NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Rc Auto: un’altra Compagnia di Assicurazioni non autorizzata

Rc Auto: un’altra Compagnia di Assicurazioni non autorizzata
da in Assicurazione auto, Incidenti Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Compagnia-fantasma

    E’ un bollettino senza fine quello riguardante le assicurazioni “fantasma” nell’ambito delle polizze Rc Auto, segno evidente che il business che veri e propri criminali mettono in atto è sicuramente appetibile, complice anche i costi elevati dei premi assicurativi e un tipo di utenza particolare che si rivolge a questo tipo di Compagnie non autorizzate a sua volta partecipe della commistione di illeciti. L’ultima Compagnia fantasma in ordine di tempo, visto che sicuramente ultima non lo sarà di certo, è la Allianz Hungària Biztosìtò Részvénytársaság, compagnia assicurativa con sede legale a Budapest.

    “Tale compagnia – scrive l’Isvap - pur essendo abilitata ad operare in Italia in libera prestazione dei servizi, non ha mai operato in Italia nel ramo RC auto“.

    E’ bene sapere, ma è già stato più volte ripetuto, che coloro che ricorrono a queste Compagnie rischiano di essere del tutto scoperti di copertura assicurativa nella malagurata ipotesi si verifichi un incidente, tant’è che l’Organo di Vigilanza delle Assicurazioni, l’ISVAP, raccomanda di verificare sempre, prima della sottoscrizione dei contratti, che questi siano emessi da imprese regolarmente autorizzate allo svolgimento dell’attività assicurativa.

    Altroconsumo ricorda un’analoga segnalazione che aveva riguardato, qualche giorno fa, Avéro Belgium Insurance, Insurance Company Euroins AD, Arisa Assurances S.A. e HDI Direkt Versicherung AG, intermediate dalla Fin Planet s.p.a., che si qualifica come broker assicurativo. L’Associazione dei consumatori precisa che tali compagnie non rientrano tra quelle abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio italiano per l’RC auto; Fin Planet s.p.a non risulta iscritta nel Registro Unico degli Intermediari Assicurativi.


    “Chi stipula una polizza RC auto con queste compagnie – scrive Altroconsumo in una nota – non assolve l’obbligo assicurativo previsto: non solo non è coperto in caso di incidente, ma rischia pure il sequestro del veicolo e una sanzione fino a 3119 euro”. La raccomandazione è quella di verificare preventivamente che i contratti RC auto siano emessi da imprese autorizzate, consultando l’elenco sul sito www.isvap.it oppure telefonando allo 06.42.13.31. Consultando la banca dati di Altroconsumo è possibile individuare le cinque polizze più convenienti per il profilo dell’utente, trovando naturalmente solo le compagnie autorizzate a operare in Italia.

    427

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoIncidenti AutoMondo auto
    PIÙ POPOLARI