Renault Twizy F1 concept, la piccola auto elettrica da città con il kers [FOTO]

Renault Twizy F1 concept, ovvero, come ti porto il kers su un'elettrica da meno di 10 mila euro

da , il

    Un po’ mostro avveniristico da missione nello spazio, un po’ caricatura di una Formula 1. La Renault Twizy F1 concept certo non si può dire non sia originale fino all’eccesso. Dimenticate le tranquille proporzioni da piccola elettrica votata alla sfida del traffico urbano, perché dopo la “cura” riservata dalla Renault Sport congiuntamente con i colleghi della divisione F1, la Twizy ne è uscita stravolta. Nell’aspetto e nelle prestazioni.

    E’ bene chiarire subito che non ha nessuno super motore benzina plurifrazionato, bensì un elemento che in qualche modo la avvicina al mondo delle monoposto della massima formula: il kers.

    Tra un anno le Formula 1 diventeranno ancor più efficienti e potenti sul piano delle unità elettriche abbinate ai motori turbo. Sarà una sfida di portata enorme se si pensa ai benefici che potranno arrivare dalla ricerca per le auto di serie. Quel punto di contatto, il sistema di recupero dell’energia termica altrimenti dispersa nelle fasi di frenate, il kers insomma, è stato installato anche sulla Twizy per farla diventare F1 concept. Dietro al sedile del “pilota”, sotto una teca trasparente, batterie e motore aggiuntivo assicurano un surplus di 80 cavalli rispetto ai 17 comunemente disponibili sul modello Twizy 80.

    Tanti i pezzi presi “in prestito” dalle competizioni in cui è presente RenaultSport: dal diffusore e specchietti della Formula Renault 3.5 passando per il volante simil-F1 e le gomme slick identiche a quelle della Formula Renault 2.0.

    Anche i gruppi ottici sono stati sostituiti con dei led, sia sul frontale che al posteriore, dove campeggia anche la luce anti-nebbia al centro del diffusore.

    Vi chiederete quali prestazioni micidiali possa vantare questo simpatico oggetto dal look pistaiolo. Dobbiamo lasciarvi un po’ con l’amaro in bocca, perché è vero che pesa appena 564 kg (contro i 473 della Twizy stradale), ma la potenza di 97 cavalli è disponibile solo quando il kers è carico e per un lasso di tempo di 14 secondi, proprio come sulle monoposto da F1. Tradotto in numeri si raggiungono i 110 km/h (80 orari la velocità massima della Twizy) mentre ben più appagante è lo zero-cento, con le stesse prestazioni in accelerazione della Megane RS: 6 secondi netti.

    Un’ultima annotazione sul volante, con tanto di palette che, però, non servono a cambiar marcia ma a scatenare gli 80 cavalli del kers, sempre che non si voglia rilasciare una parte della potenza complessiva, regolabile attraverso un manettino posizionato nella zona frontale.

    E’ la seconda “proposta indecente” targata Renault, con la quale si uniscono due mondi agli antipodi: auto di serie e Formula 1. Era il lontano 1994 quando la mostruosa Espace F1 stupì tutti per montare lo stesso V10 impiegato nel mondiale: 820 cavalli e 3.5 litri di cilindrata, tutta un’altra storia rispetto a questa simpatica Twizy.

    Anche Cargo

    Riuscite a immaginare una Twizy da “carico”? Ebbene, arriva anche lei a completare la gamma, una Twizy Cargo, dal bagagliaio esteso sacrificando il posto dietro al guidatore. Sono 180 litri di spazio (per intenderci, molto meno di una Smart Fortwo…) accessibili da un’apertura incernierata sulla sinistra.

    Disponibile con entrambe le motorizzazioni elettriche, Twizy Cargo 45 e Twizy Cargo 80, il prezzo di partenza è fissato a 8.080 euro, con la più potente Cargo 80 a 8.780 euro.