Salone di Parigi 2016

Pneumatici: vendita con etichette

Pneumatici: vendita con etichette

Nuovo regolamento in vigore a partire dal primo novembre 2012: tutti i pneumatici dovranno essere forniti di un etichetta che fornirà al consumatore dati riguardanti la resistenza al rotolamento, trazione sul bagnato e rumorosità

da in Bridgestone, Curiosità Auto, Mondo auto, Pneumatici, Michelin
Ultimo aggiornamento:

    Pneumatici: vendita con etichette

    Tutti i pneumatici, a partire dal primo novembre 2012, dovranno riportare un etichetta sulla quale siano presenti tre indicazioni: la resistenza al rotolamento espresso in lettere (dalla A alla G), della trazione sul bagnato e quella in dB che riguarda la rumorosità. L’etichetta applicata sui pneumatici ha la funzionalità di informare preventivamente un cliente sulla qualità ed efficienza del prodotto, permette all’automobilista-cliente di poter effettuare la ricerca, valutazione ed acquisto con maggiore consapevolezza di ciò che si sta acquistando. Nasce una legge ed ecco che sorge un problema.

    Infatti non esiste un regolamento tecnico che definisce le caratteristiche da parte dei costruttori di gomme, ma sembra che proprio questi ultimi si stiano cimentando nella realizzazione di un regolamento tecnico disponibile già per il 2010. La questione non è affatto facile da affrontare. Infatti se la maggior parte dei costruttori di pneumatici si trovano d’accordo per quel che riguarda la misurazione della resistenza al rotolamento della gomma e per quanto riguarda la rumorosità della stessa, non lo sono in riferimento al rilevamento delle prestazioni sul bagnato. In queste analisi intervengono diversi fattori come il coefficiente di aderenza del fondo, la grana dell’asfalto e la sua composizione, la capacità di drenaggio, la temperatura ambientale e del suolo stradale. E questi sono solo alcuni.

    Le case costruttrici come Bridgestone, Goodyear, Michelin e Pirelli sono d’accordo con queste iniziative in quanto permettono di tutelare qualità ed efficienza a scapito di quelle marche che offrono pneumatici a prezzo stracciato dalle qualità indubbie. L’altro vantaggio dell’etichetta è costituito dalla possibilità che il consumatore ha di poter affidare la scelta ad una valutazione prettamente personale, senza dover ricorrere al consiglio di nessuno, potendo effettuare ordini anche on-line diminuendo così anche gli anelli della catena commerciale.

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BridgestoneCuriosità AutoMondo autoPneumaticiMichelin Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:20

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI