Motor Show Bologna 2016

Pneumatici run flat: come funzionano, prodotti e prezzi

Pneumatici run flat: come funzionano, prodotti e prezzi
da in Pneumatici
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/11/2016 12:30

    pneumatici run flat

    Da diversi anni i pneumatici run flat sono lentamente entrati sul mercato. Si tratta tuttavia di un tipo di prodotto ancora di nicchia, dati gli alti costi e le sue caratteristiche intrinseche che ne frenano l’adozione sul mercato di massa. Ciò non toglie che si tratti di gomme interessanti. Riepiloghiamone i criteri di funzionamento e vediamo le offerte dei principali produttori, insieme ai prezzi generali.

    Innanzitutto cos’è un pneumatico run flat (alcuni scrivono runflat o run-flat)? E’ una gomma in grado di continuare la propria marcia anche dopo una foratura, in modo ovviamente limitato. Generalmente consentono di percorrere 80 Km ad una velocità massima di 80 Km/h.

    Il grande vantaggio dei pneumatici run flat è la possibilità di proseguire il proprio viaggio senza dover sostituire la ruota in strada, operazione sempre seccante e che può diventare molto pericolosa se ci si trova in spazi stretti e non protetti dal resto del traffico (come accade quasi sempre). Come fa un pneumatico a viaggiare anche se è forato? Essenzialmente i run flat sono costruiti con un consistente rinforzo ai lati. In questo modo riescono a sostenere il peso del veicolo senza deformarsi e surriscaldarsi eccessivamente anche quando viene a mancare l’aria. Allora perché tutte le auto non montano questi pneumatici? Semplice: i costi. Infatti il costo di produzione è superiore proprio per le diverse caratteristiche costruttive; inoltre ogni pneumatico run flat deve essere calibrato per un tipo specifico di veicolo. Non basta controllare misura e codice di velocità: ci si deve accertare che quel produttore abbia in listino la gomma adatta proprio a quel modello di auto. Un altro particolare che ne impedisce una larga diffusione è la necessità che l’auto sia dotata di sensore TPMS, il dispositivo che tiene sotto controllo la pressione dei pneumatici ed emette un allarme se questa scende troppo. E’ indispensabile proprio perché, potendo anche marciare sgonfio, il run flat renderebbe molto difficile accorgersi della foratura. E’ vero che il TPMS è diventato obbligatorio in Europa per tutti i veicoli immatricolati dal 1° novembre 2014, però c’è anche tutta la massa sterminata di veicoli precedenti che non ne è dotata (ed è totalmente antieconomico installarlo in aftermarket). Un altro fattore è la necessità della sua sostituzione. Un run flat forato non si ripara, perché è impossibile valutarne esattamente le condizioni dopo una marcia senza pressione. Per tutti questi motivi i pneumatici di questo tipo vengono montati solo su alcuni modelli di auto premium. Infine, anche l’operazione di sostituzione è più costosa, perché i gommisti devono avere un’attrezzatura speciale e una competenza specifica per i run flat. Non tutte le officine sono qualificate per questo lavoro. Si tratta comunque di pneumatici che consentono una sicurezza maggiore.

    Vediamo quindi quali sono le offerte dei principali produttori. I modelli di pneumatico hanno generalmente lo stesso nome, al quale si aggiunge l’opzione run flat. E’ necessario rivolgersi al singolo produttore per sapere se quel tipo di pneumatico è previsto per il proprio modello di auto. Per quanto riguarda i prezzi, questi dipendono da misura e modello di auto. Abbiamo calcolato un prezzo medio (per singolo pneumatico) Iva compresa proveniente da vari rivenditori on line, ipotizzando una misura standard 205/55/16. Montaggio chiaramente escluso. Per Bridgestone troviamo Turanza ER 300, Turanza T001, Potenza S001, Blizzak LM-25, Blizzak LM-32. Andiamo da 80 a 150 euro. C’è un discorso speciale per il Driveguard, un run flat di tipo particolare: infatti è attualmente l’unico pneumatico montabile su qualsiasi modello di auto (sempre a condizione che abbia il TPMS); Driveguard e Driveguard Winter hanno mediamente prezzi da 80 a 110 euro. Passiamo a Continental. Qui troviamo ContiPremiumContact, ContiWinterContact e ContiIceContact. Prezzi da 85 a 195 euro. Dunlop offre il WinterSport 3D, si va da 105 a 125 euro. Goodyear propone Vector 4Seasons 2, EfficientGrip, Eagle NCT5, Ultra Grip Performance 2; prezzi da 85 a 135 euro. I run flat nel catalogo Hankook sono K115 Ventus Prime 2, Winter I-Cept Evo W310; i prezzi vanno da 75 a 98 euro. Michelin offre Primacy 3, Primacy HP, Alpin 5, Alpin PA3, X-Ice Xi3; prezzi medi da 110 a 150 euro. Nokian offre Line, WR A3, WR D4, WR A4, Hakkapelitta 7. Prezzi da 80 a 210 euro. Pirelli ha l’opzione run flat su prodotti come Cinturato P7, Winter Sottozero serie II e III, Ice Zero FR; i prezzi vanno da 80 a 180 euro. Infine Yokohama propone Advan Sport V103 e ZPS, W-Drive V902 A. Prezzi da 100 a 125 euro.

    829

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI