Motor Show Bologna 2016

Rc auto:indennizzo diretto

Rc auto:indennizzo diretto
da in Assicurazione auto
Ultimo aggiornamento:

    Incidente automobilistico

    Una sorta di rivoluzione copernicana sta avvenendo nel mondo della RC-Auto, il danneggiato potrà richiedere il risarcimento direttamente alla propria Compagnia di Assicurazione la quale, in breve tempo, risarcirà il danno e, ciò, per effetto dell’Indennizzo diretto.

    Se è parlato a lungo e la gestazione è durata mesi e mesi, prima di giungere a questo risultato che riguarderà la stragrande maggioranza degli incidenti stradali quantificati in non meno del 90% di tutti i sinistri.

    Con questo sistema, previsto dal Decreto Legge n. 209/05, le Società di assicurazione otterranno indubbi vantaggi derivanti dai minori costi che una tale procedura comporta e, insieme, tutte le Compagnie, avranno una sorta di “camera di compensazione” dove verranno bilanciati gli esborsi di una compagnia rispetto ad un’altra.
    Potrebbe essere una bella conquista per l’assicurato, ma con le assicurazioni il condizionale è sempre d’obbligo, lo dimostrerebbero anche le resistenze di avvocati e periti in generale, irrigiditi rispetto all’indennizzo diretto.

    Nella prassi, in caso di incidente semplice, colui o colei che ritengono di aver ragione, compila l’ormai noto “modulo blu” che indirizza direttamente alla propria compagnia di assicurazione che provvederà a risarcire l’assicurato, oltre a fornirgli l’assistenza e la perizia atta a constatare il danno subito. A proposito della resistenza di avvocati e periti, questi professionisti contestano l’aumento di potere che con questa procedura avrebbero le compagnie di assicurazione, si parla, infatti, di una condizione quasi di sudditanza della parte debole, il cittadino contro la parte forte, la Compagnia; anche se l’assicurato non ha l’obbligo di accettare il risarcimento quando questi è inferiore a quanto egli si aspetta, potendo fare causa alla compagnia, qualora lo ritenga opportuno.

    Insomma, fra pro e contro è ancora presto per constatare la bontà o meno di questa novità, non ci resta che aspettare e, soprattutto sperare, che le Compagnie non approfittino di questa possibilità per speculare anche su quello che potrebbe essere un nuovo strumento per migliorare i rapporti fra assicurato e assicuratore.

    360

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione auto

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI