Questo sito utilizza cookie a scopi funzionali e analitici. Possono essere presenti anche cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Nuova Peugeot 308 GTi: il nuovo modello consegnato all'Arma dei Carabinieri

Una nuova Peugeot 308 GTi in forza all'Arma dei Carabinieri di stanza a Roma. Servirà per pattugliamento, scorta o trasporto organi

da Claudio Anniciello,

La nuova Peugeot 308 GTi è stata consegnata all'Arma dei Carabinieri per aumentare il parco auto al servizio di questo organo di Difesa. Non è di certo una novità che corpi del genere si attrezzino di auto di una certa potenza e prestanza, perlopiù concesse in comodato gratuito, non solo per pattugliare al meglio il territorio ma anche per servizi straordinari come il trasporto organi. La più potente delle Peugeot 308, infatti, si inserisce in un contesto che vede fregiate dei colori dei Carabinieri anche una Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ed una Lotus Evora, ormai in servizio attivo già da diverso tempo e con diverse operazioni al proprio attivo. Questa donazione sottolinea ancora una volta l'impegno del Gruppo PSA all'interno del contesto italiano, territorio che ha da tempo regalato grandi soddisfazioni e numeri di vendita importanti.

La cerimonia di consegna dell'auto ha avuto luogo nel parco del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, dove si sono riuniti il Comandante Generale Tullio Del Sette assieme e dei vertici dello Stato Maggiore dei Carabinieri con il Direttore Generale di Groupe PSA Italia, Massimo Roserba, ed il Direttore del Brand Peugeot in Italia, Salvatore Internullo.

Chiaramente il motore, l'assetto e la dinamica della Peugeot 308 GTi dei Carabinieri non hanno subito modifiche di sorta, si parla sempre di un 1.6 litri THP con 272 cavalli, differenziale meccanico Torsen e dischi freno da 380 mm all'anteriore, ma la carrozzeria e gli interni hanno dovuto chiaramente subire delle modifiche, e qui è intervenuta la carrozzeria torinese NCT.

L'auto è stata adesso dotata di supporti arma lunga a bloccaggio meccanico così come di tutto l'apparato che permetta il funzionamento del sistema ODINO, per lo scambio di dati operativi, ma ci sono anche i lampeggianti a nano LED ed un piano scrittoio al posto della cappelliera posteriore, con tanto di prese USB. E poi c'è la classica grafica dei Carabinieri, che potremmo ammettere doni un aspetto imponente e cattivo a qualsiasi auto.

Poichè le prestazioni dell'auto - che farà servizio su Roma ma potrà essere utilizzata anche per compiti più delicati come il trasporto organi - non sono da sottovalutare, i conduttori saranno accuratamente scelti tra i militari che hanno la maggiore esperienza di guida, i quali però parteciperanno a loro volta ad un corso di guida sulla pista di Misano Adriatico, organizzato appositamente da Peugeot, che vedrà il pluricampione di rally Paolo Andreucci come istruttore.

Outbrain