Patente a 16 anni: provvedimento maschilista

Ritenete il provvedimento che autorizza a guidare a 16 anni, maschilista?

da , il

    La patente a 16 anni ritenuto un provvedimento maschilista

    Si è venuto a creare un fatto strano a proposito della patente conseguibile a 16 anni, le autoscuole, per bocca della Confederazione che le rappresenta, la Confedertasi, contestano il provvedimento, ritenendolo del tutto maschilista.

    Infatti, secondo l’organizzazione, per potersi mettere alla guida di un’auto a 16 anni, con l’assistenza di un Tutor accanto, prevede il conseguimento della patente A, il cosiddetto patentino, fatto questo più volte sollecitato dalle stesse autoscuole. Questo fatto ha finito per creare una discriminazione fra sessi, visto che le ragazze sono meno interessate ad avere in mano il patentino e che dunque non potranno guidare a 16 anni d’età.

    Molto meglio sarebbe istituire corsi teorici, pre-guida, della durata di 20 ore presso le autoscuole stesse e non creare nessuna relazione fra la guida dell’auto con quella della moto, visto che i due mezzi hanno poche o nessuna attinenza fra di essi.

    Tutto ciò non vuole, da parte di Confedertasi, mettere in discussione il provvedimento che consente di mettersi a guidare a 16 anni, visto che, stante l’attuale normativa, la preparazione che avrebbero i 18 enni, oggi, è giudicata ridicola da tutti, autoscuole in testa.