Salone di Parigi 2016

Renault Captur Iconic e Excite: la prova su strada delle serie speciali [FOTO]

Renault Captur Iconic e Excite: la prova su strada delle serie speciali [FOTO]
da in Auto 2015, Auto Edizione Limitata, Auto nuove, Crossover, Prove auto su strada, Renault, Renault Captur
Ultimo aggiornamento: Venerdì 16/10/2015 18:33

    Sì è svolta in Veneto, più precisamente nei territori Veronesi e Vicentini, la nostra prova su strada dell’inedita serie speciale del piccolo crossover di Renault: parliamo del Captur Iconic. Con l’occasione, inoltre, abbiamo avuto modo di scoprire più da vicino anche l’altra edizione limitata di Captur, la sportiveggiante Excite. Sono due esemplari che debuttano in maniera parallela in listino e vanno ad arricchire la gamma Captur che ad oggi prevede la versione entry-level Wave, l’allestimento intermedio Live e l’Energy al top di gamma. Queste due inedite varianti si collocano al vertice e rimarranno in vendita almeno fino alla prossima estate 2016. Noi abbiamo avuto appunto modo di provare la variante Iconic motorizzata dal pluricollaudato 1.5 dCi da 110 cavalli di potenza; scopriamo com’è andata.

    Caratteristiche del Captur Iconic

    Renault Captur Iconic nasce con molteplici dettagli di interni ed esterni legati al mondo della moda, alla tendenza con nuances autunnali visto l’accentuarsi della tonalità marrone caramello. Sono esclusivi di questo allestimento speciale i Privacy Glass, cerchi in lega da 17 pollici diamantati con l’interno del disegno in tonalità marrone caramello, badge Iconic in vicinanza degli specchietti retrovisori, sensori di parcheggio e tinte Be-Style Marrone-Caramello. Accomodandosi all’interno si viene avvolti in primis dall’inconfondibile profumo della pelle dei sedili accompagnata dall’Alcantara e per lo più riscaldabili. La pelle la troviamo poi anche in rivestimento del volante e del bracciolo centrale ed è adoperata pure per la cuffia del pomello del cambio, particolare è la pedaliera concepita in alluminio, il pratico cassetto Easy Life da ben 11 litri di capacità che riprende la tonalità marrone-caramello.

    Prova su strada di Renault Captur Iconic

    Rimaniamo a bordo per scoprire anche come va una volta su strada questa inedita versione speciale del Renault Captur. Il motore 1.5 diesel dCi da 110 cavalli non è certo una novità, sia chiaro, poiché è adoperato da altre Case come Mercedes, Dacia e Nissan per alcuni loro modelli in listino. Quello che fa piacere percepire da un’auto che vuole essere “Elegant Chic” è la silenziosità interna e questo fa onore all’insonorizzazione interna della vettura, ottima la manovrabilità di segmento B che ha il DNA di una berlina, lo spazio di una station wagon ed il design quasi di un SUV. Il cambio è un manuale a sei marce e risponde bene alle esigenze del conducente, forse il motore pecca un po’ in accelerazione dato che ci si aspetterebbe una spinta maggiore da un crossover che pesa 1215 chili. Un punto deludente? Il dato dei consumi dichiarato da Renault che parla di addirittura 27 chilometri con un litro nel misto; volete sapere come si è conclusa la nostra prova avvenuta nel traffico veronese ed in strade extraurbane? Con una media di 16,4 chilometri con un litro e senza esagerare nel “tirare” le marce ad alti giri, rispettando spesso la fascia luminosa “Eco”, l’indicatore di cambiata ed usufruendo del sistema Start&Stop. Ebbene su questo fattore dei consumi ci sarebbe da discutere un po’ vista la differenza tra il dichiarato e l’effettivo da noi rilevato. La consolle centrale è ormai un elemento chiave per i nuovi modelli di Casa Renault. Nella plancia del Captur Iconic campeggia il nuovo sistema multimediale R-Link Evolution con schermo touchscreen da 7 pollici crivisto rispetto alla prima generazione e propone maggiori contenuti, miglior maneggevolezza, molto più intuitivo e fa visionare in maniera chiara cosa sta succedendo dietro la nostra vettura nel momento in cui ci accingiamo a parcheggiare. Facciamo un’eccezione spendendo qualche parola per il sistema di navigazione satellitare Smart Nav Evolution con cartografia europea, dal quale abbiamo rilevato alcune difficoltà nel ritrovare il percorso se si dovesse sbagliare strada. Buona, secondo noi, la scelta di abbinare questo allestimento esclusivamente alle motorizzazioni diesel, visto che viene proposto anche per il 1.5 dCi da 90 cavalli anch’esso disponibile con cambio manuale a cinque marce ed automatico a doppia frizione EDC che ad oggi rappresenta solamente il 10% delle immatricolazioni di Captur, forse ancora così bassa la percentuale per via che è entrato da poco in listino. Su cosa siamo rimasti perplessi… In realtà da una vettura dall’animo chic e che vuole far passare la moda e la tendenza come protagonisti non ci si aspetta certo di trovare un intero cruscotto concepito in plastica dura al tatto così come i pannelli porta per quanto siano in tonalità bi-color marrone-caramello, dovrebbe essere la pelle a caratterizzare questi elementi e distinguerli da quelli di un “normale” Captur.

    L’altra novità che va ad arricchire la gamma di Renault Captur si chiama Excite. Questo particolare allestimento destinato sempre come serie speciale vuole dare quel tocco di sportività al piccolo crossover francese visto e considerato che i dati dimostrano che il Captur viene scelto da una nicchia ben ampia di gente che va dai giovani ai meno giovani. Spazio quindi a personalizzazione e unicità col Nuovo Captur Excite che non passa inosservato per via della sua livrea in tonalità Rosso Passion abbinato ad un tetto Bianco Avorio Perlato. Già la combinazione di colori è per Renault un dettaglio legato al mondo sportivo ed arricchisce la vettura poi con il caratteristico Pack Ski che prevede un inedito spoiler anteriore al di sotto del paraurti, cerchi in lega da 17 pollici di diametro diamantati ed in tonalità nera e troviamo anche in questo caso i Privacy Glass. Scopriamolo all’interno. Il Captur Excite si presenta con nuovi contenuti rivisti circa la loro personalità, spazio quindi ai sedili in pelle nera riscaldabili, sistema multimediale R-Link Evolution con schermo touchscreen da 7 pollici e Parking Camera, Extended Grip e dettagli rossi per molti dettagli. Come per la versione “Elegant Chic”, anche per questa “Sporty Chic” le motorizzazioni in listino sono tutte diesel: 1.5 dCi da 90 cavalli e 1.5 dCi da 110 cavalli con possibilità di cambio manuale a cinque o sei marce, altrimenti il comodo e pratico automatico doppia frizione EDC.

    Captur Iconic

    Renault Captur 1.5 dCi 90 cavalli Iconic 22.600 Euro Renault Captur 1.5 dCi 90 cavalli Iconic EDC 24.600 Euro Renault Captur 1.5 dCi 110 cavalli Iconic 23.600 Euro

    Captur Excite

    Renault Captur 1.5 dCi 90 cavalli Excite 22.600 Euro Renault Captur 1.5 dCi 90 cavalli Excite EDC 24.600 Euro Renault Captur 1.5 dCi 110 cavalli Excite 23.600 Euro

    PRO:

    Cassetto Easy Life. Ottima questa soluzione studiata da Renault e riuscita molto bene poiché accredita al Captur una capacità di ulteriori 11 litri in una zona liddove certe vetture, magari anche dello stesso segmento, propongono un cassetto che fatica ad ospitare oggetti. Tinte Be-Style. Forse il connubio tra il marrone ed il caramello è il giusto mix per una vettura che vuole apparire con un animo chic ed elegante, specialmente se il lancio è nel periodo autunnale. Motore. Il 1.5 dCi da 110 cavalli fa viaggiare davvero bene, è silenzioso e non “beve” poi così tanto se si viaggia senza pretendere grandi prestazioni. Certo è che non bisogna affidarsi del consumo dichiarato…

    CONTRO:

    Pannelli porta. Tanto i pannelli porta quanto il cruscotto dal nuovo disegno sono stati realizzati in plastica dura e non è certo questo che ci si aspetta da una vettura che vuol essere elegante e raffinata. Consumi. Volendo stare al dato dichiarato dalla Casa madre Renault, quei 27 chilometri con un litro sono davvero inaccettabili visto che nel ciclo misto abbiamo rilevato una media di 16,4 chilometri con un litro. Smart Nav Evolution. Volendo tirare in ballo qualche novità, lo facciamo con il nuovo sistema di navigazione satellitare che non si è rivelato sempre efficiente nel suo operato dato che spesso non ha saputo ricondurci dove eravamo.

    1429

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI