NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nuovi SUV, Fuoristrada e Crossover 2017: le novità auto più attese dell’anno [FOTO]

Nuovi SUV, Fuoristrada e Crossover 2017: le novità auto più attese dell’anno [FOTO]
da in Auto 2017, Auto nuove, Crossover, Fuoristrada e SUV
Ultimo aggiornamento:

    Vediamo con questo speciale i SUV, Fuoristrada e Crossover del 2017. Il nuovo anno porta con sé grandi aspettative, grandi desideri e nuove ambizioni come dimostrato dalle grandi Case automobilistiche, che in questo nuovo anno puntano su nuovi modelli e principalmente su una categoria che ha subito negli ultimi anni uno spicco di rilevante importanza. Tanto i SUV quanto i Fuoristrada ed i più compatti Crossover sono vetture apprezzate da chi è alla ricerca di grande spazio e spirito da offroad per chi vuole avventurarsi nei percorsi sconnessi. Così anche in questo nuovo 2017 ci saranno dei SUV, Fuoristrada e Crossover per ogni esigenza a partire dall’Alfa Romeo Stelvio, passando per la futura generazione di Land Rover Discovery e terminando poi con i restyling di X3, Duster, Ecosport, CR-V e Sorento tanto per citarne alcune. Conosciamole quindi più dettagliatamente.

    Un’altra pietra miliare della storia Alfa Romeo arriva nel 2017. Il primo SUV della storia del Biscione, l’Alfa Romeo Stelvio, debutterà nella prima metà del prossimo anno, sia nelle versioni normali, che in allestimento Quadrifoglio. Il family feeling è quello della Giulia, ma le proporzioni sono tutte diverse, sono quelle di un crossover/sport utility molto sportiveggiante ed aggressivo. Il pianale è lo stesso della Giulia, molto leggero e con ampio uso di materiali nobili, caratterizzato dalla trazione posteriore di partenza. Ovviamente a farla da padrone saranno le varianti Q4 a trazione integrale, che con il sistema intelligente di ripartizione della potenza invieranno il 100% della coppia alle ruote posteriori in caso di aderenza ottimale, privilegiando il piacere di guida. La gamma motori dovrebbe essere composta dal 2.2 turbodiesel da 150, 180 e 210 CV e dai benzina 2.0 litri turbo da 200 e 280 CV. Al top della gamma c’è la Quadrifoglio 2.9 litri V6 biturbo da 510 CV. Altre versioni? C’è chi vocifera l’arrivo di un V6 turbodiesel o del 350 CV 2.0 litri benzina (destinato esclusivamente all’America) anche in Europa.

    L’Audi Q2, il Suv più compatto della casa tedesca, attende ancora l’ingresso nei listini e l’arrivo dai concessionari. Ma ad Ingolstadt non perdono tempo e stanno già testando la sua versione sportiva, la SQ2, come mostrano queste foto spia. Un esemplare di prova praticamente definitivo, tanto da non avere alcuna mascheratura, è stato ripreso sul circuito del Nürburgring. Le differenze visibili rispetto al modello della serie regolare sono quelle canoniche che si possono prevedere su un modello di questo tipo. Quindi troviamo un assetto ribassato, grandi prese d’aria per far respirare il motore più potente, una coppia di doppi terminali di scarico, cerchi in lega verniciati di nero.

    Il 2017 sarà anche l’anno della nuova Bmw X2. Il SUV/crossover compatto della casa tedesca è stato già presentato in veste di concept al Salone di Parigi 2016, ma è pronto ad arrivare in listino, ponendosi come una versione più sportiva ed audace della Bmw X1. La piattaforma per il Nuovo Bmw X2 è la medesima di quella adoperata sia per la X1 che per la monovolume compatta Serie 2 Active Tourer, la UKL. Questo sta a significare anche la nuova X2 si aggiunge alla gamma dei veicoli Bmw con trazione anteriore, anche se sarà disponibile ovviamente anche la trazione integrale xDrive.

    Potrebbe già arrivare il prossimo anno la nuova generazione della Bmw X3, il SUV di segmento D, che dall’inizio del 2017 dovrà anche vedersela con la prima sport utility di casa Alfa Romeo, la Stelvio. Al momento, purtroppo, le informazioni al riguardo sono poche, ma ci aspettiamo più un’evoluzione del design, che una rivoluzione. Un po’ come accaduto sulla BMW X5, dalla quale, tra l’altro, trarrà ispirazione per quanto riguarda il family feeling. Dalle foto spia i più attenti sembrano scorgere delle dimensioni esterne più abbondanti, con tanto di passo cresciuto di qualche decina di mm, per migliorare lo spazio a bordo.

    Cambiamenti minimi per la Dacia Duster MY 2017, aggiornamento che determina la continua attenzione della casa nei confronti del suo modello di punta, giustificato dall’ottimo successo riscosso dal suo lancio sul mercato. I numeri della sport utility franco-rumena parlano chiaro: circa 3,5 milioni di veicoli immatricolati solamente nel continente europeo e nel bacino del mediterraneo. In realtà, quello di cui vi parliamo non è un vero e proprio restyling o un facelift di metà carriera, ma più un rinnovo del listino, con incrementi nell’equipaggiamento, condito da qualche minimo accorgimento estetico ed il debutto di un’inedita serie speciale. Dentro debutta il sistema multimediale e di navigazione satellitare MEDIA-NAV Evolution (disponibile come optional, di serie per le versioni al top di gamma) ed inoltre, per esaltare anche il suo animo cittadino, Duster 2017 può essere equipaggiata della telecamera di parcheggio posteriore. Va spesa una spiegazione per l’inedito sistema multimediale di navigazione satellitare MEDIA-NAV Evolution, in quanto è una novità assoluta per la gamma Dacia. Questo “pack” multimediale prevede un navigatore integrato con sistema di informazioni sul traffico TMC gratuito e proposta automatica di itinerari alternativi, accesso alla connettività tramite un’applicazione dedicata, infatti l’utente ritrova sullo schermo il contenuto multimediale che ha configurato tramite l’applicazione AHA, scaricabile gratuitamente dal proprio smartphone.

    Ford EcoSport 2017. Il piccolo SUV di Ford subirà nel 2017 un restyling, che riguarderà specialmente il frontale della vettura, inq quello che sarà un vero e proprio facelift. Per adesso il Ford EcoSport non ha riscosso il successo aspirato dai piani alti del Marchio americano, perché il segmento dei crossover è davvero molto competitivo, e spesso il piccolo EcoSport ha ricevuto delle critiche stilistiche. Infatti prima dell’ultimo restyling sul portellone posteriore era obbligatoria la ruota di scorta, che ha generato non poche critiche. Con gli aggiornamenti previsti per il prossimo anno, Ford tenterà il rilancio dell’EcoSport per sconfiggere anche i recenti: Mazda CX-3, Honda HR-V e Renault Captur.

    Honda CR V a

    In Italia è meno apprezzata che altrove ma la Honda CR-V è da cinque anni il SUV più venduto al mondo. Ha superato i 7 milioni di esemplari venduti. Di conseguenza è logico che, nel progettare la nuova generazione, la quinta, i giapponesi siano stati molto attenti a non stravolgere le caratteristiche di un prodotto così redditizio. La nuova CR-V, attesa in Europa nel primo semestre, mantiene l’estetica tanto apprezzata dal pubblico, ci sono solo alcuni ritocchi per rinfrescarne un po’ l’immagine. Tecnologia aggiornata, abitabilità migliorata grazie al passo più lungo, motori 1.5 turbo da 190 cavalli e il 1.6 turbodiesel D-Tec da 160 cavalli.

    In Italia dovremo attendere almeno il secondo semestre per vederla nei concessionari. La nuova generazione della Jeep Compass ha esordito a novembre al salone di Los Angeles. Ha anche “assorbito” la vecchia Patriot. FCA ripone grandi aspettative in questo SUV di medie dimensioni. La Compass verrà commercializzata in oltre 100 nazioni, quindi una vera e propria world car; l’azienda punta a superare le vendite già eccellenti della Renegade, con cui condivide la piattaforma (la stessa usata anche dalla Fiat 500X) e oltre la quale si posizionerà sul mercato, un po’ più in basso della Cherokee. Il design riprende molto quello della sorella maggiore Grand Cherokee. Trattandosi di Jeep, l’anima offroad è sempre molto accentuata, già dalla versione a sola trazione anteriore. Invece la 4×4 Trailhawk dispone di tutto quanto serve per l’uso in fuoristrada, quindi assetto ancora più alto, rapporti del cambio più adatti e generosi angoli d’attacco e uscita per superare agevolmente le pendenze più forti.

    L’anno si apre con l’arrivo nei concessionari di due edizioni speciali in serie limitata. La prima è la Jeep Renegade Desert Hawk; è un’evoluzione dell’allestimento Trailhawk. La stella dell’esercito americano sulla fiancata ricorda molto le Jeep delle origini. Motore Multijet II da 170 cavalli, cambio automatico a 9 rapporti e funzionalità apposite per il fuoristrada spinto. Infine la Jeep Cherokee Night Eagle II parte dall’allestimento Limited e conferisce un aspetto molto aggressivo, fatto di tonalità scure. Perché il nero domina dappertutto, sia nella carrozzeria che per quanto riguarda gli interni.

    Proseguono senza soste i test sulla prossima generazione della Jeep Wrangler, il fuoristrada duro e puro fiore all’occhiello di questo marchio del gruppo FCA. Delle recenti foto spia hanno ripreso un muletto al lavoro in Michigan, vicino alla sede Chrysler di Auburn Hills. In questo caso la camuffatura è ancora più pesante del solito e fa somigliare il veicolo ad un mezzo blindato dell’esercito. L’unico elemento che si può distinguere è il tipo di carrozzeria a quattro porte, per cui questo muletto apparterrebbe alla versione Unlimited. Inoltre il parabrezza appare più inclinato dell’attuale, dunque un accorgimento per migliorare la penetrazione aerodinamica e quindi ridurre leggermente i consumi durante l’uso stradale. Tuttavia la mascheratura non lascia capire se il parabrezza sarà sempre abbattibile, come tradizione, o invece diventerà fisso, secondo quanto dicono molte voci.

    Kia Sportage è il modello di punta della casa coreana, quello che da anni regala le migliori soddisfazioni in termini di vendite. Il modello 2017 prevede l’ingresso in gamma di due nuove varianti. La prima è la GT Line S. Rispetto all’allestimento GT Line attualmente in listino, ci sono diversi accessori in più, come sterzo riscaldato, fari al bi-xeno e parcheggio intelligente. Motori 2.0 CRD da 136 e 185 cavalli con cambio automatico a 6 marce e il turbo benzina 1.6 T-GDI da 177 cavalli col DCT a doppia frizione e 7 marce. Il secondo allestimento nuovo è il KX-5. Andrà a sostituire il First Edition. Stesse motorizzazioni della GT Line, rivestimenti in pelle a due colori, ricarica wireless per i cellulari oltre a parecchie altre dotazioni tecnologiche.

    La Kia Sorento 2017, sorpresa in un set di foto spia, ci mostra quello che dovrebbe essere un restyling di sostanza. Anche se l’attuale modello è sul mercato giusto da qualche anno, il marchio coreano si appresta a rifare il trucco al suo SUV di grosse dimensioni, per aggiornarlo e renderlo ancora più al passo con i tempi. Del resto è normale che dopo 3 o 4 anni al massimo una vettura venga sottoposta ad un facelift, tuttavia in questo caso si dovrebbe trattare di un aggiornamento abbastanza sostanzioso. Oltre ai rumors a riguardo, l’ipotesi sembra essere confermata dal fatto che l’attuale modello di Kia Sorento sia denominato internamente all’azienda come UM, mentre il prototipo sorpreso nelle foto spia è denominato come QM.

    Era l’ultimo tassello che mancava per completare il rinnovamento. Land Rover Discovery 5 è stata svelata al Salone di Parigi e non si fa fatica a ritrovare il family feeling di prodotti come Discovery Sport e Range Rover Sport. Dalle linee squadrate della Discovery 4 si passa a forme avvolgenti, senza pregiudicare le caratteristiche chiave del fuoristrada, ovvero, tanto spazio a bordo, fino a 7 persone, e incrementandone, anzi, i contenuti tecnologici, portati su quelli che sono oramai gli standard recenti in materia di infotainment e sistemi di assistenza alla guida. I nuovi motori Ingenium turbo 2 litri benzina e diesel saranno l’altra grande novità, insieme a un pianale realizzato in alluminio, vantaggio per consumi, guidabilità e agilità complessiva.

    Nulla di ufficiale, ancora. Solo foto spia di un muletto pesantemente camuffato avvistato al Nurburgring. Nella seconda metà del 2017 dovrebbe essere la volta della versione coupé di Range Rover Sport. Una presentazione che si concretizzi nel debutto sul mercato nel 2018. Sarà comunque una proposta interessante, perché le dimensioni generose di Range Sport verranno vestite da una carrozzeria più rastremata in coda, specialmente nell’andamento del tetto. Le cinque porte saranno chiaramente conservate, così come le unità motrici della versione “classica”. Le rivali saranno BMW X6 e Mercedes GLE Coupé e, diversamente dalle due proposte tedesche, Range Rover Sport coupé potrà contare su una netta differenziazione dello stile.

    Il marchio Lexus punta forte sui crossover e i suv. Sebbene non arriverà sulle strade nel 2017, il prossimo anno potrebbe essere l’occasione buona per scoprire una versione pronta per la commercializzazione del concept Lexus UX, protagonista al Salone di Parigi.

    Dovesse ricevere il semaforo verde, quello che abbiamo conosciuto come UX andrebbe a collocarsi nel segmento C, un crossover sviluppato sul medesimo pianale di Toyota C-HR, in quota 4 metri e 30 centimetri di lunghezza, ovviamente ibrido. Sarebbe il terzo prodotto con carrozzeria rialzata da terra, che permetterebbe a Lexus si completare l’offerta verso il basso, in un segmento nel quale la domanda di crossover è costante. Fari puntati sui saloni dell’auto 2017 per scoprire quale sarà il percorso di UX e l’avvicinamento alle concessionarie.

    Un ciclo di vita molto breve, così, dopo 4 anni dal debutto, Mazda CX-5 introduce il secondo atto. Un modello rivisto profondamente nel design, sempre inserito nel solco dello stile Kodo, abbinamento al quale seguono scelte tecniche mirate: montanti arretrati, baricentro abbassato, carreggiate più ampie. Così il suv compatto punta a ritagliarsi la propria fetta di mercato in Europa. Conta per il 25% delle vendite Mazda, CX-5. Cambiamenti radicali si registrano a bordo, dove spicca una plancia molto più accattivante e moderna di quanto non fosse quella della prima CX-5. Nuovo infotainment, materiali migliori, disegno fresco. In più, il G-Vectoring Control già annunciato su Mazda 3 e 6. In Europa il suv è atteso nel corso del 2017, dopo il debutto sul mercato interno, a febbraio.

    Il crossover sarà l’ultimo anello della famiglia Classe A ad aggiornarsi. Un restyling che riguarderà parzialmente il disegno del frontale, tra gruppi ottici e calandra. Più importanti gli aggiornamenti a bordo, dove si attende un miglioramento delle funzionalità di assistenza alla guida e l’immancabile sviluppo dell’infotainment. Già nei primi mesi del 2017 è prevista la presentazione, dopodiché sarà la volta della commercializzazione.

    Sembrerà uguale alla precedente, in realtà la nuova Mini Countryman cambia stile e dimensioni, è più convincente e dinamica, offre più spazio a bordo e per la prima volta arriverà anche con un sistema ibrido. La meccanica è quella della Serie 2 Active Tourer, pianale UKL e schema ibrido replicano le caratteristiche del modello Bmw. Convincenti le soluzioni di design, specialmente le nervature sui passaruota, il bel taglio dei fari posteriori, l’abitacolo ridisegnato e in sintonia con la gamma Mini berlina. Chiaramente è crossover premium, stacca prezzi importanti, giustificati da contenuti corrispondenti. Lunga 4 metri e 30 centimetri, propone un bagagliaio da 450 litri. I prezzi partono dai 27.450 euro della versione base con motore 1.5 litri turbo benzina, per arrivare ai 41.200 euro della Cooper SD turbodiesel da 190 cavalli, integrale ALL4 e con cambio automatico. Attesa nel 2017 per la presentazione di una probabile Countryman John Cooper Works

    Con l’anno nuovo è previsto l’arrivo anche della nuova generazione della Nissan Juke. Poche per ora le notizie certe, ma il manager di Nissan ha dichiarato che il crossover nipponico si presenterà con diversi affinamenti a livello meccanico e tecnologico, esteticamente invece avrà linee più taglienti che non stravolgeranno però l’attuale stile che ha concesso al modello di vendere circa 100 mila unità all’anno fin da subito. La carrozzeria ricorderà quella del Gripz Concept, svelato al Salone dell’Auto di Francoforte 2015. Le proporzioni andranno verso quelle della sorella maggiore Qashqai, in particolar modo nel frontale. La base telaistica sarà la nuova piattaforma realizzata grazie alla joint-venture con Renault: consente di ridurre il peso ma soprattutto di aumentare lo spazio a bordo, soprattutto nei sedili dietro e nel baule. Inedito il listino motorizzazioni che potrebbe vedere l’arrivo anche di una variante ibrida. Nell’abitacolo tanti i richiami alla Micra.

    Nissan Qashqai 2017

    Per il famoso suv invece vi sarà un restyling di sostanza che renderà Qashqai il primo modello Nissan europeo a montare il sistema “Piloted Drive 1.0“. Offerto come optional ad un prezzo abbordabile, questo sistema comprende diversi aiuti elettronici alla guida che vanno a formare una sorta di guida semi-autonoma. La nuova Nissan Qashqai sarà quindi in grado di mantenere la corsia e di proseguire autonomamente durante gli incolonnamenti.

    L’Opel Crossland X nel 2017 manderà in pensione la Meriva. La formula sarà quella di crossover-suv, andando quindi ad affiancarsi alla sorella minore Mokka X della quale riprenderà diverse soluzioni tecnologiche e stilistiche.

    Il 2017 sarà anche l’anno del debutto della sostituta dell’Opel Antara, ormai prossima al pensionamento. Il nuovo crossover grande del Costruttore tedesco simulerà la grande carrozzeria con tratti morbidi. Sotto il cofano moderni motori a quattro cilindri, la trazione integrale sarà riservata solamente alle versioni più potenti.

    Al quartier generale della Casa del Leone hanno deciso che dopo 7 anni di onorata carriera era ora di mandare in pensione la grande monovolume. A sostituirla ci penserà la 5008 2017, crossover interamente nuova che abbina la linea da suv ad un abitacolo molto capiente. Aumenta quindi l’altezza da terra che migliorerà ulteriormente la visuale dal posto di guida, oltre a consentire qualche gita fuori dalle strade asfalte ed in montagna senza patemi. La carrozzeria diventa più grintosa e prende i tratti base della sorella minore 3008. Tanto lo spazio a bordo, con 7 posti il baule offre una capacità di carico di ben 640 litri (caricando fino al soffitto). Solamente anteriore la trazione; i motori a benzina sono il 1.2 turbo tre cilindri da 130 cavalli ed il 1.6 turbo quattro cilindri da 165 cavalli. Per quanto riguarda l’offerta a gasolio troviamo il 1.6 BlueHDi da 100 e 120 cavalli ed il 2.0 BlueHDi da 150 e 180 cavalli. Ottima la dotazione di sicurezza, arriverà sul mercato per marzo 2017 ad un prezzo base di 25.450€.

    Renault Captur

    Ancora quasi nulle le informazioni ufficiali sul restyling della Renault Captur, modello in commercio da ormai 3 anni. Il piccolo crossover francese arriverà nella tarda primavera con dei nuovi scudi paraurti e degli inediti gruppi ottici full led (simili a quelli della sorella Clio), che miglioreranno notevolmente la visibilità di notte e con condizioni meteorologiche avverse. Rinnovati i materiali utilizzati per i rivestimenti dell’abitacolo, di qualità superiore a quelli attuali. Invariati il listino prezzi e quello motorizzazioni.

    La seconda generazione di Koléos è lunga 4 metri e 67 centimetri e si colloca nella fascia dei SUV di segmento D. Esteticamente si riconosce per il corso di stile inaugurato con la Talisman, caratterizzato dai gruppi ottici anteriori di forma elaborata con le luci diurne a “C”. Il frontale è caratterizzato dalla grande mascherina cromata con al centro il logo della Losanga bene in evidenza. Oltre allo stile decisamente dinamico, lo sport utility del Costruttore d’Oltralpe vanterà delle prestazioni off-road interessanti, nelle versioni dotate della trazione integrale con ripartizione automatica della coppia tra i due assi. Dentro tanto spazio per cinque persone, grazie al passo di 2 metri e 71 centimetri. Per competere con le rivali dei marchi premium, non mancano dettagli di fino come ad esempio i vetri laminati. Curate le finiture dell’abitacolo, realizzato con materiali di ottima qualità. I motori per il mercato italiano saranno unicamente a gasolio (esclusa per ora l’importazione di quelli a benzina): troveremo quindi il 1.6 dCi nelle potenze di 131 e 160 cavalli.

    Beccato qualche mese fa sotto pesanti camuffature, il nuovo Seat Arona sarà basato sulla prossima generazione della Ibiza (quindi anche per la piccola crossover niente piattaforma modulare MQB). Esteticamente la linea filante richiamerà i tratti principali della sorella maggiore Ateca. Si inserirà nel segmento B, dove spiccano vetture del calibro di Fiat 500X, Jeep Renegade, Nissan Juke, Renault Captur e via dicendo. Sotto il cofano quanto di meglio offerto tra gli ultimi propulsori VAG, troveremo quindi il 1.0 TSI e forse il nuovo 1.5 TSI per quanto riguarda i benzina. A gasolio vedremo il 1.4 TDI ed il 1.6 TDI. L’arrivo è previsto per novembre con prezzi a partire da circa 17.000 euro.

    Verso fine anno arriverà la nuova generazione della Yeti che si distinguerà nettamente rispetto al modello attualmente a listino. Costruito sul pianale modulare MQB, avrà una lunghezza attorno ai 4 metri e 40 centimetri ed esteticamente riprenderà le linee principali della cugina Tiguan. Dentro spazio per cinque persone e materiali di qualità. Il listino motorizzazioni vede innanzitutto il 1.4 TSI da 125 e 150 cavalli, mentre per quanto riguarda i diesel vi saranno il 1.6 TDI da 115 ed il 2.0 TDI da 150 cavalli. A richiesta anche la trazione integrale ed il cambio automatico a doppia frizione DSG. I prezzi partiranno da circa 21.000 euro.

    Il primo grande suv della Casa ceca è caratterizzato da linee spigolose ispirate al concept VisionS svelato allo scorso Salone di Ginevra. Originale il frontale alto con i gruppi ottici divisi in due livelli e la grande mascherina inferiore che prende il paraurti in tutta la larghezza. La parte posteriore possente cela un baule spazioso dal quale spuntano due sedili adatti a bambini e persone di bassa statura. Realizzato con cura l’abitacolo con i sedili anteriori che possono essere pure ventilati, scorrevole il comodo divanetto posteriore. Cinque i motori, tre benzina e due diesel, con potenze che vanno da 125 a 190 cavalli. In vendita a partire da aprile 2017 al prezzo base di 23.950 euro.

    Il concept della nuova Subaru XV è stato visto per la prima volt ain occasione del salone di Ginevra di quest’anno, ma è altamente probabile che la versione definitiva verrà presentata nel corso del 2017, presumibilmente verso la fine. Sostanzialmente il corpo vettura non cambierà molto rispetto alla versione che abbiamo visto nelle vesti di showcar, ma è l’altezza da terra che cambierà e ci saranno dei rivestimenti protettivi da applicare al sottoscocca. L’estetica punterà a linee solide e taglienti così come imposto dal corso stilistico appellato come Dynamic x Solid, che garantisce anche benefit aerodinamici. Sotto la pelle una nuova base costruttiva, formata dalla piattaforma modulare che darà i natali anche alle nuove Impreza, mentre non può di certo mancare un propulsore Boxer.

    Nel corso del 2017 arriverà anche la nuova Volkswagen Touareg, grande SUV brandizzato VW che potrà dare sfoggio di soluzioni tecniche importanti. Anche per questo modello non ci sono informazioni ufficiali al momento, se non alcune foto spia del modello catturato, pesantemente camuffato, durante le fasi di testing su strada. Il pianale dal quale partirà per la costruzione sarà consiviso con Audi Q7 e Bentley Bentayga, stessa che verrà riservata per la prossima generazione di Porsche Cayenne, al di sopra della quale la carrozzeria mostrerà una serie di migliorie rispetto al modello attualmente in commercio. Avrà molto in comune, sia a livello estetico che di dotazioni, con la nuova Volkswagen Passat, ma al momento non riusciamo a dire di più, se non che le motorizzazioni spazieranno dalle benzina elle diesel, passando per interpretazioni ibride.

    Volvo XC60

    Così come la prima del lotto ad essere stata rinnovata è stata la Volvo XC90, anche per le più piccole il brand svedese ha deciso di partire direttamente dalla XC60. Ufficialmente il SUV rivisto apparirà per la prima volta agli occhi del grande pubblico in occasione del salone di Ginevra 2017 ma sarà disponibile nelle concessionarie a partire da Settembre dello stesso anno, con una linea presa in prestito direttamente dalla XC90: frontale alto ed elegante saranno un must anche per questo modello dalle dimensioni meno estreme. Sotto al cofano motori con alimentazioni sia a benzina che diesel, con potenze che porteranno l’asticella fino a quota 320 cavalli.

    4444

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2017Auto nuoveCrossoverFuoristrada e SUV
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI