Opel Adam S, scheda tecnica: motore turbo, ispirata dai rally [FOTO]

Opel Adam S sceglie la strada delle prestazioni

da , il

    Dai rally alla strada. Potrebbe sintetizzarsi più o meno così la nascita di Opel Adam S, pronta al debutto sul mercato e caratterizzata dal prestazionale motore 1.4 sovralimentato, forte di 150 cavalli , quanto basta per farne la Adam più potente. Nasce con l’esperienza nei campionati nazionali ed europei della Adam R2, seppur idealmente a richiamare quella che è la versione da corsa. Gli accenti di sportività alla citycar tedesca non sono mai mancati, perché lo stile è piacevole, nonostante tanti invochino quella similitudine con la Fiat 500 che è termine di paragone obbligato per qualunque piccola da città chic e raffinata.

    | LEGGI ANCHE: OPEL ADAM SWING TOP, ARRIVA LA “CABRIO” |

    Non c’è solo il nuovo propulsore, ma anche tanti accorgimenti per trasformarla in una pepata segmento A da 3 metri e 70 centimetri. Iniziamo comunque dal cuore, un quattro cilindri con doppia fasatura variabile e turbo integrato nei condotti di scarico, oltre a numerosi componenti alleggeriti, come l’albero a camme cavo e i condotti di aspirazione in materiale plastico. Rispetto all’unità aspirata ci sono 50 cavalli extra e il 70% di coppia motrice in più: tutta un’altra auto, in grado di raggiungere i 210 orari e assicurare uno 0-100 che vale 8″5. Numeri assoluti a parte, il turbo regala l’elasticità necessaria sotto forma di 220 Nm di coppia massima, utile per riprendere da 80 a 120 orari in quinta marcia (cambio 6 rapporti di serie; ndr) in appena 7″9. I consumi dichiarati sono tutto sommato abbordabili, visto lo spirito sportivo della Adam S: 5.9 litri/100 km nel ciclo misto, con l’ausilio dello start&stop di serie.

    LEGGI ANCHE: NUOVA OPEL CORSA

    Propulsore a parte, le modifiche per rendere “S” una Adam normale passano dall’impianto frenante curato da OPC, una taratura dello sterzo più diretta e un telaio con tarature più rigide, oltre alla possibilità di disinserire totalmente il controllo di stabilità Esp.

    Raccontate le note tecniche, c’è un profondo intervento sullo stile, a partire dal frontale, dove troviamo una calandra per metà composta da una griglia a maglie larghe e per una porzione minore da profili orizzontali in carbon look, stesso trattamento riservato alle calotte degli specchietti. Il paraurti anteriore propone anche un’area centrale nera, che si fa fatica a definire splitter. L’occhio ringrazia.

    Quando hai un’auto da 3 metri e 70, con un passo di 231 centimetri, dei cerchi da 18 pollici ti colpiscono e stupiscono, un po’ come prendersi un pugno da Alì. Gommatura 225/35 R18 per i cinque razze, dietro alle quali si nascondono freni da 16 pollici di diametro all’anteriore e 15 al retrotreno, completati da pinze rosse. Restando sull’assetto, le sospensioni avranno una taratura più rigida, per migliorare la prontezza di guida e la reattività, di certo ad alti livelli anche grazie alle ruote da 18″.

    La tinta bicolore è azzeccata, con il rosso per la carrozzeria e un grafite per il tetto che trova spazio anche sull’alettoncino posteriore, mentre la tradizionale cornice cromata separa montanti e parte superiore.

    Opel Adam VR 46 Limited Edition

    Al retrotreno le novità sono rappresentate dai fari con elementi bruniti e due oblò per la retromarcia inseriti accanto al portatarga, mentre un labbro nero incornicia lo scarico cromato.

    Saliti a bordo sono i sedili sportivi Recaro a salutare il pilota-guidatore: in pelle e con cuciture rosse, dovrebbero assicurare il giusto contenimento in curva. Tema rosso-nero rirpeso anche sulle portiere, la leva del cambio, il volante e la strumentazione: noi lo chiamiamo tema, in Opel l’hanno ribattezzato Red ‘n Roll.

    Al centro della plancia troviamo l’IntelliLink (optionali) con la gestione del comparto multimediale, oltre ai comandi del clima automatico, di serie così come i vetri privacy posteriori. Altre dotazioni a richiesta disponibili sulla Adam S sono rappresentate dalla radio digitale DAB, il Siri Eyes Free (incluso nell’IntelliLink), il sistema di parcheggio automatico che individua ed effettua le manovre necessarie e il Side Blind Spot Alert, ovvero l’avviso di rischio collisione con un’altra auto in caso di sorpasso.

    Resta un solo punto interrogativo, quello legato al prezzo. Costituirà il top di gamma la Opel Adam S, così dovremo posizionarla al di là dei 17.150 euro, oggi punto più alto del listino della piccola citycar tedesca. Quanto oltre?

    Fabiano Polimeni