Salone di Parigi 2016

Nuove Ducati 2016, le novità moto: tante anteprime a EICMA 2015

Nuove Ducati 2016, le novità moto: tante anteprime a EICMA 2015
da in Ducati, EICMA 2015, Moto Nuove
Ultimo aggiornamento: Lunedì 16/11/2015 20:39

    Ci avviciniamo sempre più all’appuntamento annuale con l’EICMA, salone internazionale della moto che si tiene a Milano in autunno. Molte le moto in esposizione, come novità o semplici restyling, e quest’anno non sarà da meno, soprattutto considerando il lancio di modelli di una certa caratura. Interessati alle novità Ducati 2016? Vediamo insieme cosa è previsto.

    ducati 959 2016

    Figlia diretta della superbike di casa Ducati, tra le più interessanti novità ad EICMA 2015 ci sarà la Ducati 959 Panigale. Sguardo cattivo e carena dalle linee mature e ricercate, molto più simili a quelle della 1299 Panigale di quanto non lo siano state quelle della 899 Panigale, che andrà a sostituire, segno che in Ducati vogliono un filo diretto con la più prestazionale delle moto da corsa. L’aumento di cubatura del motore garantisce una spinta più corposa ed una potenza di 157 cavalli a 10.500 giri con 107 Nm a 9.000 giri. Piccolo restyling per coupolino e gruppo ottico, mentre nettamente diverso è lo scarico laterale sdoppiato. Non manca l’elettronica, che comprende il pacchetto completo di dispositivi Ducati, a partire dal controllo di trazione fino all’ABS ed il ride-by-wire.

    ducati hyperstrada

    Arrivano ad EICMA anche due nuove versioni della famiglia Hyper, che per il 2016 vedono un’iniezione di potenza dovuta ad una cubatura più grande. Parliamo di Hypermotard e Hypestrada, che debuttano con propulsori da 939 cc al posto dei precedenti bicilindrici da 821 cc, che quindi soppianteranno. L’asticella della potenza sale fino a quota 113 cavalli, 3 in più rispetto al modello precedente, con una coppia più alta del 10% per garantire un motore sfruttabile (ancora di più) in ogni situazione e già in regola con la normativa Euro 4. Nulla di nuovo in merito alla ciclistica ed al pacchetto elettronico, mentre il radiatore dell’olio è stato inserito all’interno del telaio..

    ducati monster 1200 r su cavalletto posteriore

    Agli appassionati del motorsport non c’è bisogno di spiegare cosa significhi una “R” nel nome di una moto: potenza, esaltazione tecnologica e, quindi, adrenalina. Tutto questo è il concentrato di quello che la Ducati Monster 1200 R potrebbe dare ai motociclisti che la cavalcheranno e che sapranno spremere il massimo dal 1200cc Testastretta che in questa versione arriva a quota 160 cavalli e 135 Nm. Non solo il motore cambia sulla MaxiMonster, però, perchè come ogni moto pseudosportiva che si rispetti la coda guadagna un design più filante così come i cerchi sono forgiati (particolari che hanno permesso di stoppare l’ago della bilancia a 180 kg), ma al di sopra di ogni cosa ci sono sospensioni ed ammortizzatore di sterzo Ohlins e freni Brembo con pinze monoblocco radiali. Di serie anche ABS e Ducati Safety Pack.

    Con una X nel nome la nuova Ducati XDiavel è tra le novità che attrarranno maggiormente gli appassionati. Il volere di Ducati è di spingerla verso un’essenza più turistica, come conferma la trasmissione finale a cinghia e non più a catena, così da sfruttare il motore Testastretta 1.262cc da 156 cavalli anche per tratti autostradali. Livrea lucida ed upgrade di sospensioni ed impianto frenante, quest’ultimo con pinze Brembo M50, attuale top di gamma del brand italiano, ma è la personalizzazione che la farà da padrone considerando le oltre 60 configurazioni disponibili della triangolazione sella/manubrio/pedane.

    Due le nuove varianti della Ducati Scrambler ad EICMA 2015, la Sixty2 e la Flat Track Pro. La prima è più giovanile, con un serbatoio in acciaio e grafiche dedicate e con un motore bicilindrico Euro4 da 399cc con 41 cavalli a 8.750 giri, quindi entro i limiti della patente A2 conseguibile a 18 anni. Specchietti, scarico e luci sono state riviste rispetto al modello al quale si ispira. La Fral Track Pro, invece, monta un motore 800cc, raffreddato ad aria e con distribuzione desmodromica, capace di 75 cavalli, ed ha un design più pistaiolo, con ispirazione direttamente derivata dalla AMA Pro Fral Track 2015. Per lei pedane e specchietti in alluminio, tabella portanumero e cerchi da 18″ avanti e 17″ dietro.

    Ad EICMA 2015 anche la Ducati Multistrada vedrà due varianti nuove: Enduro e Pikes Peak. Sulla enduro non potevano certo mancare le ruote a raggi, da 17″ al posteriore e 19″ all’anteriore con gomme tassellate, mentre i controlli elettronici ed il motore da 160 cavalli sono direttamente derivati dal modello che già tutti conosciamo. Interessanti le sospensioni semi-attive Sachs, mentre l’autonomia notevolmente estesa è garantita dal serbatoio da 30 litri. Pikes Peak, invece, è un’edizione della Multistrada che celebra la gara americana in salita: livrea dedicata ed accessori esclusivi in carbonio sono il leitmotiv di questo allestimento, così come forcelle e monoammortizzatore full Ohlins.

    952

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI