Opel Ampera, ritardo nel lancio europeo per problemi agli accumulatori

Problemi alle batterie per la Chevrolet Volt, gemella della Opel Ampera, che hanno fatto decidere a General Motors di ritardare l'uscita sul mercato Europeo

da , il

    Opel Ampera

    In un comunicato ufficiale della casa viene reso noto che il lancio europeo della Opel Ampera verrà ritardato. La decisione arriva dopo i problemi riscontrati sulla gemella Chevrolet Volt: pare infatti che le batterie a bordo possano causare incendi a seguito di incidenti. Questo fenomeno è stato scoperto durante i crash test, e le autorità americane competenti stanno ancora indagando. Sembra infatti che le fiamme si propaghino proprio dai pacchi batterie agli ioni di litio, a volte anche 3 settimane dopo l’impatto. Questo ha portato General Motors ad annunciare che per la prossima Chevrolet Spark elettrica verranno scelti accumulatori differenti da quelli sotto indagine.

    Pare che General Motors abbia comunque scoperto come risolvere il problema della Volt, e l’intervento avrebbe un costo di circa 1.000 dollari per ogni vettura, per una spesa complessiva di quasi 9 milioni di dollari da parte della casa automobilistica. Si tratterebbe di modificare l’involucro contenente le batterie rendendolo più resistente e migliorando il raffreddamente a liquido. Per chi non fosse convinto della riuscita dell’operazione, il produttore americano si è anche offerto di ricomprare le Volt dagli acquirenti preoccupati per la loro incolumità, ma al momento solo pochi hanno aderito all’iniziativa. In Europa l’Opel Ampera stava per essere distribuita nella rete di vendita di Germania, Svizzera, Belgio, Olanda e Francia, e aveva già raccolto circa 7.000 ordini. Attendiamo fiduciosi nuovi sviluppi.