by

Bollo auto nuova, quando e come pagare. Il caso del bollo auto frazionato

Giovedì 29/01/2015 da Simone Minzi in Auto nuove, Bollo auto, Consigli e Guide

    bollo auto nuova

    Il bollo auto è come è noto la tassa da versare per il mero possesso di un veicolo, indipendentemente dall’effettivo utilizzo dello stesso. Il pagamento è dovuto dalla persona che risulta proprietaria della vettura nell’ultimo giorno valido prima della scadenza del bollo precedente. Ovviamente il bollo va pagato anche in seguito all’acquisto di un’auto nuova, con tempistiche precise che sono stabilite dalla normativa vigente. Quando va pagato dunque il bollo di un’auto nuova? Soprattutto, come opera il meccanismo del bollo frazionato?

    Quando pagare

    bollo auto nuove concessionaria

    Secondo le norme attualmente in vigore (con alcune eccezioni per Lombardia e Piemonte) la tassa di possesso per un’auto nuova va pagata entro lo scadere del mese solare nel quale è stato effettuato l’acquisto della vettura. Se compro l’auto il 10 agosto, quindi, il primo versamento del bollo deve avvenire entro il 31 agosto.

    Ovviamente è prevista una proroga per chi compra alla fine del mese. Se l’immatricolazione avviene negli ultimi giorni del mese, infatti, la scadenza del primo bollo auto viene rinviata all’ultimo giorno del mese successivo. Ad esempio se compro il 25 settembre per pagare la tassa di possesso ho tempo fino al 31 ottobre.

    Attenzione: se il giorno di immatricolazione è un sabato o un festivo, fa fede la data del primo giorno lavorativo successivo. Lombardia e Piemonte consentono a tutti di versare la tassa entro lo scadere del mese successivo a quello d’acquisto. Attenzione: il mese di immatricolazione va sempre e comunque pagato per intero.

    Bollo auto frazionato

    bollo auto nuova aci

    Ricordiamo come siano previste tre finestre di pagamento ogni anno: gennaio, maggio e settembre. In questi mesi si potrà pagare il bollo in scadenza nel mese precedente. Una premessa necessaria, poiché nel caso si acquisti un’auto nuova al di fuori dei mesi di dicembre, aprile e agosto, il primo bollo andrà pagato frazionato, ovvero, non per 12 mesi, bensì per la quota di mesi necessaria a raggiungere una scadenza. Facciamo un esempio.

    Chi acquista un’auto nel mese di novembre, dovrebbe pagare il relativo bollo entro il giorno 30 dello stesso, ma non potrà effettuare un pagamento completo con copertura di 12 mesi, poiché la scadenza di novembre non è prevista. Cosa accadrà? Potrà pagare il bollo fino al mese di agosto (una delle tre finestre di scadenza). Facciamo il caso di chi annualmente debba pagare un bollo di 100 euro – in ragione della potenza del veicolo e della regione di residenza -.

    Il bollo auto frazionato da versare, sempre nell’esempio di specie di un acquisto nel mese di novembre, andrà per una quota di 10 mesi, fino ad agosto dell’anno successivo. Si moltiplica, pertanto, il totale dovuto annualmente (100 euro) per i mesi di copertura (10 fino ad agosto) e il risultato va diviso per 12. Quindi, il primo bollo auto frazionato nel nostro caso sarà di 83,30 euro circa. L’anno successivo, il bollo in scadenza ad agosto potrà pagarsi entro il mese di settembre e per tutti i 12 mesi, con scadenza nuovamente in agosto.