Nuovo codice della strada 2010: guida a tutte le novità

Il nuovo Codice della strada è in vigore da oggi e prevede norme più severe per chi beve e guida, e nei confronti delle microcar

da , il

    Nuovo codice della strada

    Il nuovo Codice della strada è legge. Con 145 voti favorevoli e 122 astenuti è passata al Senato la riforma delle norme di circolazione, che saranno attive già da oggi per tentare (questo l’obiettivo del Governo) di limitare incidenti e decessi da subito, dal primo week-end di esodo della stagione estiva. Sono oltre 80 gli articoli del Codice ad essere stati modificati. Tra questi le novità più importanti riguardano la tolleranza zero per chi beve e guida (soprattutto neopatentati e chi guida per lavoro), nuove norme più severe per le microcar, notifiche in 90 giorni e rateizzazione delle multe per i meno abbienti.

    Avranno operatività immediata le norme che impongono la cintura di sicurezza obbligatoria sulle microcar e l’obbligo di lenti, se prescritte, anche per guidare i ciclomotori. Per chi viene sorpreso in stato di ebbrezza durante lo svolgimento della propria attività professionale (autisti, conducenti, tassisti, camionisti) è previsto il licenziamento con giusta causa.

    Una norma importante prevede la possibilità di guidare per 3 ore al giorno (per andare al lavoro o per assistere un parente disabile) concessa a chi ha subito la sospensione della patente. Visite mediche obbligatorie ogni 2 anni per gli automobilisti che hanno superato gli 80 anni. Anche le novità sulle detrazioni dei punti saranno operative con effetto immediato.

    Infine, nuove regole anche per locali pubblici e discoteche: divieto di vendita di alcolici nelle ore notturne (già dalle 22 per gli Autogrill) e feste in spiaggia consentite solo tra le 17 e le 20. Insomma sono tante le novità con cui gli automobilisti si troveranno a confrontarsi da oggi in poi. Avranno l’effetto desiderato di ridurre gli incidenti? Lo sapremo a settembre.