Nuova Suzuki Swift 2017: prezzo e scheda tecnica. 4×4 da settembre [FOTO]

Edizione lancio per l'uscita in Italia della nuova Suzuki Swift 2017. Subito con motore 1.2 Dualjet, il turbo 1.0 da settembre. Tutti il listino prezzi.

da , il

    Nuova Suzuki Swift 2017 è pronta per sbarcare nelle concessionarie. In Italia l’uscita della celebre citycar giapponese di successo è prevista a metà aprile, con il motore 1.2 Dualjet, aspirato, in attesa che l’offerta si arricchisca del turbo benzina 1.0 Boosterjet, in arrivo a settembre, insieme alla versione 4×4 Allgrip. Suzuki stima di vendere 4.000 Swift nel 2017, un terzo saranno quattro ruote motrici Allgrip, un terzo ibride Top Hybrid. La best seller del marchio giapponese introduce una nuova generazione dopo aver venduto quasi 5 milioni di esemplari nel corso degli anni in tutto il mondo. E’ alla quinta serie e rispetto al passato propone una scheda tecnica con dimensioni leggermente inferiori: 3,84 metri di lunghezza, mentre il passo è aumentato di due centimetri. Il bagagliaio è stato ampliato e migliorato, ora può contenere ben 265 litri. La larghezza è di 1,73 metri.

    Sul mercato la nuova Suzuki Swift 2017 arriva con quattro allestimenti e un prezzo d’attacco su versione in edizione limitata per il lancio: Easy, Cool, Top Hybrid e S gli step “classici”. La dotazione di serie è adeguata sin dallo step d’ingresso, prevedendo il climatizzatore manuale, la radio con lettore CD e MP3, connettività Bluetooth, presa USB e Aux, nonché i comandi al volante, il sensore luci e gli specchietti riscaldabili e ripiegabili elettricamente.

    Sistemi di sicurezza e motori

    Tanta tecnologia e sicurezza a bordo, con il Forward Detection System, frenata automatica d’emergenza, mantenimento di corsia, abbaglianti automatici e cruise control adattivo, tutti di serie sull’allestimento Top Hybrid, quello della versione ibrida, con il sistema Suzuki SHVS abbinato sia al motore 1.2 Dualjet da 90 cavalli che al turbo 1.0 Boosterjet da 112 cavalli e 170 Nm. Il cambio automatico 6 marce è previsto di serie sulle alternative ibride, per la 1.2 Dualjet, invece, di serie un manuale 5 marce. Unica nel segmento a proporre l’ibrido con trazione integrale, è tra le pochissime proposte a sfoggiare la trazione Allgrip su un’auto al di sotto dei 4 metri di lunghezza.

    LEGGI ANCHE: Tutte le foto spia della nuova Suzuki Swift Sport Turbo 2017

    Differenze con la generazione precedente

    In effetti la nuova Suzuki Swift si differenzia dal passato grazie ad un’estetica rinnovata, che prevede ugualmente dei passaruota importanti ma che sono affiancati anche da una calandra anteriore maggiorata, che dona anche più personalità. Sempre all’anteriore i fari hanno mantenuto una sorta di sviluppo verticale, mentre i montanti neri cercano di replicare l’effetto di tetto sospeso. L’utilizzo di LED si fa sentire sia all’interno dei gruppi ottici anteriori che in quelli posteriori, mentre una pulizia di linee è stata voluta con la maniglia delle portiere posteriori posizionata vicino al montante. Anche gli interni hanno subito un interessante restyling rispetto alla vecchia generazione, che parla la lingua del contrasto cromatico, precisamente nei toni della plancia che possono essere vari e rispondenti alla propria personalità. Indubbiamente non poteva mancare un sistema infotainment all’altezza dei tempi che corrono, con un display touchscreen che arriva ad una diagonale di 7 pollici nella versione più sofisticata ed integra tutti i software di pairing con telefono: Android Auto per dispositivi Android e Apple Car Play per dispositivi con sistema operativo iOS. Oltre a cambiare fuori e dentro, la nuova Suzuki Swift cambia “sottopelle”. La piattaforma sulla quale è costruita è la HEARTECT, che non solo è riuscita a permettere un risparmio di 120 kg rispetto la generazione precedente, un dato non da poco considerando l’efficienza generale ed il peso che adesso è sceso a quota 840 kg, ma anche un riposizionamento degli organi interni ed una maggiore rigidità torsionale. Anche dati come l’aerodinamica e l’efficienza generale sono migliorati, rispettivamente dell’8% e del 5%, mentre il raggio di sterzata ha guadagnato 0.4 metri ed il bagagliaio il 25% in più di spazio di carico.

    Suzuki Swift 2017 prezzo e uscita

    L’anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2017 è stata seguita dal lancio di 10 esemplari speciali, la Swift Web Limited Edition, venduti esclusivamente online e con carrozzeria bicolore. Il lancio sul mercato italiano sarà accompagnato da una proposta in serie limitata, la Suzuki Swift Cool Launch Edition, ad un prezzo di 12.650 euro, con motore 1.2 Dualjet e un vantaggio per il cliente pari a 3.300 euro. Degli allestimenti disponibili abbiamo già detto. Guardando al listino prezzi di Swift, tra la versione base Easy e la Cool c’è una differenza di 1.000 euro, giustificata dalla presenza dell’infotainment touch con schermo da 7 pollici, la radio DAB, la connettività Apple CarPlay, Android Auto e Mirror Link, i cerchi in lega da 16 pollici, i fendinebbia e i sedili riscaldabili. La variante Toop Hybrid costa 2.700 euro più della Cool, oltre alla dotazione di serie diversa va considerata la presenza del sistema elettrico aggiuntivo. Di serie, navigatore con mappe 3D, telecamera posteriore, strumentazione My Drive, fari full led, cruise control adattivo, radar e telecamera per la frenata automatica d’emergenza, rilevatore della soglia d’attenzione del guidatore e assistente al superamento involontario di corsia.

    Il listino prezzi di Swift, in assenza di promozioni, parte da 13.990 euro per Swift 1.2 Dualjet Easy e da 19.190 euro per Swift 1.2 Dualjet Top Hybrid Allgrip Auto. La trazione integrale – disponibile da settembre – comporta un surplus di 1.500 euro, mentre la motorizzazione turbo benzina costerà 1.200 euro più della Dualjet.