Motor Show Bologna 2016

Renault Trezor al Salone di Parigi 2016: un concept di grande importanza

Renault Trezor al Salone di Parigi 2016: un concept di grande importanza
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2017, Auto nuove, Concept Car, Renault, Teaser
Ultimo aggiornamento: Giovedì 17/11/2016 15:52

    Renault Trezor al Salone di Parigi 2016. Il Marchio della Losanga ha prima anticipato tutti con un teaser in cui veniva svelata la creazione della Renault Trezor Concept, e poi ha levato il velo a quella vettura che avrà una certa rilevanza “storica” nelle dinamiche del gruppo francese. Infatti sappiamo che la Trezor non rimarrà una semplice auto da Salone o un concetto di stile fine a sé stesso, ma avrà un’importanza strategica perché andrà a delineare le forme e lo stile della prossima generazione di gamma Renault. Attraverso questo modello si aprirà una nuova fase dello stile Renault, un po’ come è avvenuto in precedenza, ovvero nel 2010 con la DeZir Concept che ha influenzato le forme degli attuali modelli in commercio.

    Renault Trezor concept

    La Trezor Concept è un prototipo equipaggiato con alimentazione esclusivamente elettrica, e questo fa pensare che sarà la base non solo per lo stile, come visto precedentemente, ma anche un punto di partenza per sviluppare nuove forme di motorizzazioni a zero emissioni ed ecologiche. La tecnologia trovata sotto il cofano è della massima importanza: il motore elettrico è derivato da quello delle vetture di Formula E da corsa della società e fornisce quindi 350 cavalli e 380 Nm di coppia massima, garantendo alla Trezor un’accelerazione da 0-100 km/h in meno di quattro secondi. La Renault Trezor Concept è per lo più una coupè molto sportiva, dalle linee morbide, moderne e dal profilo schiacciato, che ricorda vagamente la Maybach S uscita di recente. Al centro dell’anteriore troviamo la grande Losanga, simbolo del Marchio, la carrozzeria è composta da un innovativo corpo in fibra di carbonio con linee fluide e morbide che si estendono dalla parte anteriore fino alla parte posteriore con il decklid allungata e fanali posteriori orizzontali. Altre caratteristiche chiave di design è l’assenza di una griglia anteriore tradizionale, invece, le uniche prese d’aria nella parte anteriore sono quelle per raffreddare i freni. Il parabrezza rosso e avvolgente cattura immediatamente l’occhio. Tornando a parlare dell’alimentazione, noi troviamo sotto la pelle due batterie e un sistema di recupero dell’energia frenante a comando, ancora una volta presi in prestito dalla Formula E. Nonostante tutta questa tecnologia, la bilancia ha un rispettabile peso di 1.600 kg. La Renault Treazor viene fornita con una modalità di guida completamente autonoma. Questa modalità vede il volante estendersi in larghezza per offrire all’operatore una nuova prospettiva completa della strada aprendo una vista panoramica del cruscotto e del grande schermo centrale. Renault dice che progetta di offrire caratteristiche di guida autonoma per la sua gamma di qualche tempo dopo il 2020. Lo schermo centrale che si trova all’interno del Trezor è tecnologicamente di livello molto avanzato. Esso combina la tecnologia OLED con Corning Monkey Glass ed è leggermente curva e non richiede alcuna controluce, a differenza di un display a LED.

    509

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI