Salone di Parigi 2016

Renault Espace 2016: prezzo, interni, scheda tecnica e prova su strada [FOTO]

Renault Espace 2016: prezzo, interni, scheda tecnica e prova su strada [FOTO]
da in Auto 2016, Auto nuove, Monovolume, Prove auto su strada, Renault, Renault Espace
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29/06/2016 11:53

    Nuova prova su strada di AllaGuida.it, è il turno della Renault Espace Initiale Paris. L’auto che ha inventato la categoria delle monovolume nel 1984 si è rinnovata profondamente in quest’ultima generazione, che vanta diversi cambiamenti rispetto al passato. Primo tra tutti l’aspetto esteriore: l’altezza si è ridotta infatti di ben 7 centimetri permettendo di disegnare un profilo più slanciato e meno pesante. Il complesso è più moderno e piacevole, al tempo stesso però è aumentata l’altezza da terra per aiutare le scampagnate del fine settimana con la famiglia. Tanto lo spazio a bordo e ottima la dotazione di serie che integra anche le quattro ruote sterzanti. Ma andiamo ora a vedere come si è comportato nel nostro test su strada l’esemplare equipaggiato con l’elastico turbodiesel da 160 cavalli abbinato al cambio automatico a doppia frizione.

    Renault Espace Initiale Paris estetica

    Esteticamente la Renault Espace Initale Paris si presenta con una linea elegante, il frontale è caratterizzato dalla grande calandra con forma a “V” che integra il logo della Losanga. La griglia si congiunge alla perfezione con i gruppi ottici anteriori a LED dal disegno originale, più in basso trovano posto i proiettori fendinebbia inseriti in una griglia trapezoidale completa di cornice cromata. In generale l’impostazione del muso ricorda quella delle sorelle Clio e Captur, anche se visivamente è stata allargata per far sembrare l’auto meno alta di quanto sia in realtà.

    LEGGI ANCHE: Renault Espace, tutte le info

    La fiancata da un senso di robustezza, anche se le superfici vetrate si estendono in quasi tutta la lunghezza della vettura. Bello il disegno dei grandi cerchi in lega (disponibili con diametri da 17 fino a 20 pollici di diametro), montati su pneumatici dalla spalla rialzata per assicurare notevole confort agli occupanti. Difficile passare inosservati nella vista tre quarti posteriore grazie al particolare disegno dei finestrini della terza fila di sedili e per i fanali posteriori a forma di “L”.

    renault espace initiale paris dimensioni

    Le dimensioni della Renault Espace potrebbero sembrare impegnative, ma a meno di non voler cercare il parcheggio al centimetro sarà difficile accorgersi di quanto lunga, grazie alla notevole agilità, merito delle ruote posteriore sterzanti 4Control. Dando uno sguardo alla scheda tecnica si nota la lunghezza di 4 metri ed 86 centimetri, mentre la larghezza si ferma ad 1 metro ed 89 centimetri. Cresciuto di 16 millimetri il passo, toccando i 2 metri ed 88 centimetri. Come accennavamo in precedenza, è stata invece ridotta l’altezza di 63 millimetri: ora la monovolume francese si ferma ad 1 metro e 68. La nuova piattaforma modulare CMF sulla quale è costruita l’ultima generazione della Renault Espace dona notevole spazio all’abitacolo, ma allo stesso tempo permette di risparmiare ben 250 kg di peso rispetto al modello precedente.

    Renault Espace Initiale Paris capacità di carico

    Ma veniamo ora al bagagliaio della Espace che offre una capacità di carico con sette sedili in posizione d’uso pari a 247 litri. Abbattendo gli schienali dell’ultima fila si ottengono 594 litri, mentre ribaltando tutti i sedili posteriori la capacità aumenta a 2035 litri. Comodo il grande portellone posteriore, con soglia di carico a soli 65 centimetri da terra ed apertura motorizzata (basta passare un piede sotto il filo del paraurti).

    LEGGI ANCHE: La prova della tecnologia 4Control

    Renault Espace Initiale Paris interni

    Scopriamo gli interni. Bella la plancia, dominata dal grande schermo da 8.7 pollici touchscreen del sistema di infotainment posizionato verticalmente come un tablet. Corredato di sistema R-Link, consente di comandare numerose impostazioni tra cui modificare la velocità di cambiata del cambio robotizzato, la durezza dello sterzo e pure le tonalità dello scarico. Ottimo il sistema per ribaltare gli schienali della seconda e terza fila: basta cercare la funzione sul menù del grande schermo, geniale.

    renault espace initiale paris plancia

    Originale il disegno della leva del cambio: è quasi un joystick ed è collocato in posizione ravvicinata al volante sul tunnel centrale che è il prolungamento della consolle e sembra quasi sospeso a mezz’aria. Impressione amplificata dalle luci ambientali, delle quali è possibile regolare l’intensità e cambiarne il colore tramite il sistema Multi-Sense, che permette anche di variare il massaggio sui sedili anteriori e regolare la climatizzazione. Comodissime le poltrone per conducente e passeggero: riscaldabili e con regolazioni elettriche, è possibile pure adattare il poggiatesta alla propria nuca.

    Renault Espace Initiale Paris  confort

    Nessun compromesso anche per quanto riguarda la dotazione in sicurezza. L’Espace infatti di serie offre airbag frontali, laterali, a tendina anteriori e posteriori, assistenza elettronica alle partenze in salita, controlli elettronici di stabilità e trazione, Intelligent Keeping Lane Assist (tiene la vettura dentro le corsie), Pack Advanced Safety (monitora la distanza tra la vettura che precede ed integra il sistema di frenata attiva d’emergenza), il riconoscimento della segnaletica stradale ed infine il sensore per l’angolo morto. Non manca poi il quadro strumenti digitale, personalizzabile in base alle modalità di guida. Le sospensioni morbide sono utili per il confort di marcia ma verrebbe da pensare che diminuiscano la tenuta di strada. Invece la monovolume d’Oltralpe si dimostra sempre sicura con l’elettronica che prontamente corregge errori di guida od ingressi in curva troppo “gagliardi”. Potenti e ben modulabili i freni, ottima la visibilità offerta dal grande parabrezza anteriore.

    renault espace initiale paris anteriore laterale

    Abbiamo provato Reanult Espace nella versione top di gamma Initiale Paris con motore 1.6 dci da 160CV Twin Turbo e cambio automatico EDC a 6 rapporti equipaggiata con sistema 4Control, ovvero con le ruote posteriori che sterzano sull’asse in senso opposto alle ruote anteriori. Partiamo subito con una considerazione su questo impianto che restituisce indubbiamente un netto guadagno in termini di maneggevolezza alle basse velocità e un aumento di stabilità a quelle più alte. Il sistema 4control in combinazione con il sistema MultiSense di Renault, già trovato su Megane e che ritroveremo anche sulla nuova Megane Scenic, sono indubbiamente i fiori all’occhiello di questo monovolume mascherato da crossover con un mix di SUV. Poter usufruire di due sistemi di guida che influiscono in maniera determinante su sterzo, motore, ammortizzatori ed elettronica, oltre che sull’assetto in curva, in un veicolo di 4,86 di lunghezza e 1,89 di larghezza, rende in termini di qualità di guida ogni manovra più meticolosa performante e fluida. Occhio alla modalità Eco sui dossi perché potreste risentire di qualche colpo secco sull’asse posteriore essendo Espace multo lungo e quindi con ammortizzazione meno rigida più sensibile a contraccolpi. E non spaventatevi se sentite cambiare il rumore del motore nella modalità Sport. Tutto normale. Maggior ingresso delle turbine nel propulsore e aumento della coppia con spinta grintosa. Assetto più rigido e guida sprint. A tal proposito il 1.6 da 160 CV che spinge oltre una tonnellata e mezzo di veicolo è oltremodo efficace. Abbandonando discorsi prettamente tecnici stare al volante di un Initiale Paris è un piacere assoluto. Un salottino su cui viaggiare facendosi coccolare dalle multiluci dedicate alle modalità di guida del sistema MultiSense con il plus dell’opzione Comfort che permette un leggero massaggio sugli schienali dei sedili anteriori, quindi sia lato passeggero che lato guida. Grafica splendida che cambia sempre in base alle opzioni di guida dettate al MultiSense e tachimetro digitale diviso in tre parti con temperatura motore a sinistra, contachilometri centrale che da info su velocità o giri/minuto in base alla modalità di guida e livello carburante sulla destra. Piccola pecca, non viene segnalata da un computer di bordo la rimanenza in termini chilometrici del livello del carburante prima di rimanere “a piedi”, quindi bisogna far riferimento alla sola grafica sul tachimetro.

    Renault Espace Initiale Paris riunisce quindi molte soluzioni tecnologiche per aiutare la guida e il comfort a bordo, il tutto controllabile da uno schermo touch verticale di 8,7″ con sistema R-Link 2 estremamente intuitivo da usare sospeso davanti alla plancia, che, come già detto troveremo, su tutta la nuova generazione della Megane e Megane Scenic. Splendido il cambio automatico con design a cloche posto nella console centrale e ottime tutte le rifiniture degli interni e le pelli usate per questa versione Initiale Paris, elegante, di classe e che da una sensazione di permanenza all’interno del veicolo ricca di armonia. Chicche in dotazione sul modello da noi provato il clima addizionale nella parte dei sedili posteriori e il tetto panoramico elettrico regolabile a scatti con una manopolina jog posta in all’altezza dello specchio retrovisore interno. Top anche l’opzione “one touch” che permette con un click di abbattere i tre sedili posteriori, comodissimi e che regalano spazio a volontà ai passeggeri. Il bagagliaio è enorme e il portellone posteriore ha un sistema a sospensione idrauliche di risalita che aiutano l’apertura. Ogni tanto una spintarella però va data. Presente il tasto per la chiusura elettronica automatica com’è giusto che sia per un’ammiraglia di questo livello. Piccolo difetto riscontrato, se di difetto si può parlare, la necessità di rimemorizzare più volte le posizioni di guida. Una volta spenta, l’Espace, ha un sistema elettronico di cortesia che sposta il sedile facendolo scorrere a ritroso per permettere a chi guida una discesa privilegiata. Una volta che si risale e si avvia l’auto il sedile dovrebbe ritornare immediatamente nella posizione memorizzata. A volte non avviene. Parliamo davvero di pignolerie. Initiale Paris parliamoci chiaro non è un’auto da tutti i giorni. Quasi 50 mila euro sono sintomo di appartenenza ad una clientela che vuole tanto spazio tanta tecnologia e davvero tanta qualità ed eleganza con la necessità di trasportare persone. Un veicolo che si può tranquillamente sposare con il mercato delle flotte di fascia alta. Ultima nota che ci piace non tralasciare mai quella dell’impianto Bose supportato da ben 12 altoparlanti posizionati all’interno di nuova Espace che generano un effetto surround con una qualità del suono eccezionale. Il matrimonio con Bose lo reputiamo più che mai azzeccato per Renault.

    Renault Espace Initiale Paris motorizzazioni e prezzi

    Benzina:

    • Renault Espace 1.6 TCe 200 cavalli Intense EDC 36.900 Euro
    • Renault Espace 1.6 TCe 200 cavalli Initiale Paris EDC 44.500 Euro

    Diesel:

    • Renault Espace 1.6 dCi 131 cavalli Zen 33.300 Euro
    • Renault Espace 1.6 dCi 160 cavalli Intens EDC 38.600 Euro
    • Renault Espace 1.6 dCi 160 cavalli Initiale Paris EDC 46.200 Euro

    2015

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI