Motor Show Bologna 2016

Pneumatici invernali Bridgestone auto: gamma Blizzak

Pneumatici invernali Bridgestone auto: gamma Blizzak

Bridgestone lancia la gamma di pneumatici invernali Blizzak e sconta fino a 80 euro sul cambio gomme

da in Bridgestone, Pneumatici, Sicurezza Stradale, Sistemi di sicurezza
Ultimo aggiornamento:
    Confronto tra pneumatici invernali, estivi e quattrostagioni

    Parli di sicurezza sulle auto e subito la mente corre all’infinito elenco di sigle e acronimi legati all’elettronica di bordo. Controllo di stabilità, trazione, frenata assistita: le case automobilistiche fanno a gara a chi sviluppa l’ultimo dispositivo intelligente. C’è un problema, però, un dettaglio legato ai comportamenti e abitudini di chi guida. Le gomme sono l’unico punto di contatto del veicolo con il terreno, come le scarpe per un maratoneta. Ecco, se è vero che i sistemi di sicurezza attiva sono i benvenuti per macchine sempre più sicure, è altresì fondamentale capire come non si possa andare al risparmio nella scelta degli pneumatici. Estivi o invernali, la qualità è il parametro guida.

    L’avvicinarsi della stagione più fredda, poi, obbliga all’installazione delle gomme invernalie Bridgestone lancia la nuova gamma Blizzak con una promozione vantaggiosa.
    Una volta tanto il legislatore ha imposto una regolamentazione chiara per l’impiego delle gomme termiche, strumento la cui utilità troppo spesso viene collegata a un asfalto coperto dalla neve. Niente di più sbagliato, perché una gomma invernale assicura vantaggi già con un clima rigido e con manto stradale asciutto.

    Il perché è da ricercarsi nella composizione delle mescole, ideate per resistere a quel fenomeno chimico per il quale la gomma tende a indurirsi e ridurre la sua presa e aderenza al diminuire della temperatura esterna. In abbinamento alla conformazione particolare del composto c’è anche un diverso disegno dei tasselli, più profondi e in grado non solo di mordere più efficacemente la neve ma anche di espellere maggiori quantità d’acqua, diminuendo il fenomeno dell’aquaplanning.
    E’ scontato come non basti la miglior tecnologia applicata ai prodotti, ma serva un’attenzione da parte di chi guida per rendere effettivi i vantaggi: controllare la pressione di gonfiaggio è un’operazione ancora troppo spesso tralasciata, cruciale sia per quelli che sono i consumi di carburante che per la tenuta di strada e l’usura stessa delle gomme.

    pneumatici invernali bridgestone blizzak

    A proposito di nuove tecnologie, Bridgestone rinnova la sua gamma di pneumatici invernali e va incontro all’automobilista con una campagna promozionale valida fino al 30 novembre 2013: Inverno con Bridgestone. Chi sostituirà un treno di pneumatici avrà diritto al rimborso di 40 o 80 euro – a seconda della misura delle gomme cambiate -. Sarà sufficiente registrarsi sul sito www.invernoconbridgestone.it e lasciare i propri dati per vedersi restituito l’importo.
    All’interno della gamma Blizzak esiste un prodotto per ogni esigenza, tutti sviluppati per migliorare le caratteristiche meccaniche della gomma, intervenendo sul disegno del battistrada, la carcassa e le mescole.
    Con Bridgestone Blizzak DM-V1 si guarda alle condizioni climatiche più estreme, un prodotto pensato per fuoristrada e suv, con mescola Multicell Z e il disegno del battistrada per assicurare più trazione e una frenata migliore su neve e ghiacchio. Nello specifico, la mescola Multicell Z si compone di micro-canali che la rendono più porosa all’interno.

    La serie Blizzak LM propone tre varianti, la LM-30 con disegno del battistrada asimmetrico, alta densità degli intagli per il massimo controllo e aderenza su bagnato e neve. E’ una gomma studiato per vetture di classe media e piccola con codice di velocità T e H.
    La LM-35 si segnala per il battistrada solcato da quattro ampie scanalature, ed è dedicata alle vetture ad alte prestazioni. Carcassa e cintura sono state ottimizzate con una riduzione di peso e di resistenza al rotolamento (-16%), oltre a un -2,5% sui consumi. Il tratto caratterizzante sono i numerosi spigoli centrali per far presa al meglio sulla neve.

    Il Blizzak LM-32 sfoggia una nuova mescola e viene offerto nella gamma di misure tra 15 e 20 pollici. E’ il prodotto di primo equipaggiamento di vetture come Aston Martin Rapide e Audi A3. L’omogenea distribuzione e il miglior legame delle particelle di silice all’interno della mescola aumentano le prestazioni sul bagnato e alle basse temperature.
    Una gomma specifica per suv e crossover è la Blizzak LM-80 Evo. Battistrada unidirezionale, rappresenta l’evoluzione della versione premiata nel 2012 dall’Adac. Ha una diversa distribuzione degli incavi per migliorare la trazione e la mescola è arricchita con silice.

    Infine, seppur esterno alla gamma Blizzak, va segnalato il nuovo Firestone Winterhawk 3, sviluppato partendo dal Winterhawk 2 e in grado di migliorare del 10% i fenomeni di aquaplanning aumentando la durata della gomma del 30%. Il disegno del battistrada presenta intagli più profondi e una mescola arricchita di silice.

    pneumatici invernali bridgestone blizzak

    I consigli di guida

    Montate quattro gomme termiche e tenute al meglio, non resta che ripassare i concetti fondamentali della guida su neve o asfalto con poca aderenza. Chi meglio di un campione di Formula 3000, mondiale Kart, due volte campione europeo e italiano, con 70 gran premi all’attivo e una lunga esperienza con vetture turismo a ruote coperte, per carpire i trucchi essenziali? Stefano Modena da oltre 10 anni ormai è responsabile dello sviluppo gomme Bridgestone, in particolare quelle destinate al primo equipaggiamento. «Nella stagione invernale, la guida può essere rischiosa e impegnativa, bisogna quindi prepararsi
    adeguatamente. Non si tratta solo di avere il giusto equipaggiamento, ma anche di capire come rispondere correttamente ai diversi imprevisti che si presentano d’inverno. Dobbiamo quindi essere responsabili nel preparare non solo il nostro veicolo, ma anche noi stessi.
    «Curate la posizione di guida. Non state troppo distanti dal volante per evitare ritardi di risposta delle braccia, discorso simile se si guida troppo vicino al volante con le braccia che impacciano con il corpo. Nelle auto dove è possibile sollevate leggermente la seduta per migliorare la visibilità verso l’esterno oltre a permettere di valutare meglio le condizioni del fondo stradale»
    .

    997

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BridgestonePneumaticiSicurezza StradaleSistemi di sicurezza

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI