Prodrive P2, l’ evoluzione di uno storico marchio

da , il

    Prodrive P2, l’ evoluzione di uno storico marchio

    Nel suo DNA troviamo la Subaru Impreza WRX Sti che offrirà alla Prodrive P2 l’ intera meccanica. La P2 è ancora un prototipo ma si sa già che potrebbe adottare, nel caso assurgesse a vettura definitiva e non è escluso che ciò avvenga, una trazione integrale, delle forme sportiveggianti più orientati verso un coupè di fascia alta e due posti, rigorosamente, secchi.

    Anche le sospensioni, lo sterzo e i freni deriverebbero dalla Impreza. Interessantissimo il propulsore, un quattro cilindri in linea, boxer da 2.5 litri capace di erogare 354 Cv. per una vettura dal peso stimabile in una tonnellata circa.

    A qualunque destino si orienti la Prodrive P2, le doti di massima agilità e brillantezza dovrebbero esserle sempre garantite, così come si intravedono in questa futura probabile auto le doti di accelerazione che sono già dei motori di appartenenza di vetture di quelle dimensioni ( circa 4 metri di lunghezza ), ovvero poter raggiungere i 100 chilometri orari in soli quattro secondi e mezzo e poter contare su una velocità massima di 250 Km/h.

    Tuttavia, non trovandoci di fronte ad un prototipo tecnicamente nuovo, secondo il Costruttore, questo potrebbe essere offerto, nell’ ipotesi di un utilizzo come vettura definitiva, ad un prezzo ragionevole, compreso fra i 50 e i 60 mila euro.

    Intanto il prossimo mese di gennaio, il P2 , verrà esposto all’Autosport International Show, per quanto riguarda il suo futuro…. Chi vivrà, vedrà!