Panhard:potrebbe risorgere entro il 2010 la celebre Casa francese

E se la vostra prossima auto fosse una Panhard?

da , il

    Alcuni modelli di Panhard del 1935

    A fine anni sessanta cessava la produzione della francese Panhard, una storica Casa automobilistica che vide la luce nel 1845, ma che prima di diventare tale passò per diverse fasi e vicissitudini che la videro al centro di diversi cambi societari e che solo nel 1891 cominciò a produrre in serie, come si poteva fare allora, i primi modelli, con motore anteriore, bicilindrici di 1.060 c.c.

    Da quel momento la fabbrica si allarga ma i modelli che produce che, inizialmente sono salutati dal mercato con orgoglio tutto francese, in un secondo momento vengono bollati come auto poco affidabili, motivo che assesta il declino definitivo all?azienda francese che,per non fallire, si associa a Citroen nel 1965, ma ciò non basta per non farla chiudere, visto che quattro anni dopo, la Panhard chiude definitivamente gli stabilimenti, per la produzione di auto civili.

    Un ramo aziendale, però, continua a lavorare, è quello destinato alla produzione di veicoli militari utilizzati da diversi eserciti di molte nazionalità, ad esempio sono Panhard le autoblindo ERC e AML.

    Ma adesso la grande industria francese potrebbe risorgere, al punto da progettare almeno sei nuovi modelli entro il 2010, con costi ridotti del 30% rispetto alle altre auto, anche se occorre dire che la concorrenza è tanto agguerrita, oggi, che sperare in un?ascesa dell?azienda è davvero difficile, se solo si pensi alle difficoltà connesse, anche, nell?imporre il nome di una marca che nessuno conosce.

    Siamo, comunque curiosi di seguire da vicino i percorsi moderni della Panhard.