Opel Insignia: pronta la versione EcoFlex

Opel Insignia: pronta la versione EcoFlex

Eppure in un periodo tanto difficile per Opel, la Insignia, complice forse la linea moderna che la contraddistingue, le soluzioni tecniche adottate, fatto sta che la berlina tedesca rappresenta un’isola felice nel panorama delle vendite di auto al punto che la soluzione adottanda da Opel in questi giorni, ovvero presiedere alla presentazione della versione Ecoflex è salutata da tutti con molta attesa

da in Anteprima auto, Berline, Blocco traffico, Opel, Opel Insignia
Ultimo aggiornamento:

    I numeri non mancano certo alla Opel Insignia, più di 120 mila unità vendute fin dalla prima apparizione dell’auto nel circuito commerciale non sono certo bruscolini soprattutto in considerazione della crisi dell’auto, della grave congiuntura economica mondiale e del marchio in particolare.

    Eppure in un periodo tanto difficile per Opel, la Insignia, complice forse la linea moderna che la contraddistingue, le soluzioni tecniche adottate, fatto sta che la berlina tedesca rappresenta un’isola felice nel panorama delle vendite di auto al punto che la soluzione adottanda da Opel in questi giorni, ovvero presiedere alla presentazione della versione Ecoflex è salutata da tutti con molta attesa.

    Opel Insignia Ecoflex, grande risparmio senza sistemi particolari
    La Opel Insignia Ecoflex si basa su un sistema che consente grandi risparmi energetici e minori immissioni di inquinanti nell’ambiente e tutto ciò senza ricorso alcuno a sistemi come lo Start&Stop, oppure a quello atto al recupero dell’energia frenante dissipata o, ancora, senza alcun ricorso a sistemi bi-fuel.
    Inquina quanto un’utilitaria

    Il risultato è una vettura che consuma e inquina sicuramente meno solamente intervenendo sulla meccanica che fa si che la Insignia con un litro di carburante percorra tranquillamente venti chilometri emettendo 136 gr/km di Co2 e c’è qualcuno che sostiene che si sarebbe addirittura potuto fare di più abbassando la soglia delle emissioni a 130 grammi. Tutto ciò senza mai rinunciare al piacere della guida e viaggiando nel massimo confort grazie anche al telaio FlexRide che si modula di fatto al tipo di guida e di percorso in ogni situazione affrontato.

    Dunque parliamo di un’auto che col motore Ecoflex obbedisce alla Direttiva Euro 5 e già questo è un grande vantaggio rispetto alla concorrenza, si pensi che la Ford Mondeo coimpetitors eccellente per Insignia, monta motori Euro 4 ed in fatto di emissioni inquinanti supera di gran lunga la berlina tedesca, ma la stessa cosa può anche essere detta per la Citroen C5 che in fatto di consumi e di inquinamento fa di gran lunga meno bene della Insignia.

    Una vettura dalle alte prestazioni

    E, dunque, parlando di Opel Insignia ci riferiamo ad un’auto che monta un motore turbodiesel 4 cilindri da 2,0 litri di cilindrata e 160 cavalli di potenza con cambio manuale a sei marce per una vettura che pesa oltre 1.500 chilogrammi che raggiunge una velocità massima di 220 km/h , accelera in 9 secondi da 0 a 100 orari e costa 27.500 euro.

    Grande dotazione di serie

    Ancora parlando di Opel Insignia EcoFlex come non ricordare la grande attenzione della Casa nel dotare al meglio la vettura che ha di serie tutto o quasi possa rispondere appieno alle esigenze del cliente; si pensi ai sei airbag, ai cerchi in lega leggera da 16 pollici di diametro, al clima automatico, al sofisticato impianto radio/CD/MP3, al sistema Immobilizer, al controllo della trazione e della stabilità elettronico, agli appoggiatesta attivi, ai sedili anteriori elettrici ed al divano sdoppiato.

    Gli optional per chi non s’accontenta

    Aggiungendo qualcosa in meno di 5.000 euro si possono scegliere optional utili quali i fari adattativi allo xeno, che costano mille euro, gli interni costituiti da materiali più pregiati al costo di circa 1.350 euro, il navigatore satellitare che incide per 900 euro, il tetto apribile per 800 euro ed infine, la vernice metallizzata al costo di 500 euro.

    629

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoBerlineBlocco trafficoOpelOpel Insignia
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI