Nuove station wagon 2018: modelli, uscite e prezzi delle novità

Le nuove station wagon 2018 in uscita sul mercato italiano. Modelli premium e generalisti per ogni esigenza di flotte aziendali, grandi viaggiatori professionali e famiglie con ampie necessità di carico

da , il

    Nuove station wagon 2018: modelli, uscite e prezzi delle novità

    Le nuove station wagon 2018 attese nei concessionari italiani non sono molte, poiché questo tipo di carrozzeria non incontra più il favore del pubblico come alcuni anni fa. Tuttavia la station wagon resta ancora oggi l’auto più diffusa nel mondo dei clienti professionali, quindi grandi viaggiatori (come gli agenti di commercio) e flotte aziendali, cioè le uniche categorie di acquirenti che in Italia hanno fatto registrare una crescita nel mercato delle autovetture. Ma anche tra le famiglie ci sono ancora molti estimatori di questa carrozzeria e quindi sono previste delle novità auto 2018 per quanto riguarda le SW. Ricordiamo che la station wagon nel 2017 è ancora il terzo tipo di autovettura, dopo le berline e il mondo crossover-SUV-fuoristrada. Il 2017 ha visto arrivare diversi modelli interessanti tra le station wagon, come i rinnovamenti di Audi A4 Avant, BMW Serie 5 Touring, Mercedes Classe E SW, Renault Mégane Station Wagon, Peugeot 308 SW, Opel Insignia Sports Tourer, Volvo V90 e la numero uno italiana, la Fiat Tipo SW.

    Le nuove station wagon 2018, i modelli più attesi in uscita

    Per quanto riguarda le nuove station wagon 2018, si tratta prevalentemente di modelli premium con alcune importanti eccezioni. Troviamo qualche restyling e alcune novità complete. Andiamo ad elencarle, accennando quando possibile alle caratteristiche tecniche e i prezzi sulla base delle informazioni attuali. Ordine alfabetico per marca.

    Audi A6 Avant

    La Audi A6 Avant seguirà, secondo tradizione, di qualche mese l’uscita della berlina, che dovrebbe arrivare nei concessionari a giugno. Tutta nuova, si tratta della quinta generazione del modello di classe executive che finalmente si allinea alle concorrenti tedesche. Poco si sa con certezza sul design, se non che prenderà parecchio in prestito dall’Audi A8. Altro importante trasferimento dall’ammiraglia sarà quello tecnologico, in particolare per quanto riguarda le funzioni avanzate di assistenza alla guida, come la marcia semiautomatica in colonna. Motori a quattro cilindri 2.0 TFSI e TDI in attesa della versione ibrida. Oltre al V6 TDI biturbo e al V8 4.0 per le versioni S ed RS.

    Audi RS 4 Avant

    nuove station wagon 2018

    Autentica belva, la nuova Audi RS 4 Avant, presentata lo scorso settembre al salone di Francoforte 2017, è stata una delle ultime sportive di Ingolstadt ad abbandonare l’esuberante ma datato motore V8 aspirato. Quindi ora anche per lei è arrivato il V6 2.9 biturbo TFSI, il quale mantiene la stessa potenza, 450 cavalli, ma cresce notevolmente in coppia, 600 Newton metri disponibili fin da 1.900 giri. Una station wagon che stacca lo 0-100 in 4,1 secondi merita certamente il massimo rispetto. Poi 80 Kg in meno rispetto alla serie precedente, assetto più basso di 7 mm e, per chi vuole, l’optional delle sospensioni Dynamic Ride Control. Cattivissima, si vede e si sente. Anche sul conto corrente: il prezzo parte da 87.900 euro.

    Ford Focus Wagon

    La Ford Focus 2018, da cui deriva la familiare Ford Focus Wagon, rappresenterà la quarta generazione della world car americana. Trattandosi di un vero e proprio bestseller per la casa, a Detroit sono stati attentissimi a non toccare una formula che ha avuto un enorme successo internazionale. Qui si tratta di evoluzione, non rivoluzione. Il design s’ispirerà discretamente alla nuova Fiesta. Ci si attenderà un alleggerimento generale della vettura, sebbene la piattaforma sia ancora l’attuale. Molta attenzione nel migliorare gli interni e la qualità generale. Tecnologia più moderna, meno pulsanti in plancia e ci siamo. Per quanto riguarda i motori, il 1.0 EcoBoost ormai permette di scegliere fra infiniti tagli di potenza, probabile la fascia 100-140 cavalli, oltre agli attuali diesel TDCI 1.5 e 2.0 da 90 a 185 cavalli. Come per gli altri modelli, non mancherà un lussuoso allestimento Vignale. Arrivo probabile in estate.

    Kia Cee’d SW

    Si sa ancora abbastanza poco sulla Kia Cee’d SW 2018, quindi sul modello generale Kia Cee’d. Date le scelte più recenti della casa coreana, il design spingerà certamente in modo consistente sull’aspetto sportivo. Anche negli interni si cercherà di migliorare materiali e finiture per un generale innalzamento della qualità percepita. Meccanica e dimensioni ricalcheranno molto da vicino quelle della cugina Hyundai i30, così come motori e cambio.

    Mazda 6 Wagon

    Dopo l’esordio della nuova berlina a Los Angeles, sappiamo cosa attenderci a grandi linee dalla Mazda 6 Wagon 2018, anche se non è stato mostrato nulla di ufficiale. Del resto nemmeno la berlina è stata sottoposta ad interventi estetici incisivi, solo i necessari ritocchi a fari, mascherine e paraurti. Perché si tratta appunto di un facelift. La nuova generazione non arriverà prima del 2021. Gli interni si mostrano più moderni e “puliti”, comandi touch al posto dei vari pulsanti. Aggiornato sensibilmente un po’ tutto l’apparato tecnologico. Per quanto riguarda i motori, non è certo che arrivi anche in Italia il nuovo 2.5 turbo a benzina da 253 cavalli con disattivazione parziale dei cilindri. Ci sarà fortunatamente invece il diesel 2.2 Skyactiv-D con potenze di 150 e 175 cavalli.

    Mercedes Classe C Station Wagon

    Si tratterà del restyling di metà carriera, poiché la generazione attuale della Mercedes Classe C è uscita nel 2014. Tuttavia le modifiche estetiche si presentano minime, sia per la berlina che, di conseguenza, per la Mercedes Classe C Station Wagon. Qualche aggiustatina al paraurti per ispirarlo maggiormente alla Classe S e un ritocchino leggero al cofano. Negli allestimenti superiori i clienti europei potranno scegliere anche il “mirino”, cioè la stella a tre punte montata sul cofano come Classe E e Classe S, invece del solo grande logo nella mascherina. Anche gli interni si allineeranno ai modelli maggiori, in particolare per quanto riguarda l’infotainmente. Soprattutto, arriveranno anche sulla Classe C i nuovi motori 2.0 diesel a quattro cilindri da 195 cavalli, più evoluti ed efficienti del precedente 2.1. Arrivo probabile in estate.

    Peugeot 508 SW

    Se la Peugeot 508 SW 2018 dovesse somigliare solo in piccola parte al concept Instinct, sarebbe un’auto rivoluzionaria, almeno dal punto di vista del design. Tuttavia i concept sono per loro natura estremi. Nulla di preciso invece si sa della Peugeot 508 SW che deve sostituire l’attuale. Di certo dovrà offrire novità importanti per poter tornare a competere in un mercato spietato. Le dimensioni della Peugeot 508 SW 2018 dovrebbero attestarsi intorno ai 475 cm di lunghezza, quindi un po’ meno dell’attuale. La scuderia di motori PSA da cui attingere è infinita, siamo certi che in Italia i clienti si fionderanno quasi esclusivamente sui diesel BlueHDi, probabile il 2.0. Sembra comunque che la gamma possa vedere già all’inizio o quasi una versione ibrida plug-in. Per quanto riguarda gli interni, non ci sbagliamo di molto nel dire che si avvicineranno molto a quelli dell’ultima 5008. Arrivo previsto in primavera.

    Volvo V60

    La Volvo V60 2018 naturalmente deriverà dalla berlina S60. Dovremmo vederla probabilmente alla fine dell’anno. Il design si avvicinerà con ogni probabilità a quello delle sorelle maggiori V90/S90, pur con qualche differenza specifica. Parliamo di un modello “compatto”, se confrontato con l’ammiraglia, ma si tratta pur sempre di un segmento D, cioè poco meno di 470 cm di lunghezza. La meccanica sarà la stessa del SUV XC60, trazione anteriore o integrale. Si punterà molto sulla motorizzazione ibrida plug-in, nonché sui sempre sofisticati e all’avanguardia sistemi di sicurezza tipici di ogni Volvo.