Prezzi auto: Honda, Hyundai e Opel bloccano aumento IVA

Le case costruttrici Honda, Hyundai e Opel hanno annunciato di voler assorbire l'aumento dell'1% dell'IVA senza riversarlo sul prezzo finale delle auto acquistate fino al 30 settembre

da , il

    prezzi auto aumento iva

    Honda, Hyundai e Opel sono tra le case costruttrici automobilistiche che hanno studiato un programma per proteggere in propri clienti dall’aumento dell’IVA (dal 20 al 21%) previsto dall’ultima Finanziaria. Si tratta di una misura a tutela degli automobilisti di cui queste aziende hanno deciso di farsi carico, non riversando l’aumento dell’imposta sul prezzo finale delle proprie vetture. Tutti e tre i marchi hanno scelto di applicare questa speciale protezione su tutti gli acquisti di modelli nuovi già stipulati o che verranno siglati entro la fine del mese di settembre.

    In un mercato auto che vive fasi alterne una misura come l’aumento dell’IVA potrebbe essere un’ulteriore disincentivo alle immatricolazioni di auto nuove. E’ per questo che Honda, Hyundai e Opel hanno deciso di proporre una soluzione palliativa, almeno per quei clienti che si sono trovati la nuova norma introdotta, diciamo così, tra capo e collo. Il bonus IVA è cumulabile con gli altri sconti già offerti.