Polestar 1: la supercar svedese senza compromessi, ibrida da 600 cv [FOTO]

Il primo progetto Polestar del nuovo corso, ibrido e ad alte prestazioni, potrebbe riprendere le line della Volvo Concept Coupé

da , il

    E’ stata ufficialmente svelata la Nuova Polestar 1 2020, l’inedito concetto di supercar 2+2 di Volvo ma sotto la denominazione del brand Polestar, un marchio concentrato sulle versioni sportive della Casa svedese esclusivamente con motori ibridi o elettrici. La Nuova Polestar 1 è fortemente legata al Concept che nel 2013 prefigurò la nuova generazione di Volvo S90 e V90.

    Un motore ibrido prestazionale, con un sistema accreditato di 600 cavalli e ben 1000 Nm di coppia. Attualmente le versioni ibride Twin Engine Volvo si attestano oltre i 400 cavalli con il sistema T8 adoperato sul suv XC90, S90 e V90, nonché Volvo XC60.

    Lo stile del design della Polestar 1

    Dalla Volvo Concept Coupé del 2013 ha ripreso i tratti del posteriore, i fari a C e il volume della coda definito da spigoli netti così come poi le dimensioni di quel concept, l’impostazione del muso con i fari a “martello di Thor” e l’ampia calandra rettangolare. La prima Polestar del nuovo corso ha le carte in regola per candidarsi quale una delle più affascinanti e convincenti grandi coupé sportive sul mercato.

    Due motori elettrici ed un 2.0 a benzina

    Volvo Concept Coupe

    La Nuova Polestar 1 fa affidamento, come anticipato, ad una propulsione ibrida con un’autonomia in elettrico di 150 chilometri. In combinazione con il suo motore a quattro cilindri 2.0 di cilindrata a benzina in tecnologia Volvo Drive-E, la Nuova Polestar 1 offre una potenza massima di 600 cavalli ed una coppia di ben 1.000 Newtonmetri, insomma una vettura ad alte prestazioni con due motori elettrici collocati sulle ruote posteriori.

    Secondo Thomas Ingenlath, amministratore delegato di Polestar la Nuova Polestar 1 è la prima vettura a portare il marchio Polestar sul cofano, una bellissima GranTurismo con una tecnologia straordinaria, un ottimo inizio per il nuovo brand: tutte le future vetture di Polestar disporranno di un propulsore completamente elettrico e andranno a collocarsi nella fascia delle vetture sportive.

    500 unità l’anno per la coupé 2+2

    La Polestar 1 è una Coupé a due porte, 2+2 posti e verrà prodotta in 500 unità all’anno.

    Le dimensioni della Nuova Polestar 1 contano in una lunghezza di 4 metri e mezzo con un passo di poco inferiore rispetto all’ammiraglia S90, quindi un’abitabilità eccellente.

    Thomas Ingenlath, amministratore delegato di Polestar, ha continuato; “Il Polestar 1 è un ibrido Performance Electric, ma con la più lunga gamma elettrica pura di qualsiasi auto ibrida al mondo, la consideriamo un’automobile elettrica con il supporto di un motore a combustione interna. Tutte le future vetture di Polestar saranno veicoli elettrici di prestazioni ma il Polestar 1 poneva la tecnologia di oggi con il futuro, offrendo la vettura perfetta per un Grand Touring Coupé che sarà probabilmente utilizzato su più lunghe distanze, oltre a viaggi più brevi, più veloci e piacevoli “.

    Meccanica da supercar studiata ad-hoc

    Il comparto sospensioni della Polestar 1 è di alto livello in quanto ogni ammortizzatore Öhlins è dotato di una nuova valvola elettronica, installata per la prima volta su di un’auto stradale. Questa valvola controlla costantemente la guida del conducente e le condizioni della superficie stradale e ha un tempo di reazione, per eventuali “correzioni”, di due millisecondi.

    Le pinze freno sono a sei pistoncini ed i dischi, da 400 millimetri, offrono la massima capacità di arresto.

    Per la prima volta Volvo passa all’introduzione del carbonio e lo fa in un’auto come questa ad alte prestazioni per una riduzione del peso di ben 230 chili, maggior rigidità torsionale ed un centro di gravità inferiore per una maggior maneggevolezza e prestazioni sia su strada che su pista di alto livello.

    La piattaforma che fa da base alla coupé Polestar è la SPA, destinata ai prodotti dei segmenti superiori, la stessa adoperata per XC60, S60 e V60.

    Per il futuro del marchio ci sono già due modelli in previsione

    Si guarda al futuro in Polestar e lo si fa pensando ai futuri modelli Polestar 2 e Polestar 3 che avranno “un’anima” completamente elettrica. La produzione della Polestar 2, vettura di medie dimensioni per competere con Tesla Model 3, inizierà nel corso del 2019 e sarà il primo veicolo elettrico del Gruppo Volvo.

    Polestar 3 è invece un concettp di SUV per andare in competizione con il Tesla Model X e, a livello di prezzo, andrà a collocarsi tra Polestar 1 e 2.

    Polestar, marchio di performance Volvo Group, ha rivelato il suo futuro come un nuovo marchio di prestazioni elettriche standalone. Inoltre ha confermato un nuovo impianto di produzione in Cina ed un nuovo percorso di mercato basato sui clienti con servizi abbonati all-inclusive, che stabilirà un nuovo benchmark di settore per i compratori di prestazioni.