza come prodotto più classico, ritroverà la versione d’accesso Exclusive con griglia a tre listelli e stella posizionata sul cofano motore. I fari Multibeam a led hanno forme che sintetizzano al meglio le soluzioni di Classe C e Classe S, apprezzabile il disegno morbido e l’integrazione perfetta con calandra e lamierati. Lungo la fiancata c’è spazio a una decisa nervatura nella parte alta, tocco dinamico a una silhouette regolare e sobria, come la coda, dove provano a dare un tocco in più di freschezza i terminali di scarico cromati, come l’elemento sul paraurti.

    Nuova Mercedes Classe E 2016 viene offerta con tre motorizzazioni: il turbo benzina 2 litri della E200 ed i turbodiesel delle E220 d e della E350 d. Sul motore della versione 220 d si concentrano le novità più importanti, perché Mercedes abbandona il vecchio 2.1 litri per un progetto nuovo, con basamento e testata in alluminio e una distanza tra cilindri – trattati internamente con Nanoslide, per diminuire le frizioni con il pistone – ridotta di 4 millimetri (ora 90mm), che permette di avere un motore quattro cilindri più corto e compatto. La sovralimentazione è monostadio, con turbocompressore a geometria variabile e la potenza erogata arriva a 194 cavalli, con 400 Nm di coppia. Ben 25 cavalli in più sul 2.1 litri della E220 BlueTEC che rimpiazza, medesima coppia nonostante la cubatura inferiore e consumi dichiarati notevolmente più bassi: 3.9 litri appena nel ciclo misto ogni 100 km (25,6 km/l), contro i 4.5 litri/100 dichiarati da E220 BlueTEC. Sul fronte delle prestazioni, si abbatte di oltre 1″ il tempo in accelerazione, lo zero-cento vale 7″3. Il turbodiesel E 350d è, invece, un V6 3 litri da 258 cavalli, e 620 Nm. Si tratta del diesel più potente in gamma, con tecnologia di trattamento dei gas di scarico SCR e prestazioni decisamente vivaci, con un’accelerazione da 5″9 fino a 100 km/h, mentre i consumi sono di 19,6 chilometri con un litro secondo quanto dichiara la Casa madre. Passando alla Mercedes Classe E 200, monta un turbo 2 litri benzina da 184 cavalli e 300 Nm, accreditato di consumi di 5.9 litri/100 km e un’accelerazione in 7″7. Entrambe le motorizzazioni in oggetto avranno di serie il cambio 9G-Tronic, così come l’Eco Start&Stop, previsto su tutta la gamma. Arriverà successivamente l’ampliamento dell’offerta, a cominciare dalle Classe E 350 e, ossia l’ibrida plug-in con motore turbo 2 litri benzina da 205 cavalli e 350 Nm accoppiato a un motore elettrico da 82 cavalli e 360. La potenza di sistema è di 279 cavalli e 600 Nm, che consentono di staccare un 6″2 sullo zero-cento, consumando nel misto solo 2.1 litri/100 km. Da evidenziare l’autonomia di marcia in modalità elettrica, pari a 30 chilometri. Aspettando una AMG che è nei piani Mercedes, la gamma Classe E si completerà prossimamente con la E 400 4Matic, un biturbo V6 3 litri da 333 cavalli e 480 Nm. Altre due motorizzazioni colmeranno i gap di potenza presenti, quindi un 2 litri 150 cavalli e un benzina da 245 cavalli. Per quanto riguarda l’assetto, nuova Mercedes Classe E proporrà di base uno schema sospensivo classico, con molla e ammortizzatore, regolabili nella taratura e altezza da terra tramite il Direct Control, che presenta tre set-up: Comfort, Avantgarde e Sportivo. A richiesta si potranno avere le sospensioni pneumatiche Air Body Control, a regolazione automatica e adattiva, capaci di modificare molleggio e altezza da terra a seconda della velocità, ottimizzando l’aerodinamica e la dinamica di marcia. Il Dynamic Select, invece, permetterà di intervenire manualmente sui parametri e scegliere tra Comfort, Eco, Sport, Sport +, oppure, definire ogni singolo valore (sterzo, motore, sospensioni, cambio) con la modalità Individual.

    L’abitacolo prende fortemente spunto da alcune soluzioni già apprezzate su Classe S e Classe C, introducendo al contempo degli accorgimenti assolutamente inediti, come i comandi touch sulle razze del volante, grazie ai quali gestire le funzioni secondarie proprio come si farebbe con uno smartphone. Il dettaglio di maggior evidenza è, però, la presenza di due display a colori, opzionali e offerti sulle versioni più ricche della berlina tedesca, nella misura di 12.3 pollici (1920×720 pixel): uno dedicato alla strumentazione dietro il volante, il secondo al centro della plancia, uniti idealmente da un’unica protezione a racchiuderli. L’alternativa è rappresentata da un classico quadro con elementi circolari e un display centrale, oltre a quello della multimedialità/navigazione in plancia, ma da 8.3 pollici. E’ un disegno molto elegante e ricercato quello scelto dai design per l’abitacolo della Classe E di nuova generazione. Tre livelli idealmente definiscono la plancia: quello inferiore, con i comandi del clima e diversificato a seconda della trasmissione – manuale o automatica, in quest’ultimo caso con un andamento più lineare e morbido – e il touchpad multitouch con riconoscimento dei segni grafici; la porzione centrale, che ospita le bocchette d’aerazione; quella superiore, cuore pulsante delle info a bordo, con i due display. Ricercati i colori, i materiali e gli accostamenti. Per una berlina che fa del comfort di marcia una delle carte sulle quali puntare, non potevano mancare sedili ritagliati per ogni esigenza: dal tessuto della versione “base” alle sedute in diverse varietà e lavorazioni di pelle, fino a quelle sportive del pacchetto AMG Line, senza dimenticare il motivo con cuciture a diamante dei sedili Designo. L’ambiente è reso particolare anche dall’illuminazione a led, opzionale quella con 64 diversi colori a scelta, che popola ogni elemento chiave degli interni per regalare effetti unici: anche internamente ai tweeter nei montanti sono stati inseriti led multicolore, ma solo a patto di abbinare l’audio premium 3D Burmester. In tema di led, ma all’esterno dell’auto, ricordiamo la presenza del sistema Multibeam con Intelligent Light System e Adaptive High Beam Assist. Ben 84 singoli led per faro assicurano la massima potenza di illuminazione e il loro comando elettronico permette di oscurare selettivamente quelli che potrebbero accecare altri veicoli, così come elettronicamente viene operata la funzione cornering, per una migliore illuminazione dell’interno curva. Tornando a bordo, abbiamo già detto dei metodi di input con tasti a sfioramento e multitouch, ma nuova Mercedes Classe E avrà anche i comandi vocali Linguatronic per gestire l’infotainment. Un lavoro approfondito è stato portato avanti sulla grafica dei menu e le animazioni, così da spiegare ciascuna funzione dei sistemi di sicurezza e del Dynamic Select prima di essere attivata. A tal proposito, in Mercedes sono stati creati due dipartimenti appositi per lavorare alla progettazione dei controlli e di come mettere in relazione passeggeri e sistemi informativi a bordo, nello specifico sono nati il dipartimento Digital graphics & corporate design e l’User interaction.

    Novità di stile a parte, nuova Mercedes Classe E svetta per le dotazioni hi-tech, con una sfilza di dispositivi per la sicurezza attiva e passiva, oltre alla chicca del parcheggio telecomandato (Remote Parking Pilot). Se Bmw Serie 7 ricorre a una chiave ipertecnologica, la Classe E sfrutterà una app per smartphones, attraverso la quale muovere l’auto in avanti a indietro per effettuare le manovre di parcheggio oltre, ovviamente, a uscire dagli stalli e dal garage. Si dovrà tenere in tasca la chiave d’avviamento e la distanza dall’auto dovrà essere ridotta. Altro utilizzo innovativo dello smartphone, quello che permetterà di regolare automaticamente la posizione del sedile e degli specchietti retrovisori ancor prima di salire a bordo (Digital Car Key). Avvicinando lo smarphone (o un tablet) alla maniglia della portiera, auto e dispositivo comunicheranno attraverso la tecnologia NFC e verranno impostate le azioni corrispondenti. Una volta a bordo, la sicurezza passiva potrà contare su un sistema di spostamento del corpo di passeggero e guidatore verso l’interno, allontanandolo dalle portiere e minimizzando i rischi di impatti laterale. In una frazione di secondo, infatti, i fianchi laterali sullo schienale si gonfiano e fanno sì che chi si trova sui sedili anteriori venga spostato verso il centro dell’abitacolo (PreSafe Impulse Side). Sempre nel malaugurato caso di un incidente non evitabile, con il PreSafe Sound si alleviano le ripercussioni sull’orecchio, causate dall’elevata pressione dei suoni generati in un impatto. Cinque decimi prima dell’impatto, un suono “spia” attiverà progressivamente un muscolo nel canale uditivo, riducendo i disturbi che altrimenti si avrebbero con una sollecitazione improvvisa. Passando al versante dell’automazione della guida, Mercedes Classe E 2016 avrà il Distance Pilot Distronic evoluto, che fino a 200 km/h manterrà la distanza di sicurezza dall’auto che precede e sarà un assistente per impostare le curve con la traiettoria migliore, oltre a intervenire opportunamente sulla frenata. Il guidatore dovrà sempre avere le mani sul volante. Inoltre, fino a 130 km/h il sistema è in grado di rilevare anche i limiti della carreggiata non perfettamente tracciati e puliti e la novità è costituita non solo dal tracking dell’auto che si ha davanti, ma dalla lettura degli spazi della carreggiata e della corsia. Lo Speed Limit Pilot, invece, adegua automaticamente la velocità a seconda dei cartelli stradali incrociati, letti da un’evoluta telecamera stereoscopica, così come netti passi avanti sono stati fatti con i radar e i sensori. In aggiunta, il sistema funziona anche con le informazioni sui limiti di velocità dati dal navigatore satellitare. Interessante sarà la funzione Evasive Steering Assist, con la quale l’elettronica prende il comando del volante e interviene per evitare un ostacolo improvviso, evitando l’impatto. Se quest’ultimo è impossibile da evitare, ad esempio perché manca lo spazio per scansare l’auto e riallineare la vettura in automatico, allora interviene la frenata automatica, quella dell’Active Brake Assist. E’ in grado di rilevare il comportamento delle altre macchine, oltre a leggere la presenza di incroci e l’eventuale attraversamento di veicoli, intervenendo per evitare l’incidente. Non meno importante è il Car-to-X Communication, un servizio di tipo cloud che al contempo fornisce informazioni sul tratto di strada percorso e anticipa al guidatore quali saranno le criticità che si troverà davanti. Tutto passa attraverso server Daimler e le informazioni sono trasmesse all’auto attraverso una sim card.

    Fari posterio di nuova Mercedes Classe E 2016

    Alcuni dettagli giustificano quest’interpretazione. Si parte dal frontale con calandra a due profili, accanto alla stella, poi i paraurti con le tipiche aperture laterali sagomate come su altri modelli Mercedes caratterizzati dal pack AMG Line (da ultimo, il suv GLS). I cerchi in lega a cinque petali, diamantati, sono in qualche modo una novità nel disegno, al pari di quello dei fari anteriori e posteriori, che regalano elevato dinamismo alla berlina di segmento E. Al posteriore si intravedono le cromature delle cornici che sottolineano i terminali di scarico, inserite su un elemento in plastica, a contrasto con la carrozzeria. Altro “accessorio” interpretato in chiave sportiva, le minigonne, che propongono in profilo più accentuato. Delle novità che riserveranno gli interni potrete leggere di seguito, le ultime indiscrezioni aggiungono solo la presenza dei servizi di Google più evoluti e la possibilità di comandare alcune funzioni dell’auto da remoto, attraverso lo smartphone, come l’apertura e chiusura delle portiere e la ventilazione dell’abitacolo.

    Benzina: Mercedes Classe E 200 184 cavalli Sport automatica 51.166 Euro Mercedes Classe E 200 184 cavalli Business Sport automatica 53.240 Euro Mercedes Classe E 200 184 cavalli Exclusive automatica 55.937 Euro Mercedes Classe E 200 184 cavalli AMG Line automatica 59.505 Euro Mercedes Classe E 200 184 cavalli Premium Plus automatica 66.545 Euro Diesel: Mercedes Classe E 220 d 194 cavalli Sport automatica 53.003 Euro Mercedes Classe E 220 d 194 cavalli Business Sport automatica 55.077 Euro Mercedes Classe E 220 d 194 cavalli Exclusive automatica 57.774 Euro Mercedes Classe E 220 d 194 cavalli AMG Line automatica 61.342 Euro Mercedes Classe E 220 d 194 cavalli Premium Plus automatica 68.382 Euro Mercedes Classe E 350 d 258 cavalli Executive automatica 59.592 Euro Mercedes Classe E 350 d 258 cavalli Business Sport automatica 61.666 Euro Mercedes Classe E 350 d 258 cavalli Exclusive automatica 64.363 Euro Mercedes Classe E 350 d 258 cavalli AMG Line automatica 67.931 Euro Mercedes Classe E 350 d 258 cavalli Premium Plus automatica 74.971 Euro

    2340

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI