Nuove auto ibride 2013: modelli, prezzi, incentivi e consumi [FOTO]

Nuove auto ibride 2013: modelli, prezzi, incentivi e consumi [FOTO]

Auto ibride 2013 (foto)

Iniziamo subito sfatando un mito: le nuove auto ibride 2013 senza un adeguamento del proprio stile di guida, non fanno certo miracoli, quanto a consumi. Alla promessa di consumi inferiori, serve uno sforzo del guidatore per sfruttare al meglio le caratteristiche delle auto ibride benzina e auto ibride diesel. Studiare come funziona un’auto con due motori – uno termico, sia esso benzina o diesel, l’altro elettrico – diventa così la precondizione per esaltarne le caratteristiche e risparmiare concretamente carburante ed euro.

  • auto ibride 2013
  • Bmw i3 concept
  • Bmw Active Hybrid 3
  • Ford Mondeo Hybrid
  • Audi A6 Hybrid

Audi A8 hybrid

Audi A8 Hybrid, foto ufficiali

  • Audi A8 Hybrid
  • Audi A8 Hybrid - laterale posteriore
  • Audi A8 Hybrid - laterale anteriore
  • Audi A8 Hybrid - laterale
  • Audi A8 Hybrid - posteriore

Con le auto elettriche che non riescono a sfondare, a causa dei prezzi impegnativi, delle postazioni di ricarica isolate e della ritrosia dell’automobilista italiano alle novità d’avanguardia, la frontiera dell’ibrido, con un passaggio soft tra alimentazione tradizionale e alimentazione doppia, rappresenta un buon compromesso. Numeri marginali sul mercato dell’auto: 309 auto elettriche sono il nulla a fronte del milione e mezzo di vetture immatricolate negli ultimi anni; un nulla poco più pesante le 5127 auto ibride vendute nel 2011.
Il 2013 potrebbe essere l’anno di un’affermazione più consistente, sia per i numerosi modelli nuovi in arrivo che per gli incentivi governativi: dureranno tre anni e proveranno a spingere la domanda di auto ancora troppo di nicchia.

Audi Q5 Hybrid

Audi Q5 hybrid

  • Audi Q5 hybrid muso
  • Audi Q5 hybrid retro
  • Audi Q5 hybrid strada
  • Audi Q5 hybrid luce

Nel corso del prossimo anno ci sarà l’esordio di numerosi nuove auto ibride in uscita: dalle piccole utilitarie da città, fino alle avveniristiche sportive, passando per monovolume e berline medie. In rigoroso ordine alfabetico, Audi presenterà la Audi A3 ibrida, caratterizzata da un motore 1.4 TFSI abbinato a quello elettrico da 20 Kw, queste le credenziali del concept Audi A3 e-tron presentato a Shanghai 2012. Grande attesa in casa Bmw per le due nuove serie i: Bmw i3 e Bmw i8. Rappresentano una linea tutta nuova di modelli ibridi, che potrebbe vedere la collaborazione – nel caso della Bmw i8 – con Toyota, per una coupé sportiva da produrre con entrambi i marchi. Tecnicamente le due Bmw hanno un motore 1.5 litri turbo benzina abbinato al propulsore elettrico .

Bmw Active Hybrid 3

Bmw Active Hybrid 3

  • Bmw Active Hybrid 3, frontale
  • Bmw Active Hybrid 3, abitacolo
  • Bmw Active Hybrid 3, anteriore
  • Bmw Active Hybrid 3, bagagliaio (2)
  • Bmw Active Hybrid 3, bagagliaio

Entriamo nel campo delle vetture buone per un impiego quotidiano e a 360 gradi, tra le auto ibride in uscita c’è la Ford C-Max ibrida. Avrà un motore 2 litri aspirato benzina a ciclo Atkinson (stessa tipologia impiegata da Toyota) che abbinato al motore elettrico garantirà 188 cavalli. Il prezzo dovrebbe attestarsi tra i 21 e 25 mila euro. Uguale configurazione tecnica avrà la Ford Mondeo Hybrid, per la prima volta l’architettura ibrida sulla berlina della casa dell’ovale.

Bmw Active hybrid 5

Bmw Active Hybrid 5

  • Bmw Active Hybrid 5, fari
  • Bmw Active Hybrid 5, abitacolo
  • Bmw Active Hybrid 5, bagagliaio
  • Bmw Active Hybrid 5, cambio
  • Bmw Active Hybrid 5, cerchi in lega

Attenzione particolare in casa Chrysler con la Chrysler 200C ibrida: è un modello da tener d’occhio perché costituirà la base della futura berlina media a marchio Lancia, probabilmente si chiamerà Fulvia.
I tedeschi di Volkswagen presenteranno ben due modelli ibridi, due pezzi da novanta come la Volkswagen Passat ibrida e la Volkswagen Golf 7 ibrida, quest’ultima tuttavia non dovrebbe esser commercializzata prima di qualche anno ancora. Anche la Passat ibrida non andrà subito sul mercato, la vedremo sulle strade nel 2014 con un motore 1.4 TSI abbinato a quello elettrico.

Si conoscono, invece, prezzi e caratteristiche tecniche dell’auto ibrida targata Volvo, la Volvo V60 plug-in Hybrid. Abbinerà al motore elettrico un propulsore diesel: potenza massima di 285 cavalli e autonomia in modalità elettrica che può arrivare fino a 50 chilometri. Il prezzo si attesterà intorno ai 55 mila euro.
Continua nel solco della tradizione Toyota Auris hybrid. Il nuovo modello arriverà sul mercato il prossimo anno, con la stessa configurazione della Auris attuale: motore 1.8 litri benzina e motore elettrico, per un totale di 136 cavalli.

Bmw Active Hybrid 6

Bmw Active Hybrid X6

  • Bmw Active Hybrid X6, fari led
  • Bmw Active Hybrid X6, bagagliaio (2)
  • Bmw Active Hybrid X6, bagagliaio
  • Bmw Active Hybrid X6, batterie
  • Bmw Active Hybrid X6, frontale

Tra le piccole utilitarie, i giapponesi di Suzuki lanceranno la Suzuki Swift ibrida. Si baserà su un concetto differente, ovvero, quello per il quale il motore termico è utilizzato da generatore per caricare le batterie che a loro volta danno energia al motore elettrico. Si potrà collegare alla presa di corrente per una ricarica in grado di assicurare 30 km di autonomia, dopodiché il motore benzina assicurerà l’autonomia necessaria.

Chevrolet Volt

Chevrolet Volt, foto ufficiali

  • Chevrolet Volt
  • Chevrolet Volt - frontale
  • Chevrolet Volt - frontale (2)
  • Chevrolet Volt - laterale

Il beneficio maggiore delle auto ibride a gasolio – ma anche dei modelli ibridi alimentati a benzina – sta nell’impiego cittadino, quello in cui il motore elettrico si incarica di far ripartire l’auto ogni qual volta si è in coda, fermi al semaforo o nel traffico. Condizioni che esaltano il sistema ibrido: la gran spinta del motore elettrico alle andature cittadine, il motore tradizionale per le velocità costanti, di crociera, dove il rendimento è maggiore. Sembra la quadratura del cerchio. Se ci si aggiunge la possibilità di percorrere brevi percorsi in modalità esclusivamente elettrica per le auto full hybrid, allora ecco la panacea di tutti i mali (automobilistici). In realtà non è così. Per abbattere i consumi, serve un impiego quanto più prolungato possibile del motore elettrico. E come si ricaricano le batterie? Oltre alle fasi di frenata, anche nell’andatura in rilascio, quando si sfrutta l’abbrivio senza premere l’acceleratore, l’alternatore insieme a un inverter operano da generatori di corrente per il pacco batterie. Addio quindi alle abitudini spreca-carburante, una su tutte l’incapacità di prevedere l’andamento del traffico: con una coda in vista, su il piede dal gas, sfruttare l’abbrivio e le batterie ringrazieranno.

Honda Jazz Hybrid

Honda Jazz Hybrid

  • Honda Jazz Hybrid, frontale
  • Honda Jazz Hybrid, bagagliaio
  • Honda Jazz Hybrid, cambio
  • Honda Jazz Hybrid, consumi
  • Honda Jazz Hybrid, fiancata

I modelli di auto ibride benzina-elettriche attualmente hanno consumi che spaziano tra i 3.5 litri/100 km della Toyota Yaris HSD fino agli 8.7 litri/100 km della Porsche Cayenne Hybrid. In mezzo, i 5.3 litri di benzina necessari per fare 100 km con la Bmw Active Hybrid 3. Dati riferiti al consumo nella marcia in città.

Honda CR-Z

Honda CR-Z ibrida, teaser

  • Honda CR-Z ibrida 2013 fanale anteriore
  • Honda CR-Z ibrida 2013 cerchio
  • Honda CR-Z ibrida 2013
  • Honda CR-Z ibrida 2013 anticipazioni

Inutile girarci intorno, le auto ibride costano. A svolgere il ruolo di pionieri, molti anni addietro, sono stati i costruttori giapponesi, Honda e Toyota: Insight e Prius i primi esperimenti. Sono ancora gli stessi marchi oggi a darsi battaglia a colpi di listino, proponendo per la prima volta il concetto di auto ibrida tra le utilitarie, con la Toyota Yaris HSD e la Honda Jazz Hybrid. Vetture under-20 mila, intesi come euro, allineate al prezzo delle varianti diesel, è il caso della Yaris. Un bell’incentivo per spingere la domanda di auto innovative e intelligenti.

Lexus CT 200h

Lexus CT200h - presentazione

  • Presentazione Lexus CT200h - muso
  • Presentazione Lexus CT200h - dettaglio
  • Presentazione Lexus CT200h - particolare
  • Presentazione Lexus CT200h - frontale
  • Presentazione Lexus CT200h - davanti

In tre anni verranno erogati 420 milioni di euro per incentivare l’acquisto di auto dal basso impatto ambientale. Dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2015, gli incentivi governativi verranno indirizzati verso le auto con emissioni di Co2 inferiori ai 50g/km, e non superiori ai 120 g/km. Auto elettriche, quindi, ma non solo. Per le vetture che emettono tra 0 e 50 g/km di Co2 ci sarà nel biennio 2013-2014 uno sconto del 20% sul prezzo di listino, fino a un massimo di 5000 euro; per emissioni tra 51 e 90 g/km il 20% di sconto arriverà a un massimo di 4000 euro, mentre tra 96 e 120 g/km non si supereranno i 2000 euro di incentivi. Nel 2015 i vantaggi saranno ancora inferiori, le auto ibride avranno agevolazioni con uno sconto massimo del 15% sul prezzo di listino e variabile tra un massimo di 3500 euro per vetture con emissioni tra 0 e 50 g/km di Co2 e 1800 euro (emissioni 96-120 g/km).

Peugeot 508 RXH

Peugeot 508 RXH, prime foto

  • La Peugeot 508 RXH
  • Anteriore della Peugeot 508 RXH
  • Fari della Peugeot 508 RXH
  • Fiancata della Peugeot 508 RXH

Sono le due giapponesi a strappare la palma di auto ibride economiche: Toyota Yaris Hybrid e Honda Jazz Hybrid posizionano l’asticella al di sotto dei 20 mila euro. La Yaris a 17.800 euro, mentre la Jazz a 19.000.

Peugeot 3008 Hybrid4

Peugeot 3008 HYbrid4

  • Peugeot 3008 HYbrid4
  • Peugeot 3008 Hybrid4: fiancata
  • Peugeot 3008 Hybrid4: posteriore
  • Peugeot 3008 HYbrid4: anteriore

Il primo costruttore a commercializzare auto ibride diesel è stato il gruppo PSA. La Citroen DS5 Hybrid4 e la Peugeot 508 RXH (oltre alla Peugeot 3008 Hybrid4), lanciano il concetto di motore diesel abbinato a quello elettrico. Potenze nell’ordine dei 200 cavalli, ma non solo. Queste auto ibride diesel-elettrico riescono a offrire anche la trazione integrale, grazie al posizionamento dei motori su due assi distinti: all’anteriore il motore diesel, dietro quello elettrico. Nessun albero di trasmissione, con i relativi ingombri e pesi, ed ecco una quattro per quattro ibrida.

Le auto ibride a gasolio va da sé che riescono a offrire un’autonomia ancor maggiore rispetto alle auto ibride alimentate a benzina. Elencare l’autonomia di ciascun modello è impresa ardua, perché strettamente legata allo stile di guida. Tuttavia, ricalcano quella dei modelli convenzionali, con l’aggiunta del chilometraggio garantito dal motore elettrico: tra i 2-3 chilometri e fino a 50 dei modelli più avanzati e con batterie più capienti.

Toyota Prius+

Toyota Prius+

  • Toyota Prius+
  • Toyota Prius+, anteriore
  • Toyota Prius+, coda
  • Toyota Prius+, fiancata
  • Toyota Prius+, dimensioni

Ancora manca l’attenzione su una particolare tipologia di auto ibride: le auto ibride a gas e a metano. Ci ha provato Toyota, con la Camry, un paio di anni fa, ma l’esperimento non ha avuto seguito da parte di altri costruttori. Possono essere un’alternativa logica?

Auto ibride in commercio: elenco

Porsche Panamera S Hybrid Salone Ginevra 2011

  • Porsche Panamera S Hybrid anteriore
  • Porsche Panamera S Hybrid presentazione
  • Porsche Panamera S Hybrid palco
  • Porsche Panamera S Hybrid lato

Abbiamo dato uno sguardo al funzionamento, ai modelli, gli incentivi delle auto ibride 2013. Ma il mercato già oggi offre una scelta di auto ibride 2012 piuttosto ampia. Resta la barriera del prezzo, vediamo quali sono le auto ibride in vendita attualmente.

Toyota Yaris Hybrid

Toyota Yaris Hybrid, foto

  • La Toyota Yaris Hybrid
  • Anteriore della Toyota Yaris Hybrid
  • Dettaglio della Toyota Yaris Hybrid
  • Lato della Toyota Yaris Hybrid
  • Motore della Toyota Yaris Hybrid

Audi A8 Hybrid, Audi Q5 Hybrid, Bmw Active Hybrid 3, Bmw Active Hybrid 5, Bmw Active Hybrid 7, Bmw Active Hybrid X6, Chevrolet Volt, Citroen DS5 Hybrid 4, Honda Jazz Hybrid, Honda CR-Z, Infiniti M35h, Lexus CT200h, Lexus GS450h, Lexus LS600h, Lexus RX450h, Mercedes Classe E Hybrid, Mercedes Classe S400 Hybrid, Peugeot 508 RXH berlina e station wagon, Peugeot 3008 Hybrid4, Porsche Panamera S Hybrid, Porsche Cayenne S Hybrid, Toyota Yaris Hybrid, Toyota Auris Hybrid, Toyota Prius (5 e 7 posti).

Toyota Auris Hybrid

Toyota Auris Hybrid Touring Sports al Salone di Parigi 2012

  • Toyota Auris Touring Sports laterale
  • Toyota Auris Touring Sports anteriore
  • Toyota Auris Hybrid Touring Sports
  • Toyota Auris Touring Sports al Salone di Parigi 2012
  • Toyota Auris Touring Sports frontale

Vedi anche su Alla Guida

Nuove auto 2013

Nuove auto elettriche 2013

Nuove auto a metano 2013

Nuove auto a GPL 2013

Nuove auto ibride 2013

Nuove monovolume 2013

Nuove Citycar 2013

Nuove Berline 2013

Nuove Cabrio e Spyder 2013

Nuove Station Wagon 2013

Nuove Supercar 2013

Nuove utilitarie 2013

Nuove Fiat 2013

Nuove Mercedes 2013

Nuove Alfa Romeo 2013

Nuove BMW 2013

Nuove Toyota 2013

Nuove Opel 2013

Nuove Ford 2013

Nuove Renault 2013

Nuove Dacia 2013

Nuove Audi 2013

Nuove Citroen 2013

Nuove Skoda 2013

2005

Segui AllaGuida

Ven 21/12/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici