Motor Show Bologna 2016

Patente a punti: tre multe e devi rifare l’esame

Patente a punti: tre multe e devi rifare l’esame
da in Consigli e Guide, Multe, Patente
    Patente a punti: tre multe e devi rifare l’esame

    La patente a punti, questa sconosciuta. Poco nota al punto che può capitare di dover tornare alla scuola guida quasi senza accorgersene, sostenere nuovamente l’esame per la patente all’improvviso. Prendendo in prestito un’analogia dal baseball, al terzo strike sei fuori. Chi commette tre violazioni in un anno che comportino la perdita di almeno 5 punti ciascuna, deve nuovamente sottoporsi all’esame.

    In realtà gli avvisi ci sono, eccome. Questa volta, non capita sempre, la legge è chiara. Si tratta ovviamente del Codice della strada, articolo 126 bis. Al comma (cioè il paragrafo) 6, la legge dice testualmente: “Alla perdita totale del punteggio, il titolare della patente deve sottoporsi all’esame di idoneità tecnica di cui all’articolo 128 (dove si spiegano le modalità per la revisione della patente, ndr). Al medesimo esame deve sottoporsi il titolare della patente che, dopo la notifica della prima violazione che comporti una perdita di almeno cinque punti, commetta altre due violazioni non contestuali, nell’arco di dodici mesi dalla data della prima violazione, che comportino ciascuna la decurtazione di almeno cinque punti“.

    Se non ci si presenta a sostenere l’esame entro trenta giorni dalla notifica della terza multa, la patente viene sospesa a tempo indeterminato. Semplice. Talmente evidente che una recente sentenza del Tar del Veneto, la numero 1194 dell’11 novembre 2015, ha respinto il ricorso di un automobilista proprio rammentando quello che prescrive quell’articolo del Codice della strada. Il ricorrente era stato multato tre volte nello stesso anno per mancato uso della cintura di sicurezza, guida a velocità pericolosa e aver effettuato manovre pericolose in autostrada.

    Infrazioni non di poco conto, giustamente punite dalla legge attraverso la revisione della patente.

    Le sanzioni che comportano il decurtamento di almeno 5 punti dalla patente puniscono comportamenti molto pericolosi. Scorrendo la tabella punti allegata all’articolo 126 bis, ne contiamo ben 38. Tra queste, troviamo: l’eccesso di velocità nelle sue varie forme; la guida contromano; il divieto di sorpasso; le lesioni causate da incidente per mancata distanza di sicurezza; inversione di marcia in curva, dosso o incrocio; trasporto di merci pericolose senza autorizzazione; inversione di marcia, retromarcia e circolazione sulla corsia di emergenza in autostrada; guida in stato di alterazione sotto effetto di alcool o droghe.

    Non si scherza, come abbiamo visto. Le conseguenze di queste violazioni possono facilmente trasformarsi in incidenti gravi, spesso mortali. Ognuno di questi comportamenti può diventare un triste mazzo di fiori sul ciglio di una strada.

    455

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli e GuideMultePatente

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI