Nuove Mini 2018: le novità auto in uscita il prossimo anno [FOTO]

Il 2018 per MINI sarà all'insegna dei restyling, che aiuteranno a rinfrescare e portare al giro di boa la classica MINI. Tutte le nuove auto MINI in uscita in Italia il prossimo anno.

da , il

    Pare che anche per MINI sia arrivato il momento di puntare al classico giro di boa, come dimostrano le anticipazioni per le nuove MINI 2018. I modelli che vedremo debuttare il prossimo anno, che cercheranno di spezzare un po’ il continuum temporale e segnare l’arrivo a metà carriera delle attuali generazioni, avranno perlopiù la connotazione di restyling. I muletti li abbiamo già visti per strada, l’anno venturo saranno in commercio.

    Nulla di corposamente nuovo sotto il sole del brand inglese, che vuole assicurarsi la clientela che fino ad oggi ha catturato con il suo stile decisamente fuori dai canoni, ma al contempo far affermare un prodotto anche agli occhi di chi non ha mai pensato: “è arrivato il momento di prendere una MINI“.

    MINI 3 e 5 porte

    Sono state entrambe viste girare su strada in forma di muletti, sia la versione a 3 che quella a 5 porte della nuova MINI 2018. Ovviamente a farla da padrone ci sono le camuffature, che cercano appositamente di non far trasparire dettagli che azzererebbero l’ “effetto wow” della presentazione. C’è però da dire che qualcosa lo si riesce già a capire: non sarà un restyling profondo.

    Sostanzialmente solo i gruppi ottici guadagneranno un profilo leggermente diverso, così come qualche linee dei paraurti è stata ritoccata, ma tutto il resto della carrozzeria appare invariato rispetto al modello attualmente già disponibile sul mercato. Non ci sono ancora dettagli ufficiali in merito agli interni, che potrebbero presentare o meno sorprese, così come sulle motorizzazioni.

    MINI Cabrio

    A partire dal 2018 nei concessionari del brand inglese facente parte dell’universo BMW potremmo trovare anche la rivisitazione della MINI Cabrio, versione con capote in tela per gli amanti delle gite a cielo aperto. Il modello in arrivo, però, non dovrebbe mostrare particolari differenze rispetto a quello che conosciamo, se non – anche questo così come le MINI 3 e 5 porte – nei gruppi ottici anteriori e posteriori.

    In MINI hanno dunque preferito una politica conservativa, che non rischi di sconvolgere l’immagine di un brand che continua a rievocare i fasti del passato, ma che prima o poi dovrà comunque puntare ad un restyling più corposo.