Porsche 911 Club Coupé, solo 12 esemplari per gli iscritti ai Club Porsche

da , il

    Porsche 911 Club Coupe, frontale

    Pensa ai propri fedelissimi Porsche. E lo fa con quella che è il simbolo principe del marchio: la 911. Ha la capacità di evolversi restando immutata da decenni, riuscendo a mietere sempre nuovi successi. Questa volta dona il proprio corpo per onorare i Club Porsche sparsi in tutto il mondo. Servirono appena 4 anni perché nascessero gruppi di appassionati dopo la prima vettura firmata Ferdinand Porsche nel 1948. Da quel lontano 1952 i Club Porsche sono cresciuti fino a diventare 640, con 181 mila associati. E a loro è dedicata la Porsche 911 Club Coupé, interpretazione esclusivissima della Porsche 911 Carrera S.

    Prodotta in 13 esemplari, solo 12 saranno venduti, mentre uno resterà a Porsche in onore del Porsche Club World. Quanto vi servirà per averne una? Piano, non è così semplice.

    E’ vero, serviranno 143 mila euro anzitutto (tasse escluse), ma non saranno sufficienti. Infatti, Porsche estrarrà con una lotteria i nomi dei 12 fortunatissimi che avranno il diritto di acquistarla, la Porsche 911 Club Coupé. Quindi, se non siete iscritti a un Club Porsche, vi conviene correre ed entrare a farne parte. Effettuato questo primo passo, armatevi di pazienza e sperate nella sorte.

    Porsche 911 Club Coupe, fiancata

    Le modifiche apportate alla Porsche 911 Carrera S per farla diventare Club Coupé sono sostanziali. Il motore è il 3.8 litri 6 cilindri boxer, ma la potenza è cresciuta fino a 430 cavalli, trenta in più rispetto alla S. Modifiche alle teste dei cilindri, all’albero a camme e allo scarico hanno consentito di guadagnare la cavalleria extra, insieme a un’ampia manciata di coppia, che adesso raggiunge i 440Nm. Equipaggiata con il cambio doppia frizione Pdk, la Porsche 911 Club Coupé brucia lo 0-100 in 4 secondi netti, mentre la dotazione tecnica è completata dalle sospensioni Pasm (Porsche Active Suspension Management) che permettono di adottare diverse tarature e di abbassare l’intero corpo vettura di 20mm. Telaio che poggia su quattro cerchi in lega da 20″ – dietro ai quali campeggiano i freni carboceramici -, chiaramente caratterizzati per creare l’unicità di questa versione speciale. Il contorno interno, infatti, riprende il colore della carrozzeria, il verde Brewster che quasi la fa sembrare una vettura inglese questa Porsche. Sempre nobili casati, nello specifico Jaguar, ma poi i dettagli unici del Cavallino di Stoccarda non lasciano dubbi che si tratti di una 911.

    Porsche 911 Club Coupe,posteriore

    Oltre al colore della carrozzeria, la Club Coupé la si riconosce subito per le portiere, che ospitano il nome del modello. Inoltre, al posteriore, lo spoiler raggiunge dimensioni quasi esagerate. E’ stata ribattezzata “coda di papera”.

    Porsche 911 Club Coupe, interni

    L’interno è dominato dalla pelle color Espresso, con una chicca che appagherà – e non poco – l’ego smisurato di chi si metterà al volante. Nella fascia in alluminio spazzolato, infatti, oltre a esser riportato il nome della Porsche 911 Club Coupé, verrà inciso quello del proprietario. Finezze non da poco (e non per tutti).