Renault Contract 2009, l’impegno della Casa francese a favore dell’ambiente

da , il

    Renault Contract 2009

    Grande impegno da parte di Renault per la salvaguardia dell’ambiente, concretizzato nel piano a favore dell’habitat da parte della Casa francese, chiamato, per l’occasione, Renault Contract 2009.

    L’obiettivo della Renault è quello di ridurre le emissioni inquinanti in maniera significativa nell’arco di un solo triennio e per far ciò ci si è fissati un paio di obiettivi primari.

    Riduzione drastica di emissioni inquinanti, CO2, in primis, quelle responsabili dell’effetto serra nel pianeta, grazie all’introduzione in commercio di auto alimentate a bioetanolo e biodiesel e, all’ utilizzo, in maniera sempre più incisiva, di auto ad alimentazione elettrica.

    E, soprattutto in quest’ultima direzione, Renault ha fatto suo l’impegno di realizzare un’auto elettrica che sfrutti batterie al litio-ionio che consenta all’auto anche di recuperare l’energia dissipata con le frenate, reimmettendola nel circuito, con grande risparmio energetico.

    Un obiettivo, dunque, sempre più ambito che vede anche la partner, Nissan, partecipare attivamente nel lavoro della Casa francese. Intanto la Renault è anche orientata a vendere, entro il 2008, almeno 1 milione di veicoli che emettano non più di 140 grammi di CO2 per chilometro e, addirittura, una percentuale notevole di queste future auto, dovrà rilasciare meno di 12 grammi di questo inquinante nell’ambiente.

    Poiché gli obiettivi prefissati sono in parte realizzati, sia pure in ambito ancora progettuale, sembra quanto mai certa la possibilità di vedere realizzato quanto, oggi, promesso dalla Renault.

    Complimenti ai francesi, dunque!