Referendum ex Bertone: vince il sì

Referendum ex Bertone: vince il sì

Alle Officine Automobilistiche Grugliasco, ex Bertone, il referendum sancisce la vittoria del sì

da in Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    referendum ex bertone piano fiat

    Il referendum che riguardava i lavoratori delle Officine Automobilistiche Grugliasco, ex Bertone, è finito con 886 voti favorevoli e 111 contrari. E’ stato così accettato il piano di Fiat. Una vittoria netta, con dieci schede nulle e quattro bianche, rafforzata anche dall’alta affluenza alle urne, hanno infatti votato 1.011 lavoratori su 1.087, circa il 93%. Adesso, come previsto dal piano, tutti i i 1.100 dipendenti possono essere impiegati, dopo sei anni di cassa integrazione, e l’investimento da 550 milioni di euro previsto per produrre le Maserati del futuro può essere sbloccato.

    La Fiom però, nonostante il risultato, si dice ancora contraria a firmare l’accordo con il Lingotto. Fiat dopo il termine dello spoglio ha comunicato il proprio apprezzamento sull’esito e ha ricordato che per sbloccare l’investimento, occorre verificare la disponibilità delle organizzazioni sindacali a formalizzare la proposta, che comporta l’applicazione anche a Grugliasco del contratto collettivo specifico di primo livello già previsto per gli stabilimenti di Pomigliano d’Arco e di Mirafiori. Contratto al quale la Fiom si è invece sempre opposta, facendo anche ricorso al Tribunale di Torino per annullarlo.


    Nonostante i numerosi iscritti al sindacato ha vinto comunque il sì e secondo il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, la questa rappresenta una sconfitta clamorosa per la dirigenza della Fiom, mentre il segretario Uil, Luigi Angeletti, ha dichiarato che si tartta di una chiara dimostrazione che la Fiom ha preso la strada di separarsi dal mondo, compresi anche tutti i propri iscritti.

    306

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI