Pininfarina Hyperion: anteprima

da , il

    Pininfarina Hyperion

    Una sorta di riedizione del passato è quella intrapresa da Pinifarina con la Hyperion, un nome mitologico per una bellissima cabrio imponente soprattutto all?anteriore dove a far bella mostra di sé pensa il lungo cofano motore, mentre il resto della carrozzeria si presenta con un gradevole sbalzo posteriore basso.

    L?Hyperion Pininfarina trae spunto dalla Rolls-Royce-Drophead Coupè e rispetto a questa si è operato per la cabrio rimodulando gli spazi a partire dalla rimozione dei sedili posteriori ed arretrando di 400 millimetri la posizione di guida.

    La carrozzeria è abbastanza leggera in fibra di carbonio mentre il resto è stato affidato alle abili mani di raffinati artigiani normalmente impiegati al lavoro sulle barche di lusso e sul legno pregiato che le riveste.

    La Hyperion rispetto alla vettura dalla quale deriva si presenta all?interno con qualche modifica della strumentazione, una per tutte l?orologio che trova posto nel cruscotto che, all?occorrenza, può essere sfilato dall?alloggiamento ed essere indossato al polso.

    Per quanto concerne i motori, ritroviamo nella Hyperion un motore di ben 6.750 cc. di cilindrata a 12 cilindri in grado di erogare 453 cavalli di potenza con una velocità massima, ridotta elettronicamente a 300 orari e la possibilità di godere di accelerazioni, da 0 a 100 orari in appena 5 secondi e mezzo.