Peugeot, auto e storia

Peugeot, auto e storia

La Peugeot inaugura la sezione Storia del suo nuovo sito internet

da in Curiosità Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Peugeot

    Peugeot è il più antico marchio automobilistico in attività. Si può affermare che Peugeot nacque ancora quando l’automobile non era stata nemmeno costruita. Il marchio francese, infatti, all’inizio era solo una fonderia d’acciaio, guidata dalla famiglia che, poi, fondò la fabbrica. Adesso che Peugeot compie duecento anni di attività industriale, il brand francese inaugura la sezione Storia del suo sito web, con l’indispensabile contributo del Club Storico di Peugeot Italia. Peugeot vuole solo rappresentare una rassegna di documentazione che può essere utile a tutti, una specie di album da cui trarre ispirazione.

    Oggigiorno consideriamo le autovetture in base alla bellezza, la linea, gli optionals di cui può essere corredata. Ma, spesso, si dimenticano le origini da cui discende una sapiente tecnologia che si è evoluta fino ai nostri giorni.

    Conoscere, per esempio, l’origine dei nomi delle vetture Peugeot può essere anche una scoperta piacevole, per il lettore.

    Infatti, si sa che i modelli Peugeot hanno, per tradizione, una sigla di tre cifre con lo zero nel mezzo. Tutto iniziò nel 1932 quando, accanto alla 201 (numero di progetto), si dovette affiancare una versione maggiore, ribattezzata 301. Avvenne così il brevetto tutti i numeri a tre cifre, con lo zero in mezzo, per identificare i modelli successivi. In Peugeot, la prima cifra indica la gamma, cioè la classe del modello: la gamma 10x identifica le vetture più piccole come le 104 o 107.
    Peugeot
    L’ultima cifra identifica la serie e, quindi, il periodo. La prima vettura della gamma x05 è la 305 del 1977 mentre la prima x06 è la 106 del 1991. Nel tempo, però, i tanti modelli di auto hanno evidenziato la necessità di segmentare, ancor di più, i numeri, dando origine alle vetture Peugeot con uno zero sdoppiato al centro, come la 1007 o la 4007 attuali.

    363

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Curiosità AutoMondo auto

    Salone di Ginevra 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI