Porsche Boxster baby con il cuore Audi

da , il

    Il downsizing la chiave per riequilibrare i dati di vendita? Secondo Porsche si, almeno questo è quello che conferma il magazine svedese Auto Motor & Sport dichiarando che la casa tedesca sta progettando una Boxster baby con un propulsore da 2.0 litri.

    Come ricorderanno in tanti l’operazione è già stata messa in pratica dalla Porsche a metà degli anni 70 con la 924; fu la prima coupé di Zuffenhausen ad avere un motore in posizione anteriore e derivato appunto da una unità Audi.

    Secondo le indiscrezioni riportate dalla testata giornalistica il propulsore designato ad essere ospitato sotto il cofano della eventuale futura Boxster è il 2.0 litri turbocompresso della Audi TT-S la versione più potente delle coupé di Ingolstadt.

    Questa scelta indubbiamente farà arricciare il naso ai puristi Porsche, coloro i quali è ammissibile soltanto udire il respiro pesante del motore boxer; ma bisogna considerare anche la possibile apertura di nuovi scenari commerciali e l’allargamento certo del bacino di possibili acquirenti di una Boxster “ridotta”.

    Quello che non mancherebbero sono le prestazioni, il quattro cilindri Audi eroga ben 272 cavalli con una coppia di 350 Nm; la TT-S riesce a balzare da 0 a 100 km/h in 5.4 secondi ed è frenata dal limitatore automatico a 250 km/h. Un quadro prestazionale di tutto rispetto, che potrebbe tranquillamente riproporsi anche utilizzando la scocca della Porsche Boxster.

    Non possiamo far altro che attendere una conferma dell’esistenza di questo progetto, ma dopo la Porsche Cayenne diesel (che adotta anch’essa un propulsore Audi), cos’altro può stupirci?