Salone di Parigi 2016

Nuove Land Rover 2016, le novità auto: la più importante è la Range Rover Convertible

Nuove Land Rover 2016, le novità auto: la più importante è la Range Rover Convertible
da in 4X4, Auto 2016, Auto nuove, Fuoristrada e SUV, Land Rover, Land Rover Discovery, Range Rover, Range Rover Evoque
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28/10/2015 11:27

    Tra le nuove Land Rover 2016 il modello che certamente attirerà l’interesse maggiore sarà la Range Rover Evoque Convertible. Un Suv cabriolet non è cosa che si vede tutti i giorni, sebbene la tendenza attuale da parte di molti costruttori sia quella di trasferire a questi veicoli alti le stesse tipologie tipiche delle carrozzerie tradizionali. Abbiamo già visto diversi Suv coupé, quindi non c’è da stupirsi se ora rimuovono anche il tetto.

    Il prossimo anno vedrà anche l’arrivo nei concessionari del restyling della Range Rover Evoque coperta, introdotta lo scorso marzo a Ginevra. Alcuni ritocchi estetici e motori meno assetati sono le sue caratteristiche principali. Arriverà molto probabilmente alla fine del 2016 anche il restyling della Range Rover Sport. Anche qui non si prevedono interventi drastici, solo un aggiornamento generale. Passando al Discovery Sport, è la volta dell’allestimento Dynamic, mostrato a Francoforte. Oltre ai consueti ritocchi estetici, la novità più interessante è l’adozione del sistema All Terrain Progress Control, per avere la migliore motricità anche sui fondi più insidiosi. Entriamo nei dettagli.

    Non siamo troppo abituati all’idea di un Suv cabriolet; ma la Jeep originale degli anni ’40, costruita per le forze armate americane, era proprio questo: un mezzo leggero a quattro ruote motrici scoperto, al quale si applicava un tettuccio in tela. Quindi Land Rover torna in un certo senso all’antico con il Range Rover Evoque Convertible, derivato dal concept presentato nel 2012. La casa ha diffuso foto di prototipi camuffati durante i test in situazioni di fuoristrada estremo. Questo modello verrà svelato il prossimo mese al salone di Los Angeles ed arriverà sui mercati nella primavera 2016. Tetto in tela ad azionamento elettrico, quindi. Qualche ritocco al posteriore e molta attenzione proprio alle performance in fuoristrada. Gli interni si presumono adeguati al lusso che ci si attende da questi modelli. Per conoscere il resto dovremo attendere.

    I restyling, per definizione, non presentano stravolgimenti. La Range Rover Evoque, presentata a Ginevra e in arrivo nei prossimi mesi, si nota esternamente solo per i fari full Led e qualche ritocco al paraurti anteriore; dentro troviamo un aggiornamento all’infotainment. E’ dove invece non si vede che i cambiamenti sono più importanti. Sotto il cofano sono stati montati i nuovi motori turbodiesel Ingenium costruiti in alluminio ed introdotti dalla Jaguar XE; potenze di 150 e 180 cavalli (il primo è anche su veicolo a due ruote motrici), vantano consumi ridotti, dichiarati dalla casa in 4,2 l/100 Km. La Land Rover afferma che la nuova Evoque è del 18% più efficiente rispetto alla precedente. Per chi vuole invece una maggiore iniezione di potenza troviamo il motore a benzina 2.0 da 240 cavalli. Infine arriva anche su questo modelli il sistema All Terrain Progress Control, che consente di configurare la vettura per la massima trazione sui fondi più difficili, usando l’acceleratore in modalità automatica, una sorta di cruise control.

    Anche la Range Rover Sport è prevista per il 2016, verso la fine. Le foto spia viste finora non dicono molto, lasciano solo intravedere un aspetto più sportiveggiante e dinamico nel frontale. Per i motori vale lo stesso discorso relativo all’Evoque.

    Land Rover Discovery Sport 2016

    Qui invece si punta molto sull’estetica. Il Land Rover Sport Dynamic, presentato a Francoforte, sfoggia paraurti in finiture nero-lucide, scarici cromati, cerchi scuri da 19 o 20 pollici. Dentro troviamo i particolari che fanno tanto sportivo: pedaliera in alluminio, cuciture colorate, levette al volante anch’esse in vistoso colore rosso. Andando sul concreto, troviamo ammortizzatori a controllo elettronico, in cui il rollio in curva viene adeguato alle caratteristiche stradali; diverse configurazioni delle sospensioni parametrate ai diversi valori di erogazione della potenza, sterzo e cambiata. Inoltre il sistema Active Driveline esclude la trazione integrale quando non è necessaria, per diminuire i consumi.

    758

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI