Qunto risparmi con l’ olio di colza?

da , il

    L' olio di colza nel serbatorio, fa bene al motore?

    Qualcuno riteneva di aver trovato la soluzione al caro carburante, avendo scoperto, fra gli scaffali del supermercato, l’ olio di colza, andato a ruba nel giro di pochissimo. Ma faceva malissimo i suoi conti. Finito al centro di un interesse morboso, quest’ olio, ha creato una confusione fra i consumatori convinti che bastava miscelarlo al gasolio del proprio serbatoio per risparmiare oltre il 50% del costo dell’ intero pieno. Nulla di più sbagliato! Vediamo perché:

    La Legge non ammette ignoranza

    Iniziamo col vedere cosa dice la Legge in proposito: Secondo l’ Agenzia delle Dogane, infatti, gli oli vegetali, olio di colza compreso, se usati per autotrazione sono soggetti ad accise. Il riferimento è all’ art. 21del Decreto Legge n. 504 del 26/10/1995 che recita testualmente: E’ tassato come carburante qualsiasi prodotto destinato ad essere utilizzato o messo in vendita come carburante o come additivo per accrescere il volume finale dei carburanti stessi. I trasgressori, in forza del disposto art.40 dello stesso Decreto, sono puniti con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa dal doppio al decuplo dell’ imposta evasa, non inferiore, in ogni caso, a 7.500 euro. Come si vede, l’ olio di colza usato senza il preventivo pagamento dell’ accisa è pesantemente punito.

    Olio di semi di colza, biodiesel

    Da un punto di vista organolettico, l’ olio di semi di colza e il biodiesel potrebbero essere considerati, in partenza,similari. Ma mentre quello acquistato al supermercato per le fritture non subisce alcun trattamento chimico, il biodiesel viene sottoposto a delicati processi, gli stessi, che impediscono il formarsi di quei residui nel motore provocandone, nei casi limiti, la rottura.

    Alla luce di tutto ciò, ci si chiede se val la pena di incappare in pesantissime sanzioni penali e rischiare di distruggere il proprio motore, per risparmiare all’ origine, qualche euro, ben sapendo di dover, a breve, far fronte ai danni arrecati con l’ uso di un carburante che allo stato, non è per niente adatto per l’ autotrazione.