Salone di Parigi 2016

Pagamento multe: due giorni in più per chi paga con bonifico bancario o carta di credito

Pagamento multe: due giorni in più per chi paga con bonifico bancario o carta di credito
da in Consigli e Guide, Multe

    Decreto banche multe con carta di credito o bonifico bancario

    Decreto banche. Il 15 aprile è entrato in vigore il celebre ormai decreto banche (legge 8 aprile 2016, n. 49 di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 febbraio 2016, n. 18) e questo inciderà anche sul mondo dell’automobile e soprattutto nell’ambito delle sanzioni del codice stradale, quindi anche sul modo di pagare le multe. Questa nuova legge contiene una norma chiamata “salva-multe” che dichiara questo: “per i pagamenti diversi da quelli in contanti o tramite conto corrente postale, l’effetto liberatorio si produce se l’accredito a favore dell’amministrazione avviene entro due giorni dalla data di scadenza del pagamento”. Per cercare di utilizzare un linguaggio più comune e meno tecnico, significa che i soldi delle multe potranno essere versati sul conto corrente della polizia fino al settimo giorno per il pagamento scontato o fino al sessantaduesimo per quelli canonici. Questo può avvenire solamente se il pagamento è effettuato con un bonifico bancario o con la carta di credito. (bisogna però che sul verbale emesso dalla polizia sia specificata la possibilità di effettuare questa tipologia di versamento).

    Se invece volete continuare a pagare in contanti al comando della polizia o tramite la Posta, allora non cambierà nulla e si applicherà il codice della strada che prevede il pagamento entro cinque giorni dalla contestazione su strada della violazione o dalla notifica (in caso di verbale notificato all’indirizzo di residenza del proprietario del veicolo) o entro il sessantesimo giorno nel caso in cui si decida di non usufruire delle sconto o nel caso in cui non se ne possa usufruire. Certamente la cosa migliore sarebbe non perdere tempo e pagare sempre con alcuni giorni di anticipo, anche perché non si sa quanto tempo occorra per l’accredito della somma sul conto corrente bancario del corpo di polizia. Se qualora non si decidesse di fare ricorso è meglio pagare in anticipo rispetto alle scadenze fissate. Il ritardo nel pagamento anche di un solo giorno ha conseguenze devastanti come per esempio il raddoppio della multa, la decurtazione della somma già versata, più le spese e le maggiorazioni varie dovute all’iscrizione a ruolo e all’invio della cartella esattoriale.

    413

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI